Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 457243376 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2018

Sicilia terra d’accoglienza al II Circolo Didattico 'G. Mazzini' di Bronte
di m-nicotra
1481 letture

Personale Scuola Secondaria di II grado - Movimenti a.s. 2018/2019
di m-nicotra
1250 letture

Incarichi, mansioni, servizio e riconoscimento economico dei Collaboratori dei DS nell’anno scolastico 2017-2018
di m-nicotra
832 letture

Ultima Mobilità con studenti in Spagna. Progetto Erasmus+ KA2 'Tradigames around Europe'
di m-nicotra
695 letture

Nicolosi ricorda Gioacchino Russo Morosoli patron della Funivia dell’Etna
di m-nicotra
684 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni
Istituzioni

·Calendario scolastico Sicilia 2018-2019
·Sospensione Attività Didattiche nelle Scuole di ordine e grado del territorio comunale di Catania
·Corso di formazione 'Scuola e Società: innovare per migliorare'
·Bando Concorso MIUR - AICA 'Attori della propria salute' (all’attenzione dei Dirigenti Scolastici, Docenti e Animatori Digitali)
·Il presidente Musumeci: spero che in ogni scuola dell’Isola possa essere allestito un presepe


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Precariato: Le Maestre Italiane e l'ingiustizia di stato

Opinioni
Della questione Diplomati magistrale, ormai si parla da anni ... quello di cui poco si parla invece é come una lotta per ottenere un sacrosanto diritto, si sia trasformata nel tempo in una guerra tra poveri (l'ennesima) combattuta a colpi di ricorsi più o meno costosi ... affidandosi all'arbitrio giuridico, della giustizia italiana. In 17 anni di precariato (sono Siciliana ma trasferita al nord pur di lavorare) come maestra di scuola primaria in una provincia lombarda, tanti eventi si sono succeduti e tante situazioni assurde si sono verificate a random riguardo alla nostra vicenda. Stiamo assistendo in questi ultimi anni all'ennesima disparitá di trattamento, in una categoria già logorata ed annientata senza che lo stato e chi lo rappresenta, stia muovendo un dito per evitarla.

Le lotte per permettere a noi maestre/i di aspirare ad una stabilitá in virtù del nostro diploma, si perdono nella notte dei tempi e solo nel 2014, grazie alla sentenza di merito di un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, che ha visto il Consiglio di Stato dare parere favorevole per tutti i diplomati magistrale, abbiamo ottenuto una piccola vittoria. Sono obiettiva, non voglio sminuire l'importanza di questa traguardo né lo faró, vorrei solo sottolineare il lavoro straordinario, l'impegno e la lotta immane di pochi colleghi che dopo anni di soprusi, ci hanno permesso di ottenere un traguardo che meritavano da tempo (l'accesso alla seconda fascia d'istituto come abilitati in virtù del nostro titolo abilitante) e che la sola giustizia, non ci avrebbe mai consentito!

Vengo al dunque, dal 2014 riusciamo senza distinzioni di sorta ad entrare tutti a far parte delle graduatorie d'istituto riservate agli abilitati in virtù del nostro titolo, un misero contentino visto che esse ci permettono solo incarichi a supplenze e, per legge, tutti gli abilitati e noi lo siamo, dovrebbero trovarsi nelle graduatorie provinciali le cosiddette Gae create appositamente per le immissioni in ruolo.

Di fatto peró i governi che si sono susseguiti, sembrano essere rimasti indifferenti al richiamo della correttezza e dell'esplicazione di un diritto, non permettendoci di ottenere la stabilitá che avremmo meritato giá da tempo. L'assurdo viene adesso, in questa triste situazione senza fine, sí perché la voglia di rivalsa in "virtù di un diritto", ci ha spinto a rivolgerci ancora una volta ad avvocati, sindacati e associazioni sperando, di combattere e vincere a colpi di ricorsi in tribunale un'enorme ingiustia...ma l'ingiustizia per l'ennesima volta, é stata la vera protagonista.

Oggi ci troviamo davanti ad una realtà incresciosa e deprecabile, perché se la legge fosse stata foriera d'uguaglianza, avremmo dovuto trovarci nelle graduatore provinciali ad esaurimento (Gae) e aspirare alla tanta agognata stabilitá; trascorriamo invece il tempo, a dilapidare i nostri risparmi in ricorsi di vario genere (al giudice del lavoro, al Tar, al Consiglio di stato), affidandoci e alla sorte, e alla cabala della finta giustizia italiana. Lo scenario é dei peggiori perché non tutti abbiamo avuto fortuna di trovare giudici illuminati e di vincere un ricorso ... ci sono quindi gli eletti che per una buona dose di fattore B, si ritrovano dentro e addirittura con sentenze passate in giudicato, hanno ottenuto incarichi e ruolo magari senza aver mai lavorato o con pochissimi anni di servizio e pochissimi punti; i mediamente fortunati (con o senza servizio), che si ritrovano in Gae con riserva e aspettano il compiersi del destino con passiva fiducia; in ultimo gli sfigati, che nonostante i sacrifici, gli anni di lavoro, di lacrime e sudore, si ritrovano fuori da tutto e da ogni possibilità di stabilità sia a breve che a lungo termine, anche se magari per un attimo ne hanno accarezzato il sogno ritrovandosi di ruolo e subito dopo licenziati (la vicenda umana e professionale del collega Alfredo Tarallo che ha protestato con un personale sciopero della fame al perpretare dell'ingiustizia sui diplomati magistrale, merita una profonda e attenta riflessione visto che a 53anni é stato costretto ad emigrare e continuare il suo lavoro di maestro e di precario in Svizzera).

Ci chiediamo "perché succede questo?"
La risposta per nulla scontata, é semplice ... perché un giudice una mattina con interpretazioni sommaria della questione, ha deciso che "la legge é solo mera e arbitraria interpretazione" per tutti, nonostante di diverso avviso sia l'art.3 della costituzione.

Io mi appello alla politica e a quanti possano davvero darci una mano e risolvere questa annosa e aberrante situazione! Impegni da piú parti si sono avuti, lo stesso partito politico con la maggioranza di governo il Pd, ha presentato un'interrogazione parlamentare dove chiede al Ministro della P.I. "che venga superata questa disparità del diritto e venga concesso a tutti i diplomati magistrale l'ingresso in Gae superando la discriminazione in essere ..." La regione Lombardia (la terra che mi ha adottato da anni), ha presentato una mozione patrocinata dal M5S per sollecitare "una risoluzione adeguata alla questione, ritenendo doveroso un intervento politico" Attualmente il governo, pare ancora insensibile e sordo a prendere a cuore la nostra situazione e decretare una giustizia "Erga omnes".

Chiedo fermamente che si prenda seriamente in considerazione, la vita di migliaia di persone che chiedono solo paritá di diritti e trattamento...ergo che questo mio intervento, questa goccia nell'oceano non cada nell'oblio e auspico una tempestiva svolta affinché le maestre/i di tutt'Italia possano avere finalmente una giustizia senza distinzione, un merito reale e autentico, una stabilitá tenendo conto dell'esperienza, del servizio e dei sacrifici.

Non permettiamo ancora una volta che il governo licenzi in questo modo "LE MAESTRE".

Una maestra precaria
Lorena Fiorito








Postato il Lunedì, 22 agosto 2016 ore 08:30:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.45 Secondi