Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483593907 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4241 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1393 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
796 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
723 letture

L’Anima e il Corpo (Parte I)
di m-nicotra
615 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Al Governo si gioca a spaccare la scuola ed il paese
·Concorso presidi annulllato, Bussetti si dimetta
·Educazione Civica dibattito al senato il 13 giugno
·Scuola intitolata ad Agnelli? No, Grazie
·La carenza dei medici figlia di una politica assurda


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Giuridico-economiche: Le due facce della Costituzione: diritti e doveri

Giurisprudenza

Ogni moneta è formata da due facce che la compongono senza mai potersi guardare. In ogni occasione, in ogni circostanza di vita esistono due volti, i cosiddetti “pro e contro”; anche la nostra Costituzione dedica un’intera parte fondamentale della sua struttura ai due risvolti preaccennati. Dagli articoli n.13 al n. 54 infatti, l’attenzione dei Costituenti si è concentrata sui “Diritti e Doveri” dei cittadini, binomio imprescindibile per un quieto vivere. Non si può infatti godere di situazioni di vantaggio senza responsabilizzazione, non si può meritare tutela senza prima dimostrare rispetto. Ragionando così, attraverso la descrizione minuziosa del modus operandi   e i rapporti civili, etico-sociali, economici e politici, il vivere cittadino ha trovato estrinsecazione e limite, libertà ma ordine.
Iniziando dall’analisi dei rapporti civili incontriamo uno scompartimento tripartito fra: libertà individuali, libertà collettive e una particolare attenzione conclusiva al versante penale. La libertà, in tutte le sue forme è un valore sacro e inviolabile (art. 13); il raggio d’azione entro il quale ciascuno ha il diritto di autodeterminarsi senza interferenza alcuna è ampio fino al limite oltrepassato il quale si invaderebbe lo stesso spazio altrui. La possibilità di formarsi convincimenti, ideali e pensieri non deve essere coartata da alcun tipo di ingerenza non voluta, per questo la sfera privata di ciascuno, attraverso l’inviolabilità del domicilio (art. 14), la dichiarazione di libertà e segretezza della corrispondenza (art. 15) e la possibilità di circolare e soggiornare senza restrizioni nel nostro paese (art. 16), sono costituzionalmente tutelate.
Gli artt. dal 17 al 21 tutelano invece le libertà collettive: il gruppo, la pluralità sono infatti strumento che, se correttamente usato, permettono all’uomo di raggiungere obiettivi e risultati che, come singolo, stenterebbe ad ottenere. I cittadini italiani sono infatti liberi di riunirsi in luoghi pubblici o privati per la finalità di perseguire scopi leciti e ovviamente non contrastanti con i dettami costituzionali. L’art. 21 è fondamentale in quanto, dichiarando la libertà di manifestazione di pensiero in ogni sua forma, scritta o orale, diretta o meno, abbatte qualunque tipo di connessione meccanica  legata alla persona fisica e tangibile come unica destinataria delle norme,  e dona dignità e rilevanza al contenuto di tutte le menti, al loro funzionamento e a come valorizzano in maniera originale ogni uomo.
L’attenzione al versante penale è subito concentrata negli articoli dal 22 al 28, con principi e limiti all’uso legittimo della forza (art. 23), col principio di difesa per cui è innegabile la possibilità di garantire a ciascuno il diritto di potersi difendere (dal lato sia attivo che passivo) in giudizio (art. 24), il principio di legalità della pena (art. 25), tale che nessuno possa essere punito per un fatto che non costituisca reato secondo la legge penale; inoltre i limiti all’estradizione dei cittadini (art. 26), il principio di personalità della responsabilità penale (art.27) per cui solo chi è effettivamente colpevole deve essere punito e subire le conseguenze del suo errato agire; ancora  la presunzione di non colpevolezza per cui, solo in presenza comprovata di fatti che dimostrino il legame tra persona e reato commesso, si possa erogare una pena, la quale infatti deve avere il carattere dell’umanità e lo scopo rieducativo, essendo bandite dal nostro ordinamento sia la tortura che la pena di morte. Passando adesso all’analisi dei rapporti etico-sociali, focalizziamo l’attenzione sulla famiglia, la salute, l’arte e cultura, la scuola; la famiglia è chiaramente la formazione sociale più importante per la realizzazione di una persona, è tutelata attraverso il riconoscimento del matrimonio e l’imposizione ai genitori di tutela e assistenza ai figli. La salute (art. 32), è altresì quel valore a prescindere dal quale la vita stessa viene preclusa, per questo attraverso la proclamazione del principio del consenso informato nessuno può essere sottoposto ad alcun trattamento medico-sanitario senza espressa autorizzazione. La scuola infine (art.34), come istituzione di formazione e crescita, deve essere tutelata, come veicolo di conoscenza e di maturazione, perché è anche il primo gradino sociale d’incontro col mondo esterno, per tal ragione deve essere aperta a tutti.
Adesso è il momento dei Rapporti Economici: gli articoli dal 35 al 47 sono dedicati all’organizzazione del lavoro che, come già dichiarato nel primo degli articoli costituzionali, è il fondamento della nostra Repubblica; in questo settore si guarda infatti alla legislazione sul giusto salario (art. 36, com. 1),alla durata massima della giornata lavorativa (art. 36, com. 2), al diritto/dovere al riposo settimanale (art. 36, com. 3), al lavoro femminile e minorile (art. 37), ai lavoratori invalidi, malati, anziani o disoccupati (art. 38), alla libertà di organizzazione sindacale (art. 39), al diritto di sciopero (art. 40), alla libertà di iniziativa economica (art. 41), alla proprietà (art. 42), alla possibilità ed i limiti all'espropriazione (art 43), alla proprietà terriera (art. 44), alle cooperative e l'artigianato (art. 45), alla collaborazione tra i lavoratori (art. 46) ed al risparmio (art. 47). Questi riferimenti sono imprescindibili,
 occorre un approccio chiaro e definito perché l’uomo investe se stesso, il suo futuro, la sua dignità e il suo tempo nel lavoro.
Infine, negli articoli dal 48 al 54, sono descritti i Rapporti Politici: attraverso il richiamo alle elezioni, alle tasse e ai partiti si esplicano quei rapporti che legano i cittadini al potere dal loro stesso voto legittimato, alla necessità di contribuire a livello economico per l’organizzazione degli uffici e dei servizi nazionali, al riconoscimento dei loro ideali in una cornice compatta di gruppo in cui riscontrare una parità di scopo.  Per le elezioni: l'art. 48 afferma che sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età; afferma anche che il voto è personale ed eguale, libero e segreto, e che il suo esercizio è dovere civico.
Per i partiti: l'art. 49 afferma il principio della libertà di associarsi in partiti e del pluripartitismo politico.
Per le tasse: l'art. 53 afferma il dovere di tutti i cittadini di concorrere alle spese pubbliche pagando le tasse (com. 1) ed il principio di progressività della tassazione (com. 2).
I doveri in ultima sintesi: l'art. 52 afferma il dovere di difendere la patria mentre l'art. 54 afferma il dovere di essere fedeli alla Repubblica, alla Costituzione ed alle leggi.
Si conclude così un percorso in cui “poter fare” e “dovere astenersi” si alternano come il giorno e la notte, creando insieme quella compostezza completa di cui si necessità per vivere, come abbiamo già sottolineato, in maniera ordinata. Non resta che assimilare quanto stiamo apprendendo, per far sì che diventi un automatismo, che ci renda certi di avere in tasca la risposta giusta. Eleonora Savoca
 






articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Domenica, 20 marzo 2011 ore 22:30:37 CET di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 4
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Giurisprudenza

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi