Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483758952 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4344 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1437 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
837 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
760 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
757 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·Piano nazionale scuola digitale - Avviso pubblico per l'individuazione di 120 docenti costituenti le équipe formative territoriali
·Formazione GPU, dal 15 luglio sarà online la piattaforma di formazione
·#Maturità 2019, la traccia più scelta è quella sull’illusione della conoscenza
·#Maturità2019, al via mercoledì con la prova di Italiano. Ammesso il 96,3% degli iscritti
·#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Alberghiero, troppi iscritti e si rischiano i doppi turni

Rassegna stampa
Da mesi si aspetta che la Provincia trovi una soluzione alla mancanca di spazi per svolgere "normale" attività didattica.
Storie di quel mondo della scuola che dirigenti, docenti, personale Ata provano a far funzionare a dispetto del progressivo abbandono in cui è stata lasciato il sistema. Ma anche lottando controcorrente quando le istituzioni che dovrebbero affrontare e risolvere semplicemente i problemi logistici, quelli dell'edilizia scolastica, quelli delle classi che servono per far funzionare meglio una scuola, non riescono ad uscire dal pantano.

E' questa la storia dell'Istituto Alberghiero di Catania Wojtyla, quattro plessi, quasi 2000 studenti, un trend di iscrizioni in crescita perché l'istituto è un piccolo polo di eccellenza e prepara i ragazzi in un settore dell'economia che offre, se hai studiato seriamente e sei competitivo sul serio, più sbocchi di altre scuole.

Troppa grazia, troppe prospettive. Troppi iscritti, mettiamola così. E il dirigente scolastico, il preside Giovanni Previtera, per evitare i doppi turni lancia un appello alle istituzioni. A settembre. Risposte? Tutte negative. E, beninteso, l'allarme per l'anno scolastico cominciato da un mese, il preside lo ha lanciato sì a settembre, ma del 2012, mica ieri.

«E' così - conferma il dirigente - perché già l'anno scorso era chiaro il trend, l'aumento di iscrizioni, l'interesse per la nostra scuola. Accresciuta, quest'anno, anche dal fatto che molti ragazzi hanno abbandonato la strada della Formazione Regionale per i tanti problemi del settore. Risultato? Siamo passati da 1700 studenti circa ai 2000 di oggi, con un tetto che abbiamo dovuto fissare a 600 per le prime classi. Abbondantemente raggiunto. Ma, nonostante l'appello alla Provincia di Catania prima e al Comune dopo, sia stato fatto, appunto, molti mesi fa, l'unica risposta ci è arrivata il 20 agosto dal Commissario della Provincia: nessuna soluzione praticabile. Tradotto per noi: obbligo di doppi turni. Una sciagura».

E qui va detto che per quanto sia comprensibile che ci siano problemi di edilizia scolastica, inaccettabile è che in una città grande come Catania, con tanti palazzi pubblici, enormi strutture, e scuole che hanno visto crollare il numero di iscritti ma conservano i loro plessi, nessuno sia stato in dare all'Alberghiero una soluzione. Quindici classi di esubero, per una scuola che non può permettersi un turno pomeridiano che finisca alle 21 o 21.30, perché molti ragazzi vengono dai paesi dell'hinterland, molte famiglie non se la sentono, hanno detto al preside e ai docenti, di far tornare a quell'ora di sera le figlie e i figli a casa. E hanno perfettamente ragione, a parte il fatto che, come detto, il preside aveva presentato con abbondante anticipo la richiesta anche perché un istituto come l'Alberghiero per funzionare come i docenti lo hanno saputo far funzionare sino ad oggi, ha bisogno di strutture adeguate. Insomma non si possono improvvisare aule in un sottoscala, per esser chiari.

«Soluzioni - spiega il preside - ne avevamo prospettate parecchie, dalle classi della Giovanni XXIII, alla Meucci, alla Corridoni. Per un motivo o per un altro, però, non abbiamo avuto risposta positiva per nessun plesso, anche se eravamo, e siamo, pronti anche a fare sacrifici, ad affrontare, naturalmente, ulteriori disagi. Quel che ci preme è potere garantire ai nostri studenti, e a quelli che verranno in futuro se la tendenza resterà questa, la possibilità di studiare nelle migliori condizioni logistiche e sotto il profilo psicologico. Per il momento stiamo facendo due turni di 4 ore, quindi meno scuola rispetto a quella che dovremmo e vorremmo fare».

Una risposta, subito. La vuole il preside, la vogliono i docenti, ma la vogliono anche e soprattutto, forse, gli studenti. Che hanno voglia di studiare, di sentirsi rispettati dal sistema scolastico, di essere messi in condizione di produrre uno sforzo che serva alla loro formazione, ma che sia utile anche alla società. Aspettano anche i ragazzi, che, più irrequieti dei grandi, nelle aule e nei corridoi cominciano a pensare a come far sentire la loro voce. Perché a ottobre sono già stanchi di dover fare scuola nella precarietà.

da La Sicilia dell'8.10.2013
di Andrea Lodato








Postato il Giovedì, 10 ottobre 2013 ore 08:00:00 CEST di Sebastiano D'Achille
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Istituzioni Scolastiche

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi