Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 481989462 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
di m-nicotra
1682 letture

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1261 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
836 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
813 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
739 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Spesa pubblica: Manovra, l’accademia della Crusca tra gli “enti inutili”? E’ polemica: “Paradossale”

Rassegna stampa
     Manovra, l’accademia della Crusca tra gli “enti inutili”? E’ polemica: “Paradossale”
Il provvedimento di Tremonti e Berlusconi prevede la cancellazione degli “enti inutili”, così come sono definiti quelli con meno di 70 dipendenti. Tra questi rientrerebbe l’Accademia fiorentina, dal 1583 vigile custode della nostra lingua. La docente Nicoletta Maraschio: "Sono certa che questa ipotesi non avrà seguito"
     La storia si ripete. Anche qualche anno fa l’Accademia della Crusca rischiava di entrare tra gli enti inutili e quindi di essere cancellata: “Non credo che possa accadere. La Crusca è insieme ai Lincei l’unica Accademia pubblica italiana, che ha un ruolo fondamentale nel nostro Paese, quello dello studio, della tutela e la valorizzazione dell’italiano in Italia e nel mondo. Oggi vengo a sapere della lista, ma sono sicura che la cosa non avrà seguito”, commenta con calma apparente Nicoletta Maraschio, docente di storia della lingua italiana a Firenze e presidente della Crusca dal 2008.

La manovra economica decisa da Tremonti e Berlusconi, che prevede la cancellazione degli “enti inutili”, così come sono definiti quelli con meno di 70 dipendenti tra cui rientrerebbe l’Accademia fiorentina, dal 1583 vigile custode della nostra lingua. (Nei 30 a rischio ci sarebbero anche l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, l’Agenzia per il Terzo Settore, il Museo Storico della Fisica il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, il Coni, quel che è rimasto dopo la privatizzazione dell’ente).

“È un paradosso: noi abbiamo solo 6 dipendenti, 3 in biblioteca e 3 in segreteria, solo perché non ci possiamo permettere di assumere più persone. Ci sono anche dai 20 ai 30 collaboratori con contratti a progetto, a seconda dei finanziamenti che riceviamo, precari in posizione chiave: chi mantiene il sito, chi digitalizza le opere della biblioteca, chi cura l’archivio, chi si occupa delle pubblicazioni. In più ci sono circa 60 accademici, illustri studiosi di tutto il mondo che come me lavorano per l’Accademia senza percepire alcun compenso”. Tutto ciò risulta ancora meno giustificabile se si fa il confronto con l’ente che in Germania svolge lo stesso lavoro, l’Istituto per la lingua tedesca di Manneheim che conta su circa 80 dipendenti e su una dotazione ordinaria di circa 8 milioni di euro. La dichiarazione degli enti inutili è un gatto che si morde la coda. Inoltre l’Accademia costa allo Stato meno di 200.000 euro, tale è il contributo tabellare del Ministero per i Beni e le attività culturali da cui dipende.

La comparsa nella famigerata lista è una cattiva sorpresa per la presidente, perché aveva dei buoni motivi per essere fiduciosa in un prossimo provvedimento legislativo, capace di dare finalmente alla Crusca, la più antica accademia linguistica del mondo tuttora molto attiva, quella stabilità finanziaria che sta chiedendo da tempo.

“La richiesta che portiamo avanti da tre anni”, spiega Nicoletta Maraschio, “è di avere una legge che ci riconosca esplicitamente come ente pubblico, secondo il parere espresso recentemente dal Consiglio di Stato e ci garantisca una dotazione ordinaria, cioè dei fondi strutturali sui quali contare per il funzionamento, indipendentemente dai finanziamenti a progetto”. Quest’anno come fondo ordinario l’Accademia ha ricevuto dal ministero dei Beni culturali circa 190mila euro. Non bastano, visto che per pagare i sei dipendenti e mantenere la sede (una villa medicea), occorrono intorno ai 400 mila euro. E poi bisogna mantenere la biblioteca, il sito, formare giovani ricercatori, pubblicare libri e riviste, organizzare incontri, convegni seminari.

“Nel 2011 siamo arrivati alla cifra di oltre un milione di euro grazie a contributi ottenuti da enti diversi e da privati, a cominciare dall’associazione degli Amici della Crusca. Ma sono intervenuti ad esempio anche alcune banche, il Cnr, la Regione Toscana con 200mila euro. Ma questa cifra l’avremmo bisogno come dotazione ordinaria. Non è una richiesta eccessiva se la si paragona agli 8 milioni di euro con cui viene finanziato l’Istituto per la lingua tedesca”, precisa la Maraschio. Un’ipotesi, quella della dotazione strutturale, che sembrava potesse avere un seguito, dopo che in Commissione cultura del senato prima della Finanziaria 2010 era stato approvato alla presenza del ministro Bondi un ordine del giorno che prevedeva uno stanziamento del genere. In più questo macabro coup de theatre messo in scena della manovra economica agostana arriva ancor più inaspettato perché nel parere del Consiglio di stato sull’Accademia, definendola ente pubblico, si poteva leggere finalmente il riconoscimento da parte dello Stato della sua funzione e del suo ruolo specifico all’interno degli istituti di ricerca italiani.

“Un esempio? In Italia non esiste un corpus, cioè una grande banca dati dell’italiano contemporaneo. E neppure un grande vocabolario storico dell’italiano postunitario. Un lavoro che sarebbe urgente iniziare”, spiega la Maraschio. Staremo a vedere.

Bianca Bemori (La Repubblica)

redazione@aetnanet.org









Postato il Lunedì, 15 agosto 2011 ore 07:30:00 CEST di Giovanni Sicali
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi