Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 489192739 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2019

Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
di a-oliva
764 letture

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra
655 letture

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva
575 letture

Personale ATA - Elenco definitivo Assistenti Amministrativi disponibili alla copertura dei posti vacanti del profilo di D.S.G.A. – A.S. 2019/2020
di a-oliva
573 letture

Grazie Nicholas
di a-oliva
567 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Mons. Gaetano Zito, padre, maestro e amico
·Grazie Nicholas
·Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
·25 anni fa la tragedia del piccolo Nicholas e il grande dono.
·UCIIM - Istituto Ventorino - Giovedi 26 settembre alle ore 16 avrà luogo il convegno promosso dall’UCIIM sul tema: Educazione Civica e Cittadinanza Digitale


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Consorzio: Non solo Sakineh, la pena di morte è attiva in molti altri stati del mondo.

Redazione
Ormai non si contano più i movimenti  di mobilitazione, spontanei o meno, per salvare la vita a Sakineh, questa donna iraniana accusata di complicità in omicidio del marito.
L’evidente scalpore che ha suscitato questo caso, però, merita una riflessione, anche a costo di apparire una voce fuori dal coro, fermo restando la condanna della pena di morte in qualunque forma e in qualunque posto essa si manifesti.
La prima riflessione deve scaturire dalla verifica di alcuni luoghi comuni, purtroppo molto diffusi e non a caso, che coinvolgono il mondo islamico. E’ pur vero, infatti, che  in Iran esiste un altissimo livello di alfabetizzazione femminile; la maggioranza di loro si laurea e occupa professioni di prestigio il che smentisce, chiaramente, l’idea che le donne iraniane siano tenute in uno stato di segregazione. Per l’opinione pubblica, però, tutto il mondo islamico viene visto secondo un modello omologante che accomuna Iran, musulmani sciiti e talebani secondo un unico stereotipo,  per lo più falsato e che non tiene conto che alcune usanze come il burka, l’infibulazione e altre pratiche tipiche di alcuni paesi siano di derivazione autoctona, usanze locali antiche,  addirittura alcune anche pre- islamiche.
A questo punto si dovrebbe riflettere anche sul  concetto di “libertà” delle nostre donne occidentali. E se viene ritenuto  aberrante secondo la nostra idea di “libertà” l’uso dello chador ( il velo che deve  coprire solo i capelli e non il volto delle donne musulmane secondo la tradizione coranica ortodossa) che cosa dire allora della continua esposizione e mercificazione del corpo femminile non solo a livello mediatico ma anche per “ fare carriera” che abbiamo nel nostro civile mondo occidentale?
Può sembrare paradossale ma se per essere “facilitate” a fare un esame o a vincere un concorso bisogna mostrare le gambe, a questo punto, è molto meglio lo chador che per lo meno impone agli altri di valutarti per quello che sei e per quello che vali e non per l’aspetto fisico! E’ ovviamente una provocazione ma c’è poco da scherzare riguardo l’interpretazione errata di libertà che viene spacciata per vera nella nostra società;  la cosa più odiosa è che viene vista anche come un modello privilegiato e quindi superiore, accettato e ripetuto quasi da tutti ma senza la minima criticità in  merito.
L’Iran, inoltre, è uno stato sovrano, autonomo e libero di vivere secondo le proprie leggi, le proprie idee e la propria religione. Un caso di condanna a morte può indignare per l’offesa che essa comporta ad ogni essere umano ma non può diventare come temiamo, l’ennesimo pretesto per denigrare un paese “scomodo”; scomodo per le idee che vanno contro ad alcuni interessi particolari. I contrasti ideologici vanno affrontati con la politica e la diplomazia e non con le bombe se è davvero questo che si cerca, cioè il dialogo e non invece, come temiamo, si persegue un preciso progetto che non è tanto  interessato alle risorse economiche quanto piuttosto all’interesse strategico-militare che riveste lo spazio occupato dall’Iran e in cui fine ultimo non è soltanto il controllo del Medio oriente ma soprattutto della Cina.
Tornando , infine , alla pena di morte vale ribadire che  ogni lotta è utile per salvare una vita umana e  quindi anche per Sakineh ma ad una condizione: che si parli anche di quelle decine e decine di persone ancora  detenute nei vari bracci della morte in attesa di essere giustiziate ( fra l’altro negli USA fino al 2005 venivano giustiziati anche detenuti per delitti compiuti durante l’adolescenza) e precisamente nei seguenti stati e nei seguenti modi:
Alabama: iniezione letale
Arizona: camera a gas, iniezione letale
Arkansas: iniezione letale, sedia elettrica
California , camera a gas, iniezione letale
Colorado: iniezione letale
Connecticut:iniezione letale
Delaware: iniezione letale
Florida:iniezione letale, sedia elettrica
Georgia, Idawo, Illinois, Indiana, Kansas: idem
Kentucky e Lousiana: iniezione e sedia elettrica
Maryland, Mississippi, Missouri: camera a gas, iniezione
Montana, New hampshire: iniezione o impiccagione
Nebraska: sedia elettrica
New Mexico, New york: iniezione
North Carolina: camera a gas
Ohio: iniezione
Oklohoma: camera a gas, iniezione, sedia elettrica
Oregon e Pennsylvania: iniezione letale.

 Perché diversamente è difficile, molto difficile credere che un solo caso come se fosse l’unico, possa indignare  laddove, invece, per tutti gli altri nessuno o quasi manifesta il minimo dissenso…

Tecla Squillaci
stairwayto_heaven@libero.it








Postato il Giovedì, 18 novembre 2010 ore 01:00:00 CET di Tecla Squillaci
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi