Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 502937154 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2020

Compiègnie, l’esame di Stato e la vita che verrà ...
di a-battiato
1306 letture

Sogno di una notte di inizio estate tra esame di stato e ricordi di una ormai lontana ... Stoccolma
di m-nicotra
847 letture

Cosa sarà?
di a-oliva
823 letture

All’Istituto paritario S. Maria della Mercede di S Agata Li Battiati, la pagella e un CD ricordo dell’anno Covid-19
di a-oliva
391 letture

Docenti di Religione cattolica a.s. 2020/2021 - Graduatorie provinciali provvisorie su base diocesana
di a-oliva
326 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Andrea Oliva
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·Scuola, pubblicati i risultati della mobilità dei docenti: soddisfatto oltre il 55% degli insegnanti. Per 8.000 ok a spostamento in altra Regione. Azzolina: “Importante aver garantito la procedura. Ora avanti con le assunzioni”
·Lettera alla comunità scolastica per la riapertura delle scuole a settembre
·Presentate le Linee guida per settembre
·Insegnamento dell’educazione civica: Studio della Costituzione, sviluppo sostenibile, cittadinanza digitale sono i tre assi portanti. Fondamentale la formazione del personale
·Corso-concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le Istituzioni scolastiche statali. Indicazioni relative allo svolgimento della prova preselettiva


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: ASAS: LETTERA APERTA AL NUOVO ASSESSORE REGIONALE alla CULTURA E ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Comunicati

LETTERA APERTA AL NUOVO ASSESSORE REGIONALE

alla CULTURA E ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

 

Ill.mo  On. Lino Lenza

 

                        Lieto per la Sua nomina all’Assessorato Regionale ai BENI CULTURALI , AMBIENTALI ed anche alla PUBBLICA ISTRUZIONE, quale operatore scolastico della provincia di Catania, la Sua provincia, sento il dovere di farLe presente alcune osservazioni e segnalarLe alcune priorità.

                        La cultura dell’autonomia regionale,  della quale Ella si dichiara “alfiere e sostenitore”e la specificità dell’autonomia siciliana, che da sessant’anni vanta un glorioso Statuto, rimasto in alcuni passaggi solo “dichiarazione di intenti”, La impegna a dare specifiche risposte alla scuola siciliana, ricca di potenzialità  e di risorse non del tutto adeguatamente valorizzate.

                        Già il Suo predecessore, On. Pagano, aveva affermato che intendeva modificare la nomenclatura dell’Assessorato, mettendo in giusta priorità la scuola e l’istruzione, che animerà poi  i Beni culturali ed ambientali.

                        La trasposizione dei termini nella titolazione dell’Assessorato all’Istruzione e ai Beni Culturali e Ambientali, rimarrebbe solo poca cosa, se non sarà caricato di significato e di valenza politica, dando priorità allo sviluppo della scuola siciliana, all’edilizia scolastica regionale, all’esercizio del diritto allo studio, alla definizione del curricolo regionale e di un cammino formativo e culturale che caratterizza il percorso degli studi di uno studente siciliano.

                        Una volta parlare di autonomia in un sistema centralista e nazionale sembrava una forzatura e gli operatori scolastici, dirigenti e docenti hanno sempre eseguito ed applicato le norme  e le disposizioni nazionali, che fra l’altro non sempre venivano applicate in Sicilia, se la Regione non legiferava in merito.

                        Oggi la cultura dell’autonomia  è entrata a pieno titolo nella realtà scolastica ed ha tracciato un positivo solco.  I dirigenti ed i docenti vogliono far sentire e valere la specificità dell’autonomia  nella didattica, nell’organizzazione e nella vitalizzazione della scuola siciliana.

                        La flessibilità del calendario scolastico e degli orari delle lezioni ne sono una piccola testimonianza, ma spesso l’autonomia rimane  solo  parola vuota, quandoi vincoli e la carenza delle risorse finanziarie  non consentono di dare spazio alla progettualità formativa,  elaborata per dare specifiche risposte ai bisogni del territorio

                        Pare che tra i tagli che il Governo ha messo in atto, creando il disagio dei tassisti, degli avvocati, dei professionisti,  anche se non esplicitamente dichiarati, ci siano dei tagli alla scuola, la quale ha già subìto in precedenza notevoli disagi e riduzioni.

                        Sarebbe auspicabile che l’Assessore regionale da vero “autonomista”  vada in controtendenza e risponda in maniera specifica ai bisogni delle scuole della Sicilia.

                        Le difficoltà finanziarie degli Enti Locali spesso ricadono sui punti deboli della società civile e la scuola è considerata tale da  molte amministrazioni locali.

                        Ne dà prova il Comune di Catania che, pur avendo ricevuto il contributo regionale per i buoni libro ordinari per gli studenti del ciclo primario, ha utilizzato diversamente le somme assegnate e non ha consegnato ai genitori il modesto buono libro, destinato per legge a tutti cittadini italiani nell’esercizio del diritto allo studio. I genitori per il prossimo anno scolastico hanno tutto il diritto di richiedere il doppio buono libro ordinario, non avendolo ricevuto lo scorso anno

Le scuole  catanesi  di competenza del Comune, da due anni non  ricevono i

necessari finanziamenti per le  spese relative al  funzionamento della materiale di cancelleria, registri, arredi,materiale di pulizia  e sono inoltre dichiarati “debitori” di somme che spettano al Comune quale rimborso del buono pasto dei docenti.

                        Sarebbe auspicabile che l’Assessorato Regionali solleciti gli Enti locali, Provincia e Comune  ad assegnare direttamente alle scuole un budget consistente che possa garantire l’espletamento delle funzioni, dei compiti e dei servizi necessari per il buon andamento della scuola. e che i Comuni e le Province provvedano alle progettualià trasversali (edilizia e arredi) e verifichino il corretto uso delle somme assegnate  alle  singole scuole per la manutenzione degli edifici ed  il funzionamento amministrativo e didattico.

                        Una particolare attenzione merita la scuola siciliana, che nella gestione dell’Assessorato non ha avuto tutta l’attenzione e le tutte le risorse di progettualità e di sviluppo e si auspica un nuovo cammino formativo finalizzato alla  conoscenza  e alla salvaguardia della tradizione, della cultura, dell’arte  e della lingua del popolo siciliano.

                        Perché tutto ciò non rimanga soltanto un auspicio ed una dichiarazione di intenti occorre sin da subito dare vita alla definizione del “curricolo regionale” già previsto dalle Leggi nazionali e che prevede per i diversi ordini e gradi la definizione di un percorso di studio e di specifiche conoscenze, che consentano al termine del percorso formativo che uno studente siciliano conosca la storia della propria Città, le peculiarità della Provincia di appartenenza  e le caratteristiche specifiche della Regione Sicilia.

                        AugurandoLe un proficuo lavoro nel nuovo incarico per lo sviluppo e la crescita di qualità della scuola siciliana, sperando che le presenti osservazioni trovino positiva accoglienza e cortese attenzione, porgo distinti ossequi 

Giuseppe Adernò

Preside Istituto “Parini” di Catania






dello stesso autore




Postato il Mercoledì, 12 luglio 2006 ore 08:33:58 CEST di Grazia Patrizia Raciti
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



Argomenti Correlati

Comunicati

contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi