Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480168037 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
884 letture

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
857 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
685 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
667 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
624 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·A chi giova escludere i posti Quota 100 dai posti disponibili per la mobilità?
·Sì ai controlli biometrici dei dirigenti scolastici
·I 'veri' problemi della scuola
·L'Istruzione non ha la stessa 'attrattiva' della salute?
·Siamo prossimi all’eutanasia dell’autonomia scolastica: passare dal PTOF al PAS!


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Concorsi: 1° Premio di Matematica Zina Bianca

Istituzioni Scolastiche
E’ stato istituito il 1° Premio di Matematica Zina Bianca, docente di Matematica e Fisica del Liceo Boggio Lera di Catania prematuramente scomparsa il 2 marzo del 2010. Grande docente dedicata all’insegnamento della disciplina che più amava, era sempre alla ricerca del miglior metodo utile a trasmettere agli studenti la passione per una disciplina tanto difficile.

Il Liceo Scientifico Statale “E. Boggio Lera” di Catania indice per l’anno scolastico 2011/2012 il primo Concorso Provinciale di Matematica a squadre per studenti che frequentano il triennio della scuola secondaria di secondo grado denominato “Potenza di”. Ogni squadra sarà costituita da sei studenti: due di terza, due di quarta e due di quinta.
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata in formato elettronico all’indirizzo CTPS020004@istruzione.it  entro il 29 febbraio 2012.
L’elenco delle squadre iscritte sarà pubblicato sul sito web del Liceo Boggio Lera (www.liceoboggiolera.it).
La gara si svolgerà presso la sede staccata del Liceo Boggio Lera in Corso Indipendenza 6 Catania, giorno 30 marzo 2012.
La prova sarà predisposta da una Commissione presieduta dal prof. Maurizio Pennini docente del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Catania e da quattro docenti di Matematica.
La squadra prima classificata si aggiudicherà il primo premio consistente nella somma in denaro di 1000 euro, la seconda classificata 500 euro, la terza classificata 300 euro.

Alfio Petrone
alfiopetrone@virgilio.it

Lettera della classe VA dedicata alla prof.ssa Zina Bianca

"Vorremmo poter dire  tutto con poche parole, ma anche  il dilungarci non  sarebbe sufficiente a dire abbastanza,  adesso,  le  vogliamo  soltanto  esprimere  il  nostro  orgoglio  per  averla  avuta  come insegnante, e ricordare i meriti che come suoi alunni le riconosciamo: ci ha insegnato una materia, la matematica, e ci ha insegnato molto di più.
Ci  ha  insegnato  a  crederci  sempre  e  con  ostinatezza,  ci  ha  insegnato  che  l’uomo  è  una  funzione illimitata superiormente, ce lo ha insegnato tutte le volte che il suo sorriso splendeva oltre il grigiore dei giorni più tristi. Lei si dispiaceva per noi se non studiavamo, perché sapeva che ci giocavamo il futuro, e Lei si era votata a costruirlo quel futuro, e ci accompagnava dove non potevamo camminare soli, dove il nostro “occhio della mente” era ancora troppo debole per vederci chiaro, e Lei riusciva sempre a comprenderci, e ad  appassionarci alla sua materia.    
Il mondo  che  ci  ha mostrato  non  è  fugace  e  non  ha  confini,  in  un mondo  come  quello  oggi  noi vediamo  anche  Lei,  Professoressa,  in  quel  mondo  nulla  è  superfluo,  ogni  numero  per  la  sua posizione ha il suo significato, ogni teorema non è che l’esplicarsi di una realtà immediata, tangibile; riconosciamo adesso l’importanza che la sua presenza ha avuto per noi, siamo certi che la sentiremo vicina,  perché  nulla  del  suo  operato  è  stato  vano,  per  questi  strumenti  che  ci  ha  dato  siamo  certi dell’infinito debito che abbiamo verso di Lei.    
E siamo certi che in noi rimarrà un po’ della sua luce,  perché Lei ha scelto di splendere per tutti, per le  sue  ragazze  e  per  i  suoi  ragazzi;  tutta  la  sua  forza,  la  sua  tenacia,  la  sua  allegria  persisterà  nel nostro mondo come una mano invisibile, come la carezza possente di una guida; ci ha insegnato che tutto si conquista con l’impegno, ma esiste sempre un modo per risolvere qualsiasi problema,  ogni equazione  ha  la  sua  soluzione,  noi  lo  sappiamo,  e  domani  continueremo  a  chiamarla  quando  ci servirà  una  spiegazione  e  la  sentiremo  ancora  avvicinarsi  a  noi  con  passo  silenzioso  come  un  a nuvola portata dal vento a suggerirci la soluzione.
E  tornerà  il  ricordo  a  rafforzarci nel presente,  tutte  le volte  che non  eravamo  in vena di  lavorare, quante  volte  ci  ha  capiti,  ci  ha  seguiti  con  pazienza,  ci  ha  aspettati  nelle  nostre  incertezze,  ci  ha incitati  quando  eravamo  abbattuti,  ci  ha  consigliati  quando  non  sapevamo  cosa  fare,  e  poi  ci  ha richiamati all’ordine quando sconfinavamo nella pigrizia.  Noi di VA avremmo voluto tanto che ci accompagnasse anche nell’ultima avventura di questi anni di Liceo,  ma  tutto  quello  che  ci  ha  dato  è  molto  più  di  una  preparazione  ad  un  esame,  è  una preparazione alla vita, ci ha costruiti non con le parole, ma con le azioni, ci ha mostrato la coerenza, la correttezza, la piena dedizione a una idea, all’idea che il valore di una persona non sta nell’abilità di dominare, ma di offrire con gratuità, non conta quante persone dipendono da noi, ma da quante grazie  a  noi  saranno  libere  di  giudicare,  di  vivere  se  stesse  nella  libertà  e  nella  forza  che  solo  la cultura  e  la  consapevolezza  può  dare. Nel mondo  astratto  e  perfetto  della matematica  cui  tutta  la realtà  si  piega  impotente,  sta  proprio  l’affermazione  più  chiara,  il  fondamento  più  sicuro,  con  cui possiamo  affermare  che  l’uomo  può  dominare  la  sua  vita,  può  giocare  sulle  sue  variabili,  sulle variabili che il destino gli assegna, con tutti gli operatori di cui dispone, ed oggi ci accorgiamo, che
ci  ha mostrato  anche  la  soluzione  dell’equazione  della  nostra  esistenza,  cui  tutte  le  nostre  azioni devono essere orientate,  tutto  in un giudizio che vediamo  imprimersi col fuoco sulla nostra anima:
che una donna o un uomo ha veramente riscattato se stesso quando si è dato tutto per gli altri, che ha vissuto davvero soltanto quando ha insegnato con il suo esempio a vivere consapevolmente, quando rimarranno nuove donne e nuovi uomini a conservare  l’umanità nel  sentimento della  fiducia e nel principio della correttezza.
Noi  siamo  parte  della  sua  opera,  e  ci  sentiamo  fieri  di  averla  avuta  con  noi  per  un  tratto  del  suo cammino ad indicarci la strada, per ricordarci che solo in apparenza siamo schiavi del nostro destino.
Ci lega a lei, un rispetto, una devozione, una riconoscenza infinita, ma anche molto di più profondo:
un  affetto  sincero  che  non  potevamo  dimostrare,  perché  anche  noi  alunni  dobbiamo mantenere  il nostro ruolo. 
Il nostro  saluto non è un addio, perchè possiamo affermare con certezza che  lei  rimarrà nei nostri cuori, rappresenterà sempre un modello, un riferimento che ci guiderà sempre.

Grazie, Professoressa Bianca."








Postato il Sabato, 18 febbraio 2012 ore 18:03:15 CET di Alfio Petrone
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi