Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 490590959 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2019

Concorso nazionale 'Globalizz@re il rispetto': premiato a Roma l’I.I.S. Enrico De Nicola
di m-nicotra
2365 letture

Lorenzo Corsaro secondo sindaco dei Ragazzi dell’Istituto S. Maria della Mercede di Padre Giuliano. Domani 14 novembre cerimonia di giuramento.
di a-oliva
931 letture

Libriamoci: lo scrittore Cono Cinquemani e ideatore del progetto Ambulanza Letteraria ospite al Liceo G. Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
900 letture

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
736 letture

Le idee innovative del Majorana volano a Bruxelles
di m-nicotra
734 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Normativa Utile
Normativa Utile

·Detrazione lavoro dipendente € 80,00
·Scheda FLC CGIL cessazioni dal servizio del personale della scuola 2014
·Modello di diffida per il rimborso del 2,50% per indebita trattenuta sul TFR (trattamento di fine rapporto)
·Documenti necessari per ottenere la disoccupazione
·Bocciata dalla Corte Costituzionale l'assunzione diretta dei docenti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Sicurezza: Giornata mondiale contro il femminicidio: dal dramma alla rinascita. La violenza che umilia tutti noi

Istituzioni Scolastiche
Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, come voluto nel 1999 dall'ONU, data importante scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, attiviste e considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo, dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre trent'anni. Le sorelle, in visita ai mariti detenuti, furono bloccate da agenti del Servizio di informazione militare, torturate massacrate e poi buttate in un precipizio, ma a bordo della loro auto per simulare un incidente. In tutto il mondo si sono svolte manifestazioni caratterizzate da flash mob, donne vestite di nero e rosso. A Roma, il palazzo del Campidoglio è stato illuminato di rosso e un gran numero di scarpe vermiglie sono state esposte sui gradini del palazzo e sotto ogni scarpa, simbolo della giornata in quanto rappresenta le donne ed il sangue "la violenza", c'era un biglietto con il nome di una donna vittima di femminicidio.

Si conta una vittima ogni due/tre giorni nel mondo, 70% delle donne sono state vittime di violenza fisica di genere nel corso della loro vita, un dato che mette paura: circa 6,7 milioni. In Italia 10 donne vengono uccise ogni mese, e abbiamo dal 2005 i centri antiviolenza e case delle donne, purtroppo in Italia sono pochi, meno del 5%. In occasione della giornata, Amnesty International invita a firmare tre appelli di solidarietà internazionale con riferimento al legame tra militarismo e violenza di genere: Siria-Giordania: fermiamo la violenza sessuale nel campo di Zaatari dove in media ogni mese tre/cinque donne segnalano violenza sessuale. Egitto: I leader politici devono condannare la violenza sessuale, così mentre il mondo si concentra sulla situazione politica in Egitto passa inosservata l'ondata di violenza di genere. Messico: giustizia per Miriam Lopez nel 2011 è stata torturata e violentata da soldati messicani, ancora nessuno è stato condannato per questo crimine.

L'Istituto Alberghiero "Karol Wojtyla" si fa portavoce di quello che accade intorno a noi, vicino a noi: la violenza che umilia tutti noi, i femminicidi, e ha organizzato per sensibilizzare i ragazzi una gamma articolata di eventi, poiché la violenza influisce negativamente sui risultati scolastici delle donne, sulla loro capacità di successo lavorativo e sulla loro vita pubblica. Il dipartimento scolastico di lettere ha partecipato attivamente, attraverso attività di riflessione e formazione rivolte agli alunni, con una manifestazione conclusiva svolta nell'aula magna di via Lizio Bruno, fortemente voluta dal Dirigente Scolastico dott. Daniela Di Piazza che sottolinea "una nuova prospettiva per puntare sull'attenzione necessaria per una maggiore tutela dei propri diritti, e che al silenzio si sostituisca la condivisione, affinché affrontino i ragazzi con coraggio e nel modo migliore l'argomento, farlo attraversare dalla vita e non dal trauma".

Un evento che ha riscosso notevole successo da parte dei ragazzi. Ha aperto il lavori la prof.ssa Giovanna Muni con un'introduzione flash, apprezzata con la canzone rap in video di Alex Britti "Perché" simbolo musicale di questa violenza, per continuare con una sollecitazione interessante della prof.ssa Patrizia Seminerio sui conflitti da gestire, definizione del femminicidio seguita da slide con un monologo bizzarro e commovente tra gli attori Paola Cortellesi e Claudio Santamaria; sintetico ed esaustivo l'intervento giuridico della prof.ssa Adelaide Vasquez che si è soffermata sul reato di stalking, dall'inglese to stalk fare la posta, la nuova figura introdotta nell'ordinamento italiano del D.L.N. 11/2009, convertito nella L.n. 38/2009, attraverso un esame delle condotte punibili.

E all'attenta platea la prof.ssa Francesca Torrisi ha presentato il lavoro, condiviso con la prof.ssa Carmen Avellino, ed ecco in scena le ragazze della V A Sala Vendita: Giuliana Conti, Antonella Litrico, Michelle Ragusa, Ilenia Sortino, che hanno recitato in modo brillante e coinvolgente quattro monologhi tratti dal testo di Serena Dandini "Ferite a morte". Il prof. Sandro Bertoni presenta la situazione mondiale soffermandosi sul Messico "Il confine delle croci" donne seviziate, uccise e buttate nelle fosse. Vengono ricordate: Lucia Annibali, sfregiata con l'acido in un agguato organizzato dall'ex e adesso si occupa di violenza. Il film racconta la sua storia ed è stato visto da 5 milioni di persone, significa che qualcosa si può fare, le cose cambiano. Vuol dire che quel lato oscuro degli uomini, non solo di quelli che commettono i femminicidi, in qualche modo sta uscendo dal buio.

Come dimenticare Giordana Di Stefano? I ragazzi mostrano che hanno hanno interiorizzato un livello di conoscenza attraverso la costruzione e il racconto di storie e tragedie, per trovare e interrogarsi su possibili vie di uscita e anche sulle norme che possano migliorare il quadro legislativo, e alla fine si va alla realtà concreta presentando su una slide i loro pensieri significativi. La scuola, come osserva la docente di diritto Gabriella Mazzullo si è impegnata con le classi del primo biennio, coinvolgendo gli altri plessi che hanno svolto attività di approfondimento sul tema, attraverso lavori interdisciplinari attuati nei laboratori creativi con la realizzazione di cartelloni e slogan contro la violenza di genere.
Report plessi: viale Tirreno ha svolto attività: visione di film ("Il segreto di Esna") inerente alla tematica, rivolto alunni classe prima, e successivo dibattito; attività di informazione sulle modalità di prevenzione di eventuali forme di violenza, grazie al prof. Costa (esperto di difesa personale) e con intervento della prof.ssa Mirabile alle alunne di tutte le classi; discussione e dibattito sulla tematica con la partecipazione dell'avv. Altana e del prof. Aguglia, alunni classi quarte e quinte, a cura della prof.ssa Di Salvo Cristina.

Via Raccuglia come riferisce la prof. Lidia Montopoli per la giornata del 25 sono stati affissi nei corridoi manifesti, visionati dagli studenti di tutte le classi, per sensibilizzarli sul problema e la grande maggioranza ha risposto bene partecipando attivamente. Gli alunni del biennio hanno elaborato all'esposizione del problema con verifica da parte dell'insegnante del livello di conoscenza e consapevolezza del "tema"; video violenza donne e femminicidio (adeguati all'età dell'utenza); Lettura in aula di lavori individuali prodotti dagli studenti; Lavori di gruppo; Creazione di slogan di informazione/prevenzione; Trascrizione condivisa su "cartellone" dello slogan scelto, fra i tanti, in qualche caso anche corredata da disegni.

Via Anfuso per tutta la settimana gli insegnanti di italiano e diritto, hanno affrontato nelle proprie classi ,dal biennio alle classi terminali, il problema della violenza sulle donne. Sono stati letti brani, il monologo della Littizzetto, Franca Rame e Cortellesi. I ragazzi dell'indirizzo turistico hanno svolto delle ricerche anche sui reportage di Amnesty International sul tema, per tenere viva l'attenzione sul problema.

Segnali intermittenti che la scuola fa diventare continuativi, in una società nella quale questioni come queste sembrano riguardare sempre gli altri. I numeri aiutano a capire e raccontano quello che accade. Storie, tragedie che talvolta, nell'uso improprio degli aggettivi diventano imprevedibili e incomprensibili. Il paradosso è che la società è bipolare: da un alto aumenta la consapevolezza, ma dall'altro cresce l'iperviolenza, e sicuramente sta nascendo una nuova educazione alla reciprocità. E perché, come scriveva Martin Luther King, quello che spaventa "non è la violenza di cattivi ma l'indifferenza dei buoni".

prof.ssa Lella Battiato












Postato il Venerdì, 02 dicembre 2016 ore 08:30:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi