Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 490535040 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2019

Lorenzo Corsaro secondo sindaco dei Ragazzi dell’Istituto S. Maria della Mercede di Padre Giuliano. Domani 14 novembre cerimonia di giuramento.
di a-oliva
907 letture

Libriamoci: lo scrittore Cono Cinquemani e ideatore del progetto Ambulanza Letteraria ospite al Liceo G. Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
878 letture

Le idee innovative del Majorana volano a Bruxelles
di m-nicotra
730 letture

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
725 letture

Tre intense giornate a Roma - Delegazione dei Ragazzi Sindaci della provincia di Catania
di m-nicotra
661 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Normativa Utile
Normativa Utile

·Detrazione lavoro dipendente € 80,00
·Scheda FLC CGIL cessazioni dal servizio del personale della scuola 2014
·Modello di diffida per il rimborso del 2,50% per indebita trattenuta sul TFR (trattamento di fine rapporto)
·Documenti necessari per ottenere la disoccupazione
·Bocciata dalla Corte Costituzionale l'assunzione diretta dei docenti


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Indagini statistiche: Gli studenti lasciamoli studiare, i prof lasciateli insegnare! Rispetto please!

Comunicati
L’Ocse bacchetta gli studenti italiani. L’indagine promossa realizzata per l’Italia dall’Isfol sono desolanti: gli alunni italiani, in una scala che va da zero a 500, nelle abilità alfabetiche fondamentali per vivere e lavorare, hanno un punteggio di 250, contro una media Ocse di 273 mentre ai primi posti c’è il Giappone e la Finlandia. Quanti studenti italiani dei licei, istituti tecnici e professionali sono in grado di interpretare correttamente un testo? La maggior parte studia mediamente una - due ore al giorno, la loro attenzione durante una lezione dura massimo 15*20 minuti. Gli studenti li conosciamo, sono opportunisti, simpatici ma un po' paraculi.

Proprio oggi ho iniziato l’ultimo giro di interrogazioni del quadrimestre sui progetti informatici. La valutazione è stata per quasi tutti negativa (hanno tempo ancora 10 giorni). Gli studenti hanno pensato bene di innescare una polemica cercando di convincermi che due progetti io non li avevo spiegati ad un certo punto una mano si è alzata ed ha detto: "il prof ha ragione". Ho verificato nel registro on line, l'argomento l'avevo addirittura spiegato due volte su richiesta degli stessi studenti. Loro ci provano, con noi genitori, con noi insegnanti ma bisogna essere corretti e devono imparare che la bugia non paga mai. Mi domando come si possa lasciare in mano agli studenti un sistema di valutazione o di partecipazione alla valutazione dei docenti.
Possiamo fidarci della loro obiettività? A loro, si potrebbe chiedere il grado di soddisfazione sulle pulizie delle aule, dei laboratori, delle attrezzature, se con i contributi volontari sull'acquisto di nuove attrezzature... palestre, ecc

Come fa uno studente a valutare gli insegnanti con una, due lauree e master e 30 anni di servizio quindi secondo la "buona scuola di Renzi" un paziente dovrebbe essere in grado di valutare un chirurgo?
Questi giovani dovrebbero valutare la nostra professionalità? Come diceva Totò: "ma mi faccia il piacere...".
Un’altra considerazione riguarda molte mamme “tuttologhe” che vivono solo ed esclusivamente con l'obiettivo di difendere il proprio figlio anche davanti all'evidente errore commesso dallo stesso.
I docenti non sono delle torte da assaggiare e da valutare su master chef ma dei professionisti della didattica e la valutazione dovrebbe essere effettuata da ispettori ministeriali di materia o dipartimentali come in Francia e in Italia ovviamente non ci sono.

Io sono un docente italiano della scuola pubblica laica statale e voglio essere valutato da un ispettore ministeriale che si sieda ed assista alla mia lezione anche per un intero quadrimestre. Che verifichi il mio modello didattico, come interrogo, come correggo i progetti, le relazioni. Superata la verifica ispettiva riceva un aumento di stipendio.
L'analisi della qualità dei servizi deve essere effettuata sulla scuola, sulla struttura, sui servizi offerti (corsi di recupero, mensa, stage, ecc) sulla sicurezza. Non confondiamo il sapere, l'istruzione statale con l’e-commerce.
Ricordo che in ospedale non si valuta un intervento chirurgico e il medico che ha operato ma i servizi.
Bisognerebbe assumere per concorso pubblico 10mila ispettori ministeriali per i vari dipartimenti di materie e ridare qualità e prestigio alla scuola pubblica laica statale italiana.
Invece, scusate il francesismo, si pensa sempre e solo al risparmio della spesa pubblica e si promuovono i bimbi-minchia (non tutti lo sono) a valutatori della professionalità dei docenti.

Questa è la "Buona Scuola" di Renzi? Belle scatole ma vuote...  e se vuoi riempirle devi pagare rette salate e poi mandarle all'estero a lavorare.
A pochi politici interessa veramente la scuola pubblica laica statale, tutti gli altri sono impegnati nel piano strategico messo in atto da Valentina Aprea (Forza Italia), dal Partito Democratico, le pressioni della Cei, Compagnia delle Opere, Opus Dei per la completa parità scolastica delle scuole religiose. Lo studente viene trasformato in un costo standard alla stregua della carta igienica non è più una risorsa. Al “diavolo” la cultura, l’istruzione.
Un Governo che vuole cambiare la scuola statale italiana in un sistema pubblico-privato che formi manipolatori dell’immaginario collettivo, spacciatori di false promesse, venditori di un futuro impossibile, agenti senza scrupoli del consumismo universale, yesman, comici da due soldi, programmatori televisivi, politici ladri, speculatori, mafiosi sanguisughe della società.

Sarà questa la futura classe dirigente di questa Nazione?
Noi, insegnanti della scuola pubblica laica statale italiana dobbiamo combattere chi vuole trasformare i nostri figli in studenti spaesati, poveri di cultura, senza pensiero critico e senza un capacità di parola adeguata per confrontarci con il resto del mondo.
Investiamo nell'istruzione statale italiana! Rispettiamo la Costituzione sempre più presa di mira dal "patto del nazareno..."
Gli studenti, lasciamoli studiare! Gli insegnanti? Lasciateci insegnare! Rispetto please!

Paolo Latella - Membro dell'Esecutivo Nazionale del sindacato Unicobas Scuola
paolo.latella@alice.it








Postato il Venerdì, 23 gennaio 2015 ore 08:30:00 CET di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi