Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480134395 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
870 letture

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
852 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
670 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
663 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
619 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Promosso dall'associazione ''Stella Danzante'' il 15 marzo 2019 dalle ore 15:00 alle ore 20:00 si svolgerà l’VIII Giornata Nazionale di sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania
·Per soddisfare le tante richieste ritorna in scena il 9 marzo alle ore 21.00 al Metropolitan di Catania la replica de ''I Promessi Sposi Amore e Provvidenza''
·Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
·2° Galà degli ex Allievi del Convitto “Mario Cutelli”.
·X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scientifiche: La scomparsa di Majorana nel racconto-inchiesta che Sciascia dedicò nel 1975 al fisico catanese

Redazione
La funzione di chi scrive sarebbe fondata, durante l'epoca moderna, su quella sicurezza che ancora lotta di cui si parlava nell'intervento precedente. Si tratta di un convincimento costruito, il più delle volte, su una incrinatura, su un elemento dissonante a proposito del quale tantissimi intellettuali hanno detto la loro. Qui mi piacerebbe far riferimento al modo in cui essa viene congegnata nella Scomparsa di Majorana, bellissimo racconto-inchiesta che Sciascia dedicò nel 1975 al fisico catanese.
Sul 'caso' suscitato dal presunto suicidio di Ettore Majorana, avvenuto il 25 marzo 1938 sul postale che, da Palermo, avrebbe dovuto condurlo a Napoli, si è detto molto: anche recentemente si è creduto che una foto, scattata in Argentina nel 1955, potesse ritrarre il volto di Majorana, inducendo il procuratore aggiunto di Roma a condurre, nel 2011, nuove indagini. Del fascicolo fa parte anche la foto qui riportata che accompagna un articolo di Fiorenza Sarzanini pubblicato il 7 giugno di quello stesso anno sul «Corriere della Sera» e che attesterebbe il fatto che Majorana, assunta un'altra identità, si sarebbe stabilito in Sudamerica, proseguendo per conto suo le ricerche iniziate negli anni Venti presso il Dipartimento di Fisica di Roma. Le ipotesi sulla scomparsa del geniale scienziato seguono, come è noto, almeno quattro piste: esse portano in Sicilia, in Germania e, come si è visto, persino in Sudamerica; secondo Sciascia egli si sarebbe ritirato nella Certosa di Serra San Bruno in Calabria dove avrebbe incontrato un membro dell'equipaggio del B-29 che sganciò l'atomica su Hiroshima.

Alcuni aspetti della ricostruzione prodotta da Sciascia − senza doversi necessariamente curare della sterile e sin troppo dibattuta questione della sua veridicità − mi consentono di prendere spunto dall'inquietudine di Majorana per desumere una disposizione poetica che è possibile assimilare, forse neanche troppo sorprendentemente, a quella dello scienziato: «la scienza − avvisa Sciascia sin dalle prime pagine della Scomparsa −, come la poesia, si sa che sta ad un passo dalla follia» (l'edizione del racconto cui ci si riferisce è inclusa nel secondo volume delle opere curate per Bompiani da Claude Ambroise).

Il Majorana di Sciascia, senza alcuno sforzo di volontà, porta la scienza con sé, come se essa fosse «un segreto dentro di sé, al centro del suo essere» (p. 224) e non − come per Fermi e il suo gruppo − qualcosa da aprire o da svelare. È proprio in virtù di tale assetto, dotato di una misura imprescrittibile, che egli riesce ad avvertire «l'essenza reale del problema fisico» (p. 219): da un lato, ciò si appoggia su quell'innato senso di estraneità («che a volte arrivava ad accendersi in antagonismo», p. 223) che, secondo Sciascia, impedisce a Majorana di fare gruppo con gli altri scienziati dell'Istituto di via Panisperna (come si sa, sede del Dipartimento di Fisica a Roma); dall'altro, però, gli consente di riconoscere chi vive il problema della scienza in termini simili ai suoi, includendolo, cioè, «dentro un vasto e drammatico contesto di pensiero» (p. 238).
È quanto avviene, per esempio, in occasione dell'incontro a Lipsia nel gennaio del 1933 con Werner Heisenberg, fisico tedesco cui si deve la prima formalizzazione della meccanica quantistica ma anche, come già si è detto precedentemente, tra i primi a prendere coscienza del fatto che quanto si conosce può limitare ciò che si può conoscere. Sciascia racconta di come Majorana scrivesse di Heisenberg all'interno di quasi ogni lettera spedita ai genitori e di come il rapporto tra i due fosse condotto su toni amabili e improntato sulla collaborazione e su una stima reciproca che andava cementandosi anche in relazione agli orribili accadimenti che stavano avendo luogo in Germania proprio in quei mesi. Un rapporto − ed è facile intuirlo dal modo in cui di esso parla Edoardo Amaldi, fisico a sua volta, collaboratore di Fermi e biografo di Majorana largamente citato da Sciascia − che non si consumava soltanto sul piano della ricerca scientifica, contemplando, più di ogni altro, quello umano.

In fin dei conti, non mi interessa capire quanto Sciascia abbia messo di sé nel personaggio di Majorana; mi sembra, invece, utile precisare che il suo ritrovarsi in quell'uomo inadatto − se scienziato, folle o poeta poco cambia − non significa in alcun modo farne un modello atemporale sconnesso dalla realtà e posto fuori dal tempo; al contrario, vuol dire stabilire un modo, dissonante si è detto, in cui lo scienziato − o, è la medesima cosa, il poeta − possa stabilirsi nella realtà e reagire alla sua complessità per il tramite di un genio (quello di Majorana, quello di Heisenberg e, perché no?, quello di Sciascia) che, senza saperlo, si lega strenuamente alla vita come anche, superata la sua misura, alla morte.

Alessandro Gaudio - Ecodeimonti.it





dello stesso autore




Postato il Martedì, 26 novembre 2013 ore 07:30:00 CET di Nuccio Palumbo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 4


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi