Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 489111546 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2019

Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
di a-oliva
744 letture

Richiesta pubblicazione Avviso selezione Esperti - PON Competenze di base - II edizione
di m-nicotra
628 letture

Grazie Nicholas
di a-oliva
551 letture

Proposta formativa Competenze Digitali e Certificazioni ECDL-AICA per il PON Avv. Prot. 26502 “CONTRASTO ALLA POVERTÀ EDUCATIVA”.
di a-oliva
540 letture

Personale ATA - Elenco definitivo Assistenti Amministrativi disponibili alla copertura dei posti vacanti del profilo di D.S.G.A. – A.S. 2019/2020
di a-oliva
535 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
·Gli amici delle scuole private all’attacco della Costituzione
·Autonomia differenziata, la partita è aperta
·Al Governo si gioca a spaccare la scuola ed il paese
·Concorso presidi annulllato, Bussetti si dimetta


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Retribuzioni: Legge Stabilità 2016 – Per il rinnovo del contratto PA stanziati solo 200 milioni di euro, un trancio di pizza a dipendente pubblico. Anief-Cisal: valanga di ricorsi in arrivo

Sindacati
Nel testo approvato ieri sera dal CdM si è andati addirittura sotto i già ridicoli 300-400 milioni di euro di chi si parlava da settimane: è con 6 euro l’anno di aumento a lavoratore statale che quindi il Governo ha intenzione di sedersi quindi al tavolo per ridurre i comparti da 11 a 4, agevolando lo spostamento dei dipendenti soprannumerari da un ministero all’altro e gambizzando rappresentatività dei sindacati minori. E anche di applicare la riforma Brunetta della PA, che prevede l’accesso al merito professionale solo per un dipendente su quattro, con la cancellazione definitiva degli scatti di anzianità.
Marcello Pacifico (presidente Anief e segretario confederale Cisal): siamo alla follia, perchè ai tre milioni di dipendenti pubblici vanno assegnati più di 12 miliardi di euro di arretrati, che corrispondono a 4mila euro di mancata assegnazione dell’indennità di vacanza contrattuale. Sommando i sei anni di mancato rinnovo, hanno infatti perso il 9,3 per cento di salario. Se le cose stanno così, vuole dire che inonderemo i tribunali del lavoro. Perché l’ora delle mancate promesse è finita.
Per aderire al ricorso per il recupero completo degli arretrati vai al LINK.
La Legge di stabilità gela le speranze di 3milioni e 100mila dipendenti statali. Spulciando tra le tabelle del Governo sul testo approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, emerge che i soldi stanziati per il rinnovo dei contratti, fermi da sei anni, sono addirittura pari alla metà della cifra, già irrisoria di 300-400 milioni, trapelata nei giorni scorsi in occasione dell’incontro interlocutorio tenuto dai sindacati all’Aran per la riapertura della trattativa: l’Esecutivo ha infatti approvato lo stanziamento di appena 200 milioni di euro, che corrispondono a 6 euro lordi l’anno di indennizzo.
Con questa cifra ridicola, pari a un trancio di pizza a taglio, il Governo ha intenzione di sedersi quindi al tavolo per ridurre i comparti da 11 a 4, agevolando lo spostamento dei dipendenti soprannumerari da un ministero all’altro e gambizzando rappresentatività dei sindacati minori. E di applicare quel Decreto Legislativo 150/09, la riforma Brunetta della PA, che prevede l’accesso al merito professionale solo per un dipendente su quattro, con la cancellazione definitiva degli scatti di anzianità. Ad iniziare dalla scuola, dove l’unica forma di carriera era proprio l’accesso all’aumento aumento automatico periodico, ma che ora dovrà contare sui 200 milioni di euro annui previsti dalla Legge 107/15, guarda caso la stessa cifra concessa a tutti i dipendenti pubblici, da assegnare ai dipendenti in quota ai dirigenti scolastici.
Secondo Marcello Pacifico, presidente ANIEF e segretario confederale CISAL, “siamo alla follia: ai tre milioni di dipendenti pubblici vanno assegnati più di 12 miliardi di euro di arretrati. Perchè ad ogni lavoratore statale, il minimo che si possa conferire con il rinnovo del contratto sono i 4mila euro di mancata vacanza contrattuale negati in questi anni. E non ci vengano a dire che le intenzioni della Consulta, nel reputare illegittimo il blocco dei contratti e degli stipendi della PA, erano quelle di far valere il mancato adeguamento solo dal momento della sentenza, mandando in fumo sei anni di mancati aumenti”.
“Dal 2009 – continua il sindacalista Anief-Cisal – il costo della vita ha camminato molto di più dell’inflazione, proprio per la mancata applicazione dell’indennità di vacanza contrattuale che adesso va necessariamente indennizzata: si è cominciato a perdere terreno già nel 2009, con una perdita dell’0,7 per cento rispetto allo stipendio; l’anno successivo il gap è stato dell’1,6 per cento; nel 2011 si è saliti al 2,7 di differenza; nel 2011 la perdita salariale ha toccato il 3 per cento. Nel 2013 si è poi registrato un meno 1,1 per cento e lo scorso anno uno 0,2 per cento. Sono dati certificati proprio in questi giorni e pubblicati sulle pagine della stampa specialistica. Sommando i sei anni di mancato rinnovo, siamo giunti a un meno 9,3 per cento di perdita salariale”.
“Non è accettabile, ora, che il Governo stanzi una cifra del genere, appena 200 milioni: se le cose stanno così, vuole dire che inonderemo i tribunali del lavoro. L’ora delle mancate promesse è finita: bisogna prima di subito ripristinare i valori dell’indennità di vacanza contrattuale, che per legge - conclude Pacifico - prevede il pagamento annuale del 50% dell’aumento del costo della vita”.
Tutti i dipendenti pubblici che intendono aderire al ricorso Anief-Cisal possono cliccare su questo LINK.

Anief.org








Postato il Lunedì, 19 ottobre 2015 ore 09:07:19 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi