Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 519253371 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
marzo 2021

Verso il primo settembre. I temi urgenti: Covid precariato, graduatorie ATA
di a-oliva
608 letture

Completato l’assetto politico-amministrativo del Ministero. Quale futuro immaginare?
di a-oliva
537 letture

Un’idea di giustizia
di m-nicotra
497 letture

SCUOLA PER TUTTI e…. PER CIASCUNO
di a-oliva
377 letture

UNA STORIA DI FEDE E DI SPERANZA. Covid, i medici vogliono staccare la spina ma la moglie fa un voto a Sant’Agata: si sveglia dopo tre mesi
di a-oliva
224 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·La pubblica amministrazione sul sentiero dell’innovazione digitale verso un nuovo umanesimo. Scuola di Formazione politica Futurlab
·Conte in videocollegamento con l’Assemblea annuale Anci
·Definizione nuova data concorso Gianni Rodari e insieme per suonare cantare danzare
·Domani sabato 26 ottobre 2019, alle ore 17:30 conferenza presso l'Aula Magna del Convitto “M. Cutelli” – Catania dal titolo “Le malattie debilitanti neurodegenerative''.
·Miur: assunzioni a ribasso e nuova ondata di precari


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Formazione Superiore: Graduatorie e SSIS: interviene ancora il TAR Lazio (di Dott. Giuseppe Motta)

Giurisprudenza
Graduatorie e SSIS: interviene ancora il TAR Lazio

Con l’emanazione della circolare del Ministero dell’Istruzione, Università e della ricerca scientifica, n. 69 del 14 giugno 2002, sembrava giunto alla fine il tormentone relativo al punteggio da assegnare agli abilitati presso le SSIS.

Il Ministero, infatti, dando esecuzione ad una serie di pronunce, tutte conformi, del TAR Lazio Sez. III bis (n. 4731/2002; 5122/2002; 6059/2002) ha stabilito che il punteggio per il servizio di insegnamento prestato durante la frequenza delle SSIS, in precedenza assegnato per tutto il biennio, veniva detratto limitatamente ai soli periodi di coincidenza del servizio con la effettiva frequenza dei suddetti corsi di specializzazione, e non, come sostengono “i precari” ricorrenti, per l’intero biennio.

Inoltre il Ministero, che come ben si comprende intende privilegiare al massimo i frequentatori delle SSIS, ha ritenuto applicabile il punteggio aggiuntivo (del servizio svolto) per le graduatorie nelle quali essi non beneficiano dell’attribuzione del punteggio fisso aggiuntivo di trenta punti.

“I precari storici” maggiormente danneggiati dalla suddetta circolare, hanno ritenuto che la stessa fosse palesemente contraria allo spirito delle sentenze del TAR che invece sostiene di applicare ed hanno proposto ulteriori ricorsi avverso tale circolare, riprendendo, in buona parte, le motivazioni addotte dal TAR.

Il TAR per l’Umbria – Sez. di Perugia – con ordinanza n.131/2002 emessa nella camera di consiglio del 31/07/2002, sebbene territorialmente incompetente trattandosi dell’impugnazione di un atto di un’autorità “ centrale”, ha ritenuto opportuno, correttamente ad avviso di chi scrive, intervenire con la sospensione della circolare ministeriale, in considerazione dell’estrema urgenza, data dall’imminente inizio dell’anno scolastico, e del fatto che ad una prima lettura appare chiaro come la stessa appaia elusiva delle citate pronunce del TAR. Per il Lazio.

Appena pochi giorni prima, anche se depositata in segreteria il 13 agosto 2002, il TAR per il Lazio è intervenuto sul medesimo argomento con sentenza, pronunciata ai sensi dell’art. 21, comma 10, della legge 1034/1971, così come modificata dalla legge 205/2000, accertata la completezza del contraddittorio e dell’istruttoria.

Con tale sentenza (TAR Lazio, Sez. III bis, n. 7121/2002) il TAR, ribadendo quanto più volte affermato in precedenza, ha accolto in parte il ricorso, annullando la circolare ministeriale nella parte in cui prevede la detrazione del punteggio per il servizio solo in relazione al periodo di effettiva frequenza dei corsi SSIS.

Sebbene il contenuto della sentenza non riporti particolari novità sul piano giuridico rispetto alle precedenti, ciò che colpisce il commentatore è l’atteggiamento di chiaro rimprovero che il Giudice Amministrativo assume nei confronti del Ministero che, a suo avviso, da un lato “mostra piena acquiescenza…”alle precedenti sentenze, dall’altro “introduce modifiche alla disciplina che risulta dalla interpretazione data dal giudice amministrativo…”.

Ma ciò non è tutto. Il TAR lascia intendere in maniera non molto larvata che i corsi frequentati presso le scuole SSIS non sempre rispondono a quei requisiti di serietà e completezza che una lettura in chiave europeistica impone. Ed infatti, sostiene il predetto TAR, “non può passare inosservato il fatto che l’Amministrazione non ha mai fornito elementi concreti per valutare in modo convincente la conformità dell’organizzazione delle SSIS ai parametri comunitari… la situazione di fatto anzidetta che consente ai corsisti di svolgere attività d’insegnamento si pone ai limiti dello spirito comunitario, atteso che essa sfiora a distanza ravvicinatissima il limite di credibilità dei corsi SSIS”.

Aggiunge il Giudice Amministrativo che “risulta assolutamente illusorio ritenere materialmente possibile sommare le attività di insegnamento per fini retributivi con la partecipazione ai corsi SSIS e con l’espletamento di autonomo tirocinio”, anzi l’eventuale insegnamento deve essere considerato alla stregua di “un’attività di tirocinio” prevista dai programmi delle SSIS, e quindi non potrà sicuramente “essere valutato in maniera autonoma, atteso il generale divieto di apprezzare due volte lo stesso servizio…”.

Nel fare le precedenti considerazioni il Giudice arriva a dire che “non è comprensibile l’accanimento difensivo dell’Amministrazione a favore di una sola categoria di docenti e, segnatamente in pregiudizio della categoria sino ad ora sicuramente più meritevole: quella che ha superato il pubblico concorso, pure classificandosi solo tra gli idonei”.

In conclusione, poiché la durata dei corsi SSIS è biennale i docenti che conseguano l’abilitazione “non hanno titolo ad avere accreditato alcuno dei 24 punti attribuibili per due anni di insegnamento, secondo la tabella di valutazione aggiornata con il decreto ministeriale n. 11 del 12 febbraio 2002”.

Il medesimo TAR però non ha accolto quella parte di ricorso relativa all’utilizzabilità del punteggio spettante per il servizio svolto durante la frequenza alla SSIS, in ordine ad una diversa graduatoria permanente nella quale il docente possa iscriversi in forza di abilitazione ordinaria per la quale non abbia beneficiato dei trenta punti aggiuntivi.

In conclusione, ricapitolando i risultati della “guerra” tra i precari storici e gli abilitati con la frequenza della SSIS, possiamo dire che la situazione è di vittoria dei “Sissini” per due a uno.

Infatti i precari hanno ottenuto solo che i “Sissini”non possano cumulare, ai trenta punti aggiuntivi, quelli derivanti dall’eventuale servizio svolto durante i due anni della frequenza del corso; viceversa i “Sissini” hanno mantenuto i trenta punti aggiuntivi censurati nei precedenti ricorsi al TAR Lazio, che li aveva ritenuti legittimi, ed in più hanno ottenuto, con la sentenza che si commenta, di poter utilizzare il punteggio per il servizio svolto durante la frequenza per eventuali altre graduatorie in cui siano presenti in virtù di abilitazioni ordinarie precedentemente conseguite.

Una vittoria morale per i precari è quella relativa al chiaro rimprovero che il TAR ha fatto al Ministero circa la gestione ai limiti della legittimità di tutta la situazione e in relazione agli evidenziati dubbi circa la corrispondenza alla normativa europea della stessa.

La “guerra comunque non è finita. Sembra infatti che il Ministero voglia impugnare la sentenza commentata per chiederne un riesame al Consiglio di Stato.

Verificheremo e ne daremo conto ai lettori.

Avv. Dott. Giuseppe Motta









Postato il Lunedì, 26 agosto 2002 ore 22:14:33 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.28 Secondi