Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 486091780 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1258 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
984 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
758 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
728 letture

Sulla povertà
di m-nicotra
674 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: GELMINI IN DOLCE ATTESA:'NON STARO' A CASA NEPPURE UN GIORNO'

Comunicati

Proteste per i tagli alle paritarie:
Gelmini in dolce attesa:
“non starò a casa neppure un giorno”

Il Ministro smentisce da subito l’esigenza di nominare un sottosegretario “a tempo” da affiancare all’on. Giuseppe Pizza: mi sento in stato di grazia ed il modello anni Ottanta della donna in carriera che rinuncia ai figli, alla famiglia e alla vita personale in nome del lavoro, non mi appartiene. L’esempio da seguire? La Prestigiacomo. Poi l’annuncio per il 2010: basta classi ghetto, stranieri non oltre 30%.

Prima l’annuncio di essere in dolce attesa. Poi, a poche ore di distanza, la precisazione: “Quanto mi fermerò? Non starò a casa neppure un giorno”. E’ questa la modalità scelta dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, di rendere noto all’opinione pubblica di attendere un bimbo dal compagno Giorgio Patelli, che probabilmente sposerà a gennaio: prima che le indiscrezioni, per un pancia che comincia ad essere vistosa, prendessero il sopravvento, la Gelmini ha preferito anticipare i tempi. Spiegando di essere felice, ma anche che per una donna impegnata sul lavoro lo stato interessante non è detto che rappresenti un impedimento: “vedo che ci sono milioni di mamme che riescono a fare bene entrambe le cose. Certo, a prezzo di qualche sacrificio, di qualche fatica. Io non sono mai stata così bene. Mi sento in stato di grazia, molto più forte rispetto al solito”.

Il messaggio inviato dal Ministro è evidente: tranne i giorni a ridosso e subito dopo il parto, che si prevede ad aprile, non ha alcuna intenzione di lasciare il dicastero dell’Istruzione in mano ad altri. L’ipotesi del sostituto a tempo, a capo del dicastero di viale Trastevere, circolata subito dopo l’annuncio, della necessità di nominare un sottosegretario operativo e da affiancare a quello già esistente, Giuseppe Pizza, è presto naufragata.

Del resto “il modello anni Ottanta - ha dichiarato Gelmini - della donna in carriera che rinuncia ai figli, alla famiglia e più in generale alla vita personale in nome del lavoro, non mi appartiene”. La sua musa di futura mamma non può essere, quindi, la donna media italiana. Molto meglio ispirarsi all’attuale ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, che nel 2002, a capo del dicastero Pari opportunità, riuscì a cavarsela senza particolari problemi: per Gelmini “è riuscita a fare il suo lavoro egregiamente. Spero di riuscirci anch’io. Che devo dire? Metterò una nursery al ministero”.

Meglio allora riservare le preoccupazioni per il dopo, soprattutto nei primi mesi di vita del nascituro. Mamma e Ministro potrebbe essere non proprio conciliate. "E' un bell'impegno. Ma non voglio fare la vittima: ci sono tante mamme, in giro per l'Italia, che quotidianamente si sdoppiano benissimo". E comunque "è molto più difficile essere una brava mamma che un buon Ministro".

Gelmini, che nel pomeriggio aveva risposto a due question time sulla sentenza di Strasburgo che vorrebbe il crocifisso fuori dalle aule (definita “del tutto insensata” ma comunque senza alcun effetto “coercitivo”), il ministro dell’Istruzione ha confermato la volontà di inserire un tetto alla presenza di studenti immigrati per classe: sarà del 30% e verrà adottato con ogni probabilità già dal prossimo anno scolastico. Si tratterebbe di “una misura - ha detto Gelmini - suggerita dai dirigenti scolastici e dagli insegnanti che si trovano ad operare nelle scuole dove la presenza di stranieri è molto elevata. L'obiettivo perseguito è un equilibrio all'interno delle classi tra studenti immigrati e studenti italiani perché è provato - ha concluso - che laddove ci sono classi composte quasi interamente da studenti immigrati quelle classi diventano classi ghetto".









Postato il Venerdì, 13 novembre 2009 ore 00:00:00 CET di Salvina Torrisi
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi