Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 477977070 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2019

Gli studenti dell’IIS De Nicola di San Giovanni La Punta sulla 'via' del pane
di m-nicotra
2064 letture

La SIBEG di Catania apre le porte agli alunni del corso Serale dell’I.I.S. De Nicola di San Giovanni La Punta
di m-nicotra
1979 letture

'Njura Cirasa. Canti e Storie di Siciliani alla Grande Guerra' di Carlo Muratori ad Acireale
di m-nicotra
1423 letture

L’editoria come strumento per valorizzare e diffondere il patrimonio culturale: Metti una redazione a scuola!
di m-nicotra
1410 letture

A Romecup 2019 le sfide dell'umanità aumentata. E più inclusiva tra robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita
di m-nicotra
1382 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·I Collaboratori dei DS incontrano il Sen. Pittoni
·La regionalizzazione si farà! Diceva Agatha Christie: 'Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova'
·Assistenti tecnici negli organici degli Istituti Comprensivi - Vittoria della Feder.ATA
·Appello per uno sciopero unitario contro la regionalizzazione della scuola
·Trasferimento e inaugurazione nuova sede della CISL SCUOLA CATANIA


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Progetti: Si realizza l’ambizioso progetto per il 'dopo e durante noi' a San Cataldo e nasce 'La casa di Josè'

Redazione
Nasce " La casa di Josè", il nuovo e ambizioso progetto della Cooperativa Sociale Etnos di Caltanissetta realizzato per il "dopo e durante noi". Il progetto sperimentale prevede l'integrazione di residenza comunitaria e inserimento lavorativo di ragazzi e adulti con disabilità media o anche grave compatibile con lo svolgimento di attività lavorative. La struttura residenziale, a pochi kilometri da San Cataldo in provincia di Caltanissetta, è una villetta immersa nella campagna siciliana e prevede la coabitazione di 10 giovani e adulti con disabilità che intraprendono un percorso di autonomia e indipendenza dal proprio nucleo familiare o che non hanno più i genitori in vita. La titolazione della casa-famiglia a Josè si deve all'affettuoso tributo voluto dal presidente della Cooperativa nissena - Fabio Ruvolo - al papà degli attuali proprietari dell'immobile (Giuseppe Andaloro recentemente scomparso), che commossi dalla destinazione d'uso dell'immobile hanno mostrato molta disponibilità e compartecipazione emotiva.

«La nostra idea del dopo e durante noi - afferma il presidente della cooperativa nissena Fabio Ruvolo - declina, anche in questo ambito, una idea che ha sempre ispirato le nostre azioni sul territorio. Crediamo fermamente che il lavoro per ogni persona rappresenti una vera opportunità di riscatto e inclusione. Nelle disabilità possiamo confermare, ancor di più, che il lavoro rappresenta una delle forme più evidenti di abilitazione e riabilitazione sociale».

Il modello del "dopo di noi" si basa su quattro pilastri essenziali: la famiglia d'origine del ragazzo, l'impresa sociale, lo Stato e il territorio che si deve far carico anche moralmente della problematica della disabilità.
L'impresa sociale che autofinanzierà la struttura, permettendo ai ragazzi di produrre dei beni di consumo sia alimentari che non, prevede un' impresa agricola e laboratori di creazioni artigianali in terracotta e ferro battuto oltre che un laboratorio di cucina industriale per la formazione dei ragazzi che saranno inseriti nello staff del primo risto-solidale d'Italia "Un Posto Tranquillo". La struttura accoglierà sia ospiti residenti che "diurni" cioè ragazzi che svolgeranno da esterni le attività previste dal progetto.
Per i componenti di questa "grande famiglia" ( siano essi residenti stabilmente o con accesso diurno) la cooperativa ha predisposto un percorso, iniziale e continuativo, di orientamento e formazione al lavoro e successivo l'inserimento lavorativo.

E proprio il territorio è chiamato sin da ora a dare il proprio contributo mediante una piccola raccolta fondi organizzata dalla cooperativa, che si è già intestata il carico economico-finanziario più oneroso, acquistando con un mutuo di 300mila euro l'immobile. Per la restante parte utile per il cofinanziamento e l'avviamento della start up dell'impresa sociale saranno coinvolte le associazione del territorio, le imprese e i singoli cittadini.
E' possibile dare il proprio contributo mediante bonifico bancario su Banca Prossima intestato a: Etnos soc. coop. sociale Causale: Donazione la Casa di JosèIban: IT61 B033 5901 6001 0000 0140 469; Banco Postaintestato a: Etnos soc. coop. sociale Causale:Donazione la Casa di JosèIban: IT 03 I 07601 16700 001040890590 o mendiante paypal facendo riferimento alla e mail info@equamente.eu Accedendo al sito www.laretedeldono.it cercando il progetto la casa di Josè oppure semplicemente decidere di devolvere il 5xmille al progetto nella imminente dichiarazione dei redditi.

La raccolta fondi è anche destinata alla condivisione dell'idea e del sentimento che la comunità possa, e debba, stringersi attorno a queste famiglie e ai loro figli, che non saranno mai più soli. La disabilità non può essere più vissuta dalle famiglie originarie come "un problema da risolvere" in solitudine, soprattutto alla luce della inevitabile morte dei genitori. Le diverse abilità sono un opportunità di crescita, che riguarda tutti.

Lella Battiato Majorana








Postato il Giovedì, 15 marzo 2018 ore 08:00:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi