Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511256236 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2020

La scuola ha un futuro?
di m-nicotra
1681 letture

Chi cura le anime?
di g-aderno
1665 letture

Trasformazioni del piano e coniche: una proposta didattica
di m-nicotra
1602 letture

TFA e CONCORSI DA CONGELARE
di a-oliva
1399 letture

La voce dei ragazzi sul Covid. Proposta operativa di Educazione Civica
di a-oliva
1347 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Palazzo Chigi, 04/11/2020 - Il Presidente Conte illustra in conferenza stampa le nuove misure per fronteggiare l'emergenza da Covid-19
·Coronavirus, intesa tra regione e università sui medici specializzandi
·DPCM 24 ottobre, la conferenza stampa del Presidente Conte, in pdf il nuovo documento sulle nuove misure e gli allegati
·Il Presidente della Regione Siciliana obbliga l’uso della mascherina quando si è fuori casa
·Concorso Ministero della Giustizia. Le certificazioni ECDL e ICDL valgono 2 punti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: Accordo Cei-Governo per le Sante Messe dal 18 maggio. Leggendo il Protocollo sanitario

Redazione
Dopo il rintocco di campane  tra Palazzo Chigi, (le Messe sono sospese, autorizzati  solo i funerali con 15 persone ); l’attacco della CEI  (violazione della libertà di culto) e la campanella di Santa Marta:   "Obbediamo alle regole per non far tornare la pandemia", al termine di una lunga trattativa durata settimane, ecco finalmente firmato  a Palazzo Chigi, il protocollo che permetterà la ripresa delle celebrazioni  religiose con la partecipazione del popolo. Il documento è stato firmato dal presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese.
"Il Protocollo, frutto di una profonda collaborazione e sinergia fra il Governo, il Comitato Tecnico-Scientifico e la Cei, dove ciascuno ha fatto la sua parte con responsabilità": come ha dichiarato il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, ribadendo "l'impegno della Chiesa a contribuire al superamento della crisi in atto", indica alcune misure da ottemperare con cura, concernenti l'accesso ai luoghi di culto in occasione di celebrazioni liturgiche, e alcuni suggerimenti generali.


«Le misure di sicurezza previste nel testo, ha dichiarato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, esprimono i contenuti e le modalità più idonee per assicurare che la ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo avvenga nella maniera più sicura per garantire le esigenze di tutela della salute pubblica “.
Si potrà condividere il distanziamento fisico dei fedeli per evitare il contagio, ma leggendo le prescrizioni “laiche” del protocollo si nota come la Chiesa è equiparata ad un normale edificio pubblico, quasi un “esercizio commerciale” e non come realmente è un luogo di culto, luogo di preghiera e d’incontro con il Signore, centro di spiritualità. Perché autorizzare le celebrazioni il 18 maggio che è un lunedì, e non la domenica, che il “giorno del Signore”?
La celebrazione Eucaristica e la somministrazione dei Sacramenti vengono trattate come “cose che si fanno in chiesa”, non evidenziando la valenza spirituale e religiosa dei sacri riti.
Nel comma 3.4 vengono scanditi i passaggi della “distribuzione della Comunione”: “Dopo aver curato l’igiene delle mani e indossato i guanti monouso e mascherina coprendo naso e bocca”.
Il rito liturgico della Messa da secoli prevede il lavabo prima della Consacrazione e dopo aver toccato il Corpo di Cristo non sono necessari altri lavabi.
Se è vero quel che ci hanno insegnato al Catechismo, il Sacerdote, alter Christus, con le parole della consacrazione trasforma e transustanzia il pane (ostia) e il vino in Corpo e Sangue dei Gesù.
Dopo aver toccato non l’ostia, ma il Corpo di Cristo, il Sacerdote non ha bisogno di altre operazioni igieniche, né di protezione alcuna, perché “non distribuisce ostie “, che secondo il protocollo non devono “venire a contatto con le mani dei fedeli”, ma rende partecipi i fedeli del mistero eucaristico, nutrendosi del Corpo di Cristo e non di semplici ostie.
 Chi ci crede sa che “ Se non mangerete la mia carne e non berrete il mio sangue non avrete la vita in voi!” dice il Signore. L’Eucarestia è la fonte di energia per la vita cristiana.
Questa non leggera differenza di termini ed espressioni, non adeguatamente segnalate nel documento, frutto di “accordi e trattative”, creano confusione ed incertezza, non manifestano quella profonda fede nell’Eucarestia, che da sempre ha caratterizzato la storia della Chiesa.
Mi vien da ricordare, ancora, che nel solenne rito dell’ordinazione sacerdotale il Vescovo celebrante unge con il sacro crisma le mani del Sacerdote che, giunte, vengono legate con un velo bianco e dopo l’ordinazione vengono baciate dai familiari e dai fedeli. Sono mani consacrate e non hanno bisogno di successive igienizzazioni, né di protezione nell’amministrare i sacramenti: Battesimo  Eucarestia e Unzione degli infermi.
In terra di missione, anche se il sacerdote era ammalato di lebbra, nel celebrare la Messa e dare la Comunione non ha mai contagiato nessuno.  Questa è storia che testimonia una profonda fede.
Un altro errore da segnare con la matita blu nel testo del protocollo è al comma 3.9 “Il sacramento della Penitenza venga amministrato in luoghi ampi e areati… nel pieno rispetto delle misure di distanziamento e la riservatezza richiesta dal sacramento stesso. Sacerdote e fedele indossino sempre le mascherine”.
Si tratta di riservatezza o di “segreto confessionale”?
Si dimenticano i tanti sacerdoti santi che si sono fatti ammazzare per non venir meno al segreto confessionale e credo che non era soltanto “riservatezza”.  Le parole hanno un significato ed un valore. Una confessione con la mascherina, ha la dimensione di una semplice conversazione e perde la valenza di “sacramento che perdona e ridà grazia e benedizione”. 
Leggendo queste norme sembra che “ il velo del tempio si squarci in due” e crollano le antiche colonne della dottrina della Chiesa che reggono il tempo santo di Dio.
Il Governo, il Comitato tecnico scientifico non può entrare nel dettaglio dell’operatività e della gestione dei sacramenti che sono di competenza esclusiva della Chiesa che beneficia di un prezioso patrimonio di tradizione e di norme liturgiche. “Libera Chiesa, in libero Stato” nel rispetto delle norme concordatarie, senza invadenza di campo.
Mentre non si comprende la “presenza dell’organista, ma senza coro”, per il quale si potrebbero adottare le normali nome di distanziamento, le altre indicazioni: l’igienizzazione dei luoghi e degli oggetti; la comunicazione da predisporre per i fedeli; l’accesso con mascherina; il destinare una porta d’ingresso e una di uscita da lasciare sempre aperta e senza toccare mai le maniglie; la distanza di un metro e mezzo tra i fedeli, mentre durante la Santa Messa sarà sufficiente un metro” il divieto dello scambio del segno di pace; sono disposizioni alle quali dopo una così pesante quarantena di divieti e di restrizioni si è ormai abituati. 
Una società laica  forse eccessivamente preoccupata della salute fisica ha dimenticato che nella persona umana è presente  una dimensione spirituale, che ha diritto di essere alimentata e mantenersi viva, nella consapevolezza che “bonum est diffusivum sui” e non crea contagi, né trasmette virus.
 
Fioretto








Postato il Venerdì, 08 maggio 2020 ore 14:49:30 CEST di Andrea Oliva
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.28 Secondi