Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 485766525 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1206 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
843 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
672 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
648 letture

Sì alla legge per il ritorno dell'Educazione civica a scuola da settembre 2020
di g-aderno
582 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Supplenze: Scuola, caos supplenze in migliaia di classi Graduatorie errate non si sa quali docenti hanno diritto al posto

Sindacati
Roma - Succede tutti gli anni in migliaia e migliaia di classi delle primarie, delle medie, delle superiori: a dicembre, nel pieno dell’anno scolastico, l’insegnante saluta e se ne va, perché il suo posto spetta a unaltro o a un’altra. È una vecchia disfunzione della scuola italiana, una delle tante, ma quest’anno sta andando ancora peggio del solito. Perché i nuovi docenti, quelli che devono subentrare a quelli nominati provvisoriamente a inizio anno, corrono il rischio di essere a loro volta sostituiti da altri docenti.
Tutto dipende dalla storica confusione con cui vengono gestite le cosiddette «graduatorie d’istituto», cioè quelle graduatorie - per così dire - di secondo grado a cui le scuole devono attingere per coprire le supplenze perché non hanno trovato nessuno nelle graduatorie principali (quelle cosiddette «a esaurimento»). Il disordine nasce dal fatto che i posti si assegnano all’inizio dell’anno scolastico, cioè a settembre, ma le graduatorie d’istituto non vengono mai definite prima di novembre, e qualche volta slittano addirittura a dicembre. Il perché di questo ritardo è un mistero, sta di fatto che a ogni inizio d’anno le scuole sono costrette ad assegnare l’incarico in via provvisoria in base alle vecchie graduatorie non aggiornate, facendo firmare all’insegnante un contratto di supplenza con la formula: «fino all’avente diritto», ovvero fino a quando si conosceranno le nuove graduatorie e si scoprirà che un altro docente aveva più diritto a occupare quel posto.

L’ERRORE
Quest’anno la pubblicazione delle graduatorie aggiornate è arrivata il 12 dicembre. Ma la cosa più paradossale è avvenuta due giorni dopo: una circolare del ministero dell’Istruzione ha comunicato a tutti gli istituti italiani che quelle graduatorie appena diffuse online erano sbagliate. E «non essendoci i tempi tecnici per ripristinare le preesistenti graduatorie in via informatica», l’amministrazione invita i dirigenti scolastici «ad effettuare il depennamento dei nominativi dei docenti erroneamente inclusi, ripubblicando, se necessario, le graduatorie interessate dal fenomeno». Insomma, i presidi devono correggere da soli l’errore commesso dal ministero, ricalcolarsi le graduatorie e decidere chi ha diritto al posto conteso. Alcuni lo stanno facendo, altri non vogliono prendersi la responsabilità e sono paralizzati. Insomma è un caos.

LE CONSEGUENZE
Le supplenze assegnate annualmente attraverso le graduatorie d’istituto sono circa 50 mila. Anche sottraendo da questa cifra gli incarichi di pochi giorni, restano comunque molte decine di migliaia di insegnanti che vengono selezionati ogni anno attraverso questa farraginosa procedura. Significa che in decine di migliaia di classi ci sono docenti che arrivano a settembre sapendo che prima di Natale dovranno lasciare il posto a un collega. Talvolta la sostituzione avviene ancora più tardi, a gennaio o febbraio, per cui l’insegnante appena nominato si trova a dover compilare le schede di fine quadrimestre su studenti che neanche conosce. Molti di questi supplenti, nel corso dell’anno, vengono chiamati da un’altra scuola che magari si trova più vicina a casa, accettano la proposta e così bisogna trovare ancora un altro supplente. Non è infrequente il caso di posti che vengono occupati in successione da tre o quattro diversi insegnanti. Per le segreterie delle scuole è un incubo di incombenze amministrative. Ma a rimetterci sono innanzitutto gli studenti che assistono al viavai di maestre e professori, alla faccia del principio della continuità didattica. Le classi più penalizzate sono quelle in cui ci sono alunni disabili, perché gli insegnanti di sostegno più di tutti sono soggetti a questo carosello di incarichi. Il fenomeno è diffuso soprattutto nelle grandi città, dove la percentuale di docenti precari è più alta.

I SINDACATI
La Cgil protesta: «Si scarica ancora una volta sulle scuole l'inaccettabile ritardo d'intervento su di una situazione già nota da tempo e da noi denunciata», si legge in una nota. Per Maria Domenica Di Patre, vice coordinatrice della sigla autonoma Gilda, «quasi a metà anno scolastico ci sono docenti che rischiano di perdere il posto. Non c’è alcun rispetto per studenti e famiglie. È vergognoso».








Postato il Mercoledì, 26 dicembre 2012 ore 00:05:00 CET di Filippo Laganà
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi