Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483602649 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4241 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1393 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
798 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
724 letture

L’Anima e il Corpo (Parte I)
di m-nicotra
615 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Recensioni
Recensioni

·Kaleidoscopio di Enzo Randazzo alla Fondazione Verga di Catania
·All'Ursino Recupero presentato il volume dell'italianista Maria Valeria Sanfilippo
·Venerdì 7 luglio, alle 17:00, all’Ursino Recupero (via Biblioteca 13), avrà luogo la presentazione del volume “Giuseppe Bonaviri e le Novelle saracene” (ed. Aracne) di Maria Valeria Sanfilippo
·La Madonna dei Bambini a Sant’Agata La Vetere
·Un libro per amico, 'Un milanese a Catania' di Gianluca Granieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: L'Educazione civica in Svizzera torna nella scuola ... e in Italia?

Redazione
Nel Canton Ticino, grazie a un referendum popolare promosso da un imprenditore italiano, si legge sul quotidiano Avvenire del 30 settembre, gli studenti delle medie e delle superiori dovranno studiare Educazione civica come materia separata da storia. Il lettore Antonio Bovenzi scrive al direttore di Avvenire: "Forse sarebbe il caso di reintrodurre tale materia anche nell'ordinamento scolastico italiano" ed il direttore Marco Tarquinio così risponde:

Da anni ormai, siamo tra quanti auspicano il ripristino, ma vero e finalmente convinto, dell'insegnamento dell'Educazione civica nella scuola italiana.
Anch'io personalmente mi sono speso per questo, e sono grato al professor Luciano Corradini, illustre pedagogista e già presidente del Consiglio superiore della Pubblica istruzione, che più di tutti l'ha fatto e lo fa. Certo, ho pure piena consapevolezza dell'obiezione, a tutt'oggi vincente, di chi ritiene che l'Educazione civica debba essere usata come una sorta di "lievito" nell'impasto dei "pani" di altri fondamentali insegnamenti. Il problema è che questo non avviene abbastanza, non avviene sempre, anzi - a essere onesti - avviene in modo episodico, intermittente, appena formale... è un problema serio.

Sia chiaro, so che ci sono delle buone pratiche scolastiche, così come so che non è solo la scuola - ci sono prima di tutto la famiglia e, insieme, parrocchie e oratori, luoghi associativi, strutture di volontariato... - che può e deve contribuire alla consapevolezza umana e civica dei nostri figli (e, attraverso loro, alimentare la nostra di adulti), ma vedo troppi vuoti, più di una grave noncuranza, la tendenza a dare per scontato ciò che scontato non è del tutto: la pacifica condivisione dell'alfabeto fondamentale della comune cittadinanza. E non mi rassegno, da cittadino e da cristiano.

Faccio parte di quella generazione che è nata "vicino alla Costituzione" (personalmente dieci anni dopo la sua entrata in vigore, nel 1948) e formata - anche con qualche retorica, ma soprattutto con speranza e passione - a conoscersi e riconoscersi con naturalezza e voglia di cambiamento in quell'orizzonte valoriale e civile, costruito assieme da uomini e donne di ispirazioni ideali diverse ma capaci di unità sui "fondamenti", e che ha nel personalismo cristiano una radice potente. Un orizzonte che ha dato senso alla ricostruzione morale e materiale e all'impetuoso sviluppo del nostro Paese - e all'ideazione e costruzione di un'altra Europa - dopo il fascismo e la fine della lunga guerra che tra il 1914 e il 1945, aveva insanguinato il cuore del Novecento.

Per questo non riesco a rassegnarmi a una vasta smemoratezza e a una purtroppo crescente ignoranza. E credo che un insegnamento proprio di Educazione civica - che non sia ridotto a "foglia di fico" e sia davvero "lievito" anche in altre materie - possa essere uno strumento davvero utile. Soprattutto in questo tempo in cui - lo ripeto da sostenitore, quale sono, dello ius culturae in tema di cittadinanza - le nostre scuole sono il luogo dove cresce una generazione di italiani che hanno anche origini straniere.

La saggia risposta del Direttore ritrova l'approvazione di tanti. Nella civilissima e ricca Svizzera si custodiscono i valori e noi scartiamo i doni che i nostri Padri ci hanno lasciato.
Ricordare che l'Educazione Civica è nata a Catania, al Castello Ursino nel febbraio del 1957, divenuta legge e materia per le scuole italiane nel 1958 (Ministro: Aldo Moro), nel primo decennale della Costituzione Italiana, è un dovere di rispetto della memoria storica della scuola italiana.

Purtroppo il sistema scolastico rimane ingessato. Diventa facile cancellare, abolire, ridurre e risulta poi difficile ricostruire, ricomporre, restituire valore e dignità ad una disciplina definita "trasversale" e come tale di tutti e di nessuno. Materia cenerentola, ancilla della cattedra di Lettere e affidata alla sensibilità personale dei docenti con evidenti segni a macchie di leopardo.

Non sono stati sufficienti, anche se positivi ed efficaci gli interventi e i benefici formativi dei progetti di legalità, ambiente, salute, rispetto, ed ora anche cultura di genere
Non sono stati sufficienti i progetti di Educazione civica applicata, mediante l'attivazione del Consiglio Comunale dei Ragazzi che adesso è diffuso in circa mille scuole italiane.

E' mancata la sistematicità che è una dimensione connotativa della scuola e quindi l'occasionalità, la facoltatività, l'opzione libera, non corrisponde ai principi e ai doveri della scuola. Lo confermano i dati che testimoniano la non conoscenza da parte di tanti ragazzi delle norme elementari dell'ordinamento dello Stato e della Repubblica Italiana.

Nelle auspicate nuove linee guida per l'applicazione della Legge 107/2015, che più volte fa riferimento alla cittadinanza attiva, si auspica che l'Educazione civica o alla Cittadinanza sia oggetto di valutazione autonoma.
Perché questo possa avvenire "Cittadinanza & Costituzione" deve diventare una materia autonoma, assegnata ad un docente (lettere, storia, diritto) e quindi con uno specifico curriculo formativo, diventare "disciplina" e quindi oggetto di studio sistematico da parte degli studenti e oggetto di valutazione e contribuire alla definizione del curriculo formativo dello studente italiano, mentre adesso tale percorso formativo resta generico, approssimativo e superficiale.

I contenuti disciplinari, "sistematici e critici", di "Cittadinanza & Costituzione" accompagneranno la crescita evolutiva degli studenti nei diversi ordini e gradi e solo così si potrà dire che la scuola forma uomini e cittadini.

Giuseppe Adernò





articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Lunedì, 02 ottobre 2017 ore 06:00:00 CEST di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi