Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 556449113 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2022

La forza della lettura al Liceo Lombardo Radice con Libriamoci
di a-oliva
838 letture

Quando l’arte porta lontano: primo premio, premio del presidente della giuria e menzione d’onore per il Convitto Cutelli al Premio Enrico Bonino
di a-oliva
728 letture

LA SCUOLA COME LA VORREI. Il Ministro Valditara interroga i presidi
di a-oliva
521 letture

La scuola fuori… non come prima di Lorenzo Bordonaro e Teresa Garaffo
di a-oliva
462 letture

Ma il Merito non era di sinistra?
di a-oliva
453 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

I video della scuola
I video della scuola

·Video e rap per la Shoah. Il Coro interscolastico di voci bianche 'Vincenzo Bellini'
·25 aprile, lontani ma vicini: i giovani cantori di Torino cantano 'Bella ciao'
·Caro virus, non sei simpatico e gentile
·L'aeronautico di Catania si prepara al lavoro nella base di Sigonella
·Premiazione concorso #Zerobullismo, la tua storia contro il bullismo in rete - Liceo Classico 'Tommaso Fazello' di Sciacca


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Scientifiche: La pet therapy a scuola, come ausilio per la cura di alcuni disturbi emotivi .

Redazione
Cartesio sosteneva gli animali non erano nient’altro che macchine, automi. Ci dispiace dire, invece, che Cartesio, nonostante le sue geniali intuizioni filosofiche e matematiche, in questo, però, si sbagliava. Ma lo possiamo giustificare comprendendo il secolo in cui viveva: il Seicento, secolo di meccanicismo e anche di scoperte scientifiche importanti come quella della circolazione del sangue da parte del medico inglese Harvey. Rapidamente diciamo che anche in questo (sigh..) Cartesio si sbagliava…. O meglio per egli era il sangue a determinare il movimento del cuore e non il contrario come poi, invece, dimostrò Harvey.
In realtà, chi ha vissuto  accanto ad un animale domestico, cane o gatto che sia, facilmente ha inteso come gli animali siano forniti , in un certo senso, di “un’anima”, capaci di esprimere nel loro “linguaggio” sensazioni, emozioni e persino… sentimenti. Come forse, addirittura, certi “individui” hanno persino accantonato o dimenticato.
La pet therapy ( dal termine inglese pet che indica proprio gli animali da compagnia) è ormai entrata anche a .. . scuola dopo che in varie strutture ne è stata comprovata la validità nell’ausilio importante che fornisce per la risoluzione di molti disturbi; come il controllo degli stati emotivi, problemi dovuti a varie difficoltà di relazionarsi con gli altri, problemi comportamentali, sebbene sia comunque utile anche per quei ragazzi che non presentino alcuna di queste problematiche.
L’animale è considerato co-terapeuta nel senso  che aiuta a sciogliere molti nodi emotivi anche inconsapevoli; il rapporto che si crea con esso è transitivo ed attivo, ovvero  esso interagisce, attraverso quello specifico linguaggio interiore che va oltre le parole, con chi gli si avvicina .
A questo proposito, è utile ribadire alcune buone norme dettate dall’etologia per poter usufruire pienamente di questo speciale ausilio.
E’ senz’altro da tenere conto che non tutte le razze canine o feline sono adatte per la pet therapy. Ogni razza presenta infatti delle specifiche caratteristiche; solitamente i cani di piccola taglia sono notoriamente più suscettibili ed aggressivi di quelli di media e grossa taglia, il che può sembrare paradossale, ma è proprio così. Chi non ha mai visto anche un minuscolo chiwawa abbiare furiosamente ( e coraggiosamente) anche di fronte a cani così grossi da poterlo tranquillamente ridurlo in “polpette”? Metafora forse degli altri ben noti  esseri del regno animale, gli uomini, che più piccoli ed insignificanti sono… e più chiasso fanno ( per farsi notare).
Anche tra le razze feline ci sono notevoli differenze; tra un siamese, un soriano ed un persiano ci sono notevoli differenze  caratteriali ed il primo, il siamese, per esempio, non è quasi mai adatto alla pet therapy.
E’ anche importante il primo approccio che si ha con l’animale. Non è mai consigliabile un approccio “frontale”  che gli animali avvertono come un potenziale pericolo. E c’è una spiegazione a questo: istintivamente l’animale protegge le sue parti più vulnerabili, come il “tartufo” ( il naso) specie da chi non conosce bene. E’ anche necessario non fissarlo mai negli occhi ( anche questo può essere avvertito come un segno di sfida); una volta presa confidenza, l’animale sarà più propenso a farsi accarezzare più a lungo, rispettando comunque sempre le sue esigenze. Chi  ha o ha avuto in passato degli animali da compagnia sa bene come, specie i gatti, non sempre siano in vena di coccole, e prima di sperimentarlo sulla propria pelle ( e non soltanto in senso figurato…) è meglio capire subito che nessun animale è, o può essere usato, come un oggetto per il nostro sollazzo e che bisogna sempre rispettare i suoi tempi, senza forzarlo.
 E’ sempre buona norma, infine, che il contatto graduale dei ragazzi con l’animale sia guidato da un esperto, meglio se un veterinario. Infatti, non è possibile introdurre nessun approccio con  l’animale se non mediante la figura di uno specialista di cui l’animale abbia piena fiducia, meglio se ne è il proprietario, in modo che la bestiola possa sentirsi a suo agio e protetto.

Tecla Squillaci
stairwayto_heaven@libero.it








Postato il Venerdì, 14 gennaio 2011 ore 07:43:57 CET di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.55 Secondi