Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 464763463 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2018

Progetto Erasmus all’Istituto Comprensivo 'A. Gabelli' di Misterbianco
di m-nicotra
593 letture

Per una scuola di qualità. Seminario formativo per i futuri dirigenti
di m-nicotra
491 letture

IV workshop regionale su ADHD e Comportamenti dirompenti Nodi, snodi e percorsi - Liceo Cutelli
di m-nicotra
459 letture

X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni
di m-nicotra
441 letture

Stato giuridico del personale docente e ATA. Quale futuro per la scuola pubblica ed i precari?. Convegno della CUB a Catania
di a-battiato
439 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Normativa Utile
Normativa Utile

·Detrazione lavoro dipendente € 80,00
·Scheda FLC CGIL cessazioni dal servizio del personale della scuola 2014
·Modello di diffida per il rimborso del 2,50% per indebita trattenuta sul TFR (trattamento di fine rapporto)
·Documenti necessari per ottenere la disoccupazione
·Bocciata dalla Corte Costituzionale l'assunzione diretta dei docenti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Diversamente abili: L'autonomia scolastica consente di ricorrere direttamente contro il Ministero

Normativa Utile
L'importante precedente è stato fissato da una recente Sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) dell'Abruzzo e potrebbe stimolare le scuole ad agire direttamente in giudizio - contro il Ministero e l’Ufficio Scolastico Regionale - quando vi sia ad esempio un eccesso di alunni per classe, ma anche in caso di scarsa assegnazione di assistenti per l'autonomia e la comunicazione o di collaboratori scolastici, oltreché per ottenere l'abbattimento di barriere architettoniche o sensopercettive. Ultimo, ma non ultimo, il provvedimento potrebbe essere utilizzato anche quando è insufficiente l'assegnazione di ore di sostegno, specie nei casi di alunni con maggiori difficoltà di apprendimento, a causa della loro disabilità grave
Riportiamo con piacere una nota dell'avvocato Francesco Orecchioni pubblicata dal sito Diritto Scolastico.it e relativa alla sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) dell'Abruzzo n. 641 del 14 novembre scorso (Sezione Staccata di Pescara - Sezione Prima), con la quale è stata riconosciuta a una scuola, in forza dell'autonomia scolastica, la legittimazione ad agire in giudizio contro il Ministero e l'Ufficio Scolastico Regionale.
Si tratta di un importante precedente, che potrebbe stimolare le scuole ad agire in giudizio, quando vi sia ad esempio un eccesso di alunni per classe, a causa del mancato sdoppiamento da parte dell'Ufficio Scolastico Regionale. Lo stesso si può dire in caso di scarsa assegnazione di assistenti per l'autonomia e la comunicazione, al fine di ottenerne un maggior numero da parte dei Comuni o delle Province, in base all'articolo 139 del Decreto Legislativo 112/98 oppure in caso di insufficiente assegnazione di collaboratori (e collaboratrici) scolastici, per la necessità di assicurare l'assistenza igienica e la cura dell'igiene personale agli alunni con disabilità più gravi.
E ancora, il precedente potrebbe risultare valido per ottenere l'abbattimento di barriere architettoniche o sensopercettive nei confronti di Comuni o Province, sempre ai sensi del citato Decreto Legislativo 112/98 e della Legge 23/96 sull'edilizia scolastica.
Ultimo, ma non ultimo, lo si potrebbe utilizzare per l'insufficiente assegnazione di ore di sostegno, specie nei casi di alunni con maggiori difficoltà di apprendimento, a causa della loro disabilità grave. (Salvatore Nocera)

«[...] Segnalo la Sentenza del TAR Abruzzo  n. 641-2011 che ha confermato in sede di merito la precedente ordinanza cautelare n. 87-2011. Si ricorda che la riforma Gelmini ha penalizzato i licei scientifici, avendo abrogato il PNI (Piano Nazionale Informatica), quale sperimentazione del Liceo scientifico, autorizzando però l'opzione dei corsi di scienze applicate ad appannaggio dei Licei scientifici.
L'USR Abruzzo [Ufficio Scolastico Regionale, N.d.R.] aveva consentito a vari ITIS di attivare i corsi di scienze applicate, a scapito dei licei scientifici. Da ciò il ricorso al TAR del Liceo scientifico, penalizzato dal provvedimento del Direttore Regionale dell'USR Abruzzo.
La Sentenza che si commenta risulta particolarmente interessante sul piano processuale, in quanto viene riconosciuta la legittimazione processuale ad un istituto scolastico nei confronti del MIUR, in forza del principio di cui all'art. 24 della Costituzione ("tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti ed interessi legittimi").
Osserva infatti il TAR che "quando una specifica norma di legge attribuisce agli Istituti scolastici in questione una specifica competenza, deve ritenersi che tali organismi, proprio perché forniti di personalità giuridica, siano anche titolari di una situazione giuridica soggettiva in ordine allo svolgimento della funzione ad essi attribuita; conseguentemente, in base all'art. 24 della Costituzione, ben possono agire in giudizio anche nei confronti dell'Amministrazione statale per tutelare la prerogative proprie dell’organo o dei soggetti incisi che la legge loro attribuisce".
La decisione risulta interessante anche sotto un altro profilo, riconoscendo la possibilità della scuola di avvalersi di un legale del libero foro, piuttosto che dell'avvocatura dello stato. La materia è disciplinata dall’art. 5 del R.D. 30 ottobre 1933, n. 1611, secondo cui "nessuna amministrazione dello Stato può richiedere l'assistenza di avvocati del libero foro se non per ragioni eccezionali, inteso il parere dell'Avvocato generale dello Stato e secondo norme che saranno stabilite dal consiglio dei Ministri" nonché dall'art. 14, comma 7-bis, del D.P.R. n. 275/1999, secondo cui - nonostante l'autonomia delle istituzioni scolastiche - "l'Avvocatura dello Stato continua ad assumere la rappresentanza e la difesa nei giudizi attivi e passivi avanti le Autorità giudiziarie".
Nel caso in specie, sussistendo un conflitto di interessi, tale disciplina non appare applicabile, in quanto la normativa "non può non essere interpretata in conformità ai principi costituzionali, per cui in definitiva non sembra che nella specie la mancata richiesta del parere dell'Avvocato generale dello Stato comporti la nullità del mandato". Infatti, "la meccanica applicazione della normativa in questione nel contenzioso all'esame impedirebbe di fatto, in violazione all'art. 24 della Costituzione, l’accesso alla tutela giurisdizionale da parte degli Istituti scolastici dinanzi agli organi di giustizia amministrativa, in ragione dei ridottissimi termini previsti a pena di decadenza, specie quando il 'conflitto di interessi' sia evidente e ricorrano con evidenza anche quelle 'ragioni assolutamente eccezionali' previste dalla norma in questione".
Osserva infine il TAR che risulta infondata anche "la censura relativa alla mancata autorizzazione dell'Avvocatura generale, atteso l'esito scontato di tale richiesta (specie ove si consideri, a tacer'altro, che l’Avvocatura avrebbe dovuto notificare a se stessa il gravame eventualmente proposto nell’interesse dell’Istituto scolastico)", nonché "formulare un proprio parere in ordine all'opportunità di proporre un ricorso contro lo Stato, cioè contro il proprio assistito in via istituzionale".
Avvocato Francesco Orecchioni».

*Il presente testo riadatta una scheda già pubblicata nel sito dell'AIPD (Associazione Italiana Persone Down), a cura di Salvatore Nocera, che in tale Associazione è responsabile del Settore Legale dell'Osservatorio Scolastico. Nocera è anche vicepresidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap).
 (da http://superando.eosservice.com)

redazione@aetnanet.org








Postato il Venerdì, 09 dicembre 2011 ore 01:00:00 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi