Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 486092014 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1258 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
984 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
758 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
728 letture

Sulla povertà
di m-nicotra
674 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Miur: assunzioni a ribasso e nuova ondata di precari
·L’Osservatorio sulla violenza di genere della Regione Calabria invita le scuole ad ‘adottare la storia di una vittima di femminicidio’. Le storie delle donne non si adottano
·Promosso dall'associazione ''Stella Danzante'' il 15 marzo 2019 dalle ore 15:00 alle ore 20:00 si svolgerà l’VIII Giornata Nazionale di sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania
·Per soddisfare le tante richieste ritorna in scena il 9 marzo alle ore 21.00 al Metropolitan di Catania la replica de ''I Promessi Sposi Amore e Provvidenza''
·Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Precariato: Una vita da precari. Lettera aperta al ministro Francesco Profumo

Opinioni
Mancano pochi giorni alla fine di questo 2011… giorni di festa , da passare in famiglia… ma quali feste per i precari della scuola? Da anni bistrattati, dimenticati, ignorati, giudicati da qualcuno la parte più vergognosa del Paese, Da anni merce di scambio fra governi, patata bollente che i partiti politici si passano come una palla.. ma noi altro non siamo  se non il prodotto di scelte  politiche ben precise che hanno mirato a mercificarci a strumentalizzarci e nella migliore delle ipotesi ignorarci. Per noi non c’è Natale, non ci sono vacanze estive c’è solo l’attesa spasmodica delle nomine, per elemosinare quello che di diritto ci spetta.. abbiamo professionalità, titoli, specializzazioni e tanta tanta esperienza.. ma questo sembra non bastare. Negli ultimi anni su di noi e sulla scuola pubblica si è abbattuta una scure che , senza logica e senza morale, ha tagliato, nell’ottica del bieco risparmio, senza minimamente pensare al futuro e al benessere della scuola pubblica… già la scuola pubblica questa sconosciuta per i nostri ministri e per il nostro governo…   
  Ma  cosa peggiore,  tutti i governi hanno disatteso non solo le nostre speranze, ma quello che loro stesso avevano promesso..  così   violentati nell’animo abbiamo trascorso il miglior tempo della nostra vita…aspettando che qualcuno si  accorgesse seriamente del problema… ma l’attesa è stata vana.. Ma adessso è arrivato il momento di chiedersi : perché siamo stati ignorati e bistrattati in tutti questi anni? Amiamo il nostro lavoro, lo facciamo con dedizione e consapevolezza.. allora che cosa c’è che non va in noi? Per quale motivo , la  nostra classe politica non accenna minimamente al problema della nostra stabilizzazione e , quando lo fa , se ne esce fuori con proposte assurde che non fanno altro che umiliarci ancora di più?
 Egregio Ministro Profumo, lei parla di bandire nuovi concorsi per il reclutamento di docenti, e tutto questo in base al principio della trasparenza. Ma quale trasparenza può esserci in un concorso? La trasparenza la trova  chiedendo i nostri certificati di servizio, chiedendo come e con che spirito svolgiamo il nostro lavoro… un bravo insegnante, caro ministro non lo si misura certo da mere  cognizioni, un bravo insegnante è colui che in una classe riesce a trovare la chiave di volta, quella chiave che ci permette di arrivare a comprendere ogni nostro alunno, a trovare la metodologia adatta, anche ad inventarla se ciò si rende necessario Lei Ministro parla di una classe insegnante più giovane.. ora, fermo restando il fatto che a quarant’anni non si può essere  definiti vecchi, forse è da precisare che comunque non abbiamo chiesto noi di “invecchiare “ in quelle graduatorie.. la scelta è stata Vostra e  almeno di questo  assumetevene la responsabilità. Questa situazione altro non è stata se non il frutto di una scellerata scelta politica che ha inseguito l’ottica del bieco risparmio .. risparmiare e tagliare.. così gli insegnanti di chimica e scienze insegnano geografia.. e poco importa se oltre a non conoscere la materia, non ne conoscono neanche la metodologia.. ma chi se ne frega? Intanto abbiamo l’insegnante che insegna su due classi di concorso al prezzo di una.  Come  tutti i governi che si sono succeduti  e che vi hanno preceduti, , continuate a comportarvi come un serpente che si morde la coda, da una parte lei vuol svecchiare la classe insegnante, dall’altra  volete mandare la gente in pensione  a 75 anni  con 43 anni di contributi.. bhe.. qualcosa non quadra .. forse è arrivato il momento che la mano destra sappia cosa fa la sinistra.Poi, caro Ministro, parlare di svecchiare solo gli insegnanti? Lo stesso criterio andrebbe applicato anche ai nostri politici, e poi perché per i parlamentari  valgono i diritti acquisiti che continuano a sventolare come una bandiera in festa, mentre per noi precari ventennali , questo non vale? Eppure secondo la Corte Costituzionale Europea alla quale sicuramente ci rivolgeremo, noi dovremmo essere tutti immessi in ruolo, perché sfruttati da più di tre anni dallo Stato che ci spreme come limoni da settembre a giugno per poi abbondonarci come straccetti, per  poi riprenderci a settembre quando le scuole non possono riaprire senza la nostra presenza  Ci vuole valutare? Venga ,lo aspettimo.. venga a vedere il nostro lavoro, venga a vedere se il demerito sta nel docente o nel sistema e solo allora potremmo parlare di concorsi di tfa ecce cc .    Al momento attuale un concorso non   può risolvere la situazione, un concorso significa alimentare false speranze, visto che le graduatorie stanno ormai esplodendo. Le faccio un piccolo esempio: Classe di concorso A050 Roma ( Italiano  scuola secondaria superiore) , 500  persone nelle Graduatorie di merito, 1500 nelle Graduatorie ad esaurimento.. in questa situazione che senso avrebbe un ulteriore concorso? Molto più sensato sarebbe bloccare tutto , non permettere per un paio d’anni assegnazioni provvisorie, passaggi di cattedra, trasferimenti.. che puntualmente ci portano via il 70% dei posti disponibili. E poi BASTA con le classi pollaio , ma come si può pretendere che  si possa esercitare con serenità questo lavoro se si hanno 30 alunni per classe? Poco tempo fa lei ha detto che la Riforma Gelmini non si tocca.  RIFORMA?  E quale? Ecatombe sarebbe il termine più adatto , perché mai la Scuola è andata così male  sotto l’era Gelmini  , mai catastrofe è stata più grande. I tagli che abbiamo subito, hanno portato le scuole sull’orlo del collasso , i mancati finanziamenti ci hanno portato a chiedere l’obolo alle famiglie.. mentre dall’altra parte.. visto che siamo in tema.. la befana scendeva sulle  scuole paritarie.. in barba all’articolo 33 della  nostra Costituzione
L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento.

La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi.

Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali.
Invece le cose si sono completamente invertite.. sono gli allievi della statale a non avere un trattamento uguale agli allievi delle scuole paritarie. Inoltre , chiunque abbia firmato per i finanziamenti alle paritarie, senza un’adeguata contropartita per le scuole statali  altri non è se non un  traditore della Costituzione , di conseguenza del Popolo italiano che la costituzione stessa elegge a sovrano della Repubblica.
.. ma tanto di questi tempi chi presta attenzione alla nostra carta costituzionale o quanto meno chi presta attenzione ai diritti dei cittadini? Altro discorso riguarda i doveri, il dovere di lavorare da mane a sera per mantenere la corte di Versailles, ma la storia insegna.. quando i francesi si stancarono di mantenere Versailles, imbracciarono i forconi e  misero in piazza la ghigliottina.
Faccia il suo lavoro, faccia rispettare le leggi, non commetta lo stesso errore del governo Berlusconi che ha tolto valore alla cultura. Inoltre  sinceramente mi sento di farle una  proposta , invece di invitare  gli insegnanti in esubero soprattutto  gli ITP a specializzarsi con corsi on line sul sostegno, formando così insegnanti demotivati ,sapendo  benissimo che per il sostegno è necessaria una preparazione ad hoc, perché non li dirotta verso il personale tecnico ATA? Come può secondo lei, un docente senza preparazione adeguata , lavorare con bambini e ragazzi che hanno seri problemi di apprendimento?
Non risparmiamo e non speculiamo sulle disgrazie altrui , non prendiamo in giro i nostri ragazzi e le loro famiglie. Abbia il coraggio di fare scelte coraggiose  e soprattutto  controlli chi pur insegnando svolge un doppio lavoro e della scuola poco gli importa.. parlo di avvocati, ingegneri, geometri.. sempre assenti ai collegi, ai consigli ai colloqui..impegnati  tutta la mattina al cellulare per organizzare il lavoro della sera, certo non voglio fare di tutta l’erba un fascio .. ma via dalla SCUOLA chi non è realmente motivato a fare questo lavoro   chi non haa  cuore il valore della cultura e il benessere degli alunni e l’amore per l’insegnamento   
      
 Pennetta Maria Filomena    
 mariapennetta@alice.it








Postato il Mercoledì, 28 dicembre 2011 ore 23:00:00 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi