Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483981366 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4433 letture

Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017
di m-nicotra
1766 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1472 letture

Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
di m-nicotra
1146 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
949 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Il Majorana - Arcoleo di Caltagirone sulla Nave della Legalità il 22 e 23 maggio
·Il possibile nuovo volto della scuola dell’autonomia, al convegno nazionale al Campus Universitario di Matera
·L’insegnante e il dirigente scolastico nella scuola dell’autonomia tra didattica, governance e progetto culturale - Convegno a Matera 14 e 15 marzo
·Seminario per docenti 'Famiglie, scuole, servizi e nuove tecnologie'
·L’apprendimento dell’inglese come gioco. A Didacta un metodo sperimentale basato su tecnologie e movimento del corpo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


INVALSI: L’''alleanza'' Pisa-Invalsi smaschera i voti gonfiati del sud

Sondaggi
È stato messo autorevolmente in evidenza sulle colonne del Corriere della Sera dei giorni scorsi ciò che da tempo su questo sito si era segnalato: la distanza fra la distribuzione geografica delle eccellenze negli esami di stato ed i risultati del Servizio Nazionale di Valutazione Invalsi, stavolta arrivato al 2° anno delle superiori cioè a solo tre anni prima della “maturità”. Negli esami di stato il Sud – Calabria in testa – eccelle con una grandinata di 100 e lode, mentre nei dati Invalsi si torna alla solita graduatoria delle valutazioni internazionali: Nord su e Sud giù.
L’impressione che i risultati degli esami al Sud fossero gonfiati la si è sempre avuta, ma è indubbiamente altra cosa avere delle evidenze quali quelle che solo le prove standardizzate esterne possono dare.                    
 Già da tempo tuttavia l’indagine internazionale Pisa segnala questa realtà. Nel rapporto nazionale Pisa 2003 Maria Teresa Siniscalco, project manager nazionale, aveva per la prima volta messo in rilievo questo aspetto. Infatti nel questionario che ogni studente campionato da Pisa deve compilare dopo aver terminato di rispondere agli item è presente una domanda in cui si chiede quale è l’ultimo voto “ufficiale” ricevuto in matematica (focus dell’indagine). Le possibilità che le risposte non siano attendibili sono limitate, sia per la mancanza di interesse ad alterare i dati, sia perché sui grandi numeri le eventuali scorrettezze vedrebbero annullato il loro effetto.
Dalle analisi di Siniscalco risultava che la scala delle capacità degli allievi, come fotografata dai voti della scuola, era perfettamente parallela a quella di Pisa, con un effetto dunque di un rinforzo di attendibilità reciproco. Ma risultava anche che ad uguali voti corrispondevano diversi effettivi livelli fra licei, istituti tecnici ed istituti professionali - il che è comprensibile. E risultava soprattutto che ad uguali voti corrispondevano diversi effettivi livelli Pisa nelle diverse parti di Italia, il che è decisamente meno comprensibile. In sintesi, un livello leggermente inferiore al livello medio Ocse corrispondeva in Lombardia ad un 5, e nel complesso d’Italia ad un bel 7.
Nel 2006 Pisa non aveva raccolto le informazioni su questo dato per la difficoltà di individuare il voto di scienze (focus dell’indagine) che potesse fare da punto di riferimento. Ma nel 2009 i dati sui voti nelle competenze focus dell’indagine (che sono quelle di Lettura) dichiarati dagli studenti delle diverse regioni italiane - tutte separatamente campionate - sono disponibili di nuovo. Tuttavia, nonostante la scottante attualità del tema né il Rapporto nazionale Pisa 2009 né i Rapporti regionali fin qui rilasciati hanno proseguito sulla strada indicata nel 2003.
Fa eccezione il rapporto lombardo, in uscita nell’autunno, che dedica al tema un apposito capitolo a cura di Guido Gay ricercatore Eupolis (l’ente di ricerca di Regione Lombardia) e Moris Triventi, ricercatore del Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano Bicocca.
Queste le sintetiche conclusioni. In primo luogo ancora una volta, a conferma di quanto rilevato nel 2003, in tutte le regioni, senza eccezioni, sussiste una relazione positiva tra il voto in Italiano ricevuto nel primo quadrimestre e il livello delle competenze in Lettura. Al crescere del voto cioè cresce il livello delle competenze. Gli insegnanti italiani hanno in mano la scala di valori giusta, ma il problema sta nel fatto che la “appendono” ad altezze diverse.
Infatti ad una singola valutazione scolastica corrisponde un ampio intervallo di livelli medi di competenza. A titolo d’esempio, un 5 in Lombardia corrisponde mediamente a 489 punti, valore superiore ad un 7 in Calabria (479 punti in media). E ancora, per ottenere 8 in Lombardia sono necessarie competenze in lettura di fascia superiore (565 punti) mentre in Campania basta molto meno (506 punti). Complessivamente, la Lombardia è la regione in cui le valutazioni sono maggiormente severe, sono associate cioè ai maggiori livelli di competenze tra le regioni italiane.
In conclusione è evidente l’esistenza di una eterogeneità negli standard valutativi secondo una precisa scansione geografica: maggiore severità al Nord, un livello intermedio al Centro e standard decisamente meno impegnativi al Sud.
La frattura geografica negli standard valutativi si evidenzia anche quando si considerino i valori medi per macro area. Per ogni voto, il livello delle competenze richieste è maggiore al Nord (Ovest ed Est) rispetto a quanto necessario al Centro e, con maggiore evidenza, al Sud. Pisa 2009 conferma pertanto in Lettura quanto già emerso in Matematica in Pisa 2003, in consonanza con le più dettagliate indagini condotte da Invalsi.
Sembra urgente l’adozione di misure che mirino quanto meno ad attenuare l’ingiustizia sociale di questa realtà. Almeno dove i voti contano anche per le scelte di vita e professionali, come negli esami di stato finali.

  (di Tiziana Pedrizzi da il Sussidiario)

redazione@aetnanet.org





articoli correlati




Postato il Mercoledì, 17 agosto 2011 ore 07:29:50 CEST di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi