Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480032406 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
829 letture

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
804 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
653 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
641 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
605 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Promosso dall'associazione ''Stella Danzante'' il 15 marzo 2019 dalle ore 15:00 alle ore 20:00 si svolgerà l’VIII Giornata Nazionale di sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania
·Per soddisfare le tante richieste ritorna in scena il 9 marzo alle ore 21.00 al Metropolitan di Catania la replica de ''I Promessi Sposi Amore e Provvidenza''
·Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
·2° Galà degli ex Allievi del Convitto “Mario Cutelli”.
·X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Decreti: Scatti stipendiali, altro pasticcio: decreto approvato dal CdM inesatto e senza copertura finanziaria

Sindacati
Marcello Pacifico (Anief-Confedir): il provvedimento è frutto della superficialità dei tecnici del Tesoro sulle questioni scolastiche. Invece di avventurarsi in riferimenti normativi inappropriati, sarebbe bastato adottare una deroga per i dipendenti della scuola al D.P.R. 122/2013, nella parte in cui prevede la mancanza di riconoscimento degli aumenti già a partire dal 2011. L’unico risultato sicuro che porterà il Governo è la sensibile riduzione dei fondi destinati al Miglioramento dell’offerta formativa.
Sugli scatti di anzianità del personale della scuola regna la confusione più totale: anziché adottare una deroga per i dipendenti della scuola al mancato “riconoscimento degli incrementi contrattuali eventualmente previsti a decorrere dall'anno 2011” a favore del “personale dipendente dalle amministrazioni pubbliche”, come previsto dal D.P.R. 122 del settembre 2013, venerdì il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto ad hoc che solo in apparenza dà una boccata d’ossigeno alle buste paga degli insegnanti.
Da un’analisi approfondita del provvedimento, il sindacato Anief-Confedir ha appurato che il decreto produce ulteriore confusione, non determina alcuna soluzione definitiva e non individua le risorse necessarie per uscire dalla situazione stipendiale di stallo in cui versano docenti e Ata. L’operazione è così destinata ad essere finanziata in larga parte con fondi già in seno all’amministrazione scolastica: quelli per l’incentivazione del personale scolastico impegnato nel miglioramento dell’offerta formativa dei nostri alunni.
C’è da sperare, inoltre, che la bozza del decreto approvato dal CdM non sia quella definitiva: in alcuni passaggi risulta infatti zeppa di inesattezze, confermando la poca attenzione alle vicende della scuola da parte dei tecnici del Ministero dell’Economia e delle Finanze. In particolare, nel testo del decreto si fa riferimento ad una “sessione negoziale”, che si dovrebbe svolgere ai sensi del comma 9 dell’art. 64 della Legge 133 del 2008. Mentre l’estensore del provvedimento governativo avrebbe dovuto indicare l’art. 8 della Legge 122 del 2010.
Inoltre, si ribadisce in toto il blocco contrattuale previsto dall’art. 1 comma 1 lettera b) del D.P.R. 122 del settembre 2013 per tutto l’anno 2013: una conferma che, senza un intervento legislativo, creerà inevitabilmente un “buco” annuale ineliminabile nella carriera di docenti e Ata. È davvero grave, poi, che si preveda di coprire gli scatti fino al 2014 con appena 120 milioni di euro, derivanti dai tagli decisi dalla gestione Tremonti-Gelmini, peraltro soggetti ad essere incamerati dal Tesoro qualora non si arrivi ad una sottoscrizione dell’accordo in fase negoziale: è una cifra a dir poco irrisoria, soprattutto se si pensa che solo per finanziare gli scatti automatici del 2011 servirono oltre 480 milioni di euro. Non si capisce, infine, per quale motivo si dia il via libera agli scatti del 2014, senza citare la Legge di Stabilità che ha superato le norme precedenti.
“Anche se il Governo invia segnali di distensione – commenta Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo Confedir – per chi si intende di norme scolastiche è evidente che ha combinato un altro pasticcio. Da cui potrà uscire solo approvando una specifica deroga per i dipendenti della scuola al D.P.R. 122/2013, nella parte in cui prevede la mancanza di riconoscimento degli aumenti già a partire dal 2011. Mentre l’unico risultato sicuro che porterà è quello della sensibile riduzione delle attività a supporto della didattica e della formazione scolastica”.
Gli scatti, infatti, verranno pagati principalmente con la riduzione dei fondi destinati ad incentivare docenti e Ata per svolgere una serie di attività scolastiche: dalla retribuzione delle funzioni ‘strumentali’ del personale docente e degli incarichi specifici del personale Ata (figure chiave nella scuola dell’autonomia) alle ore eccedenti per la sostituzione degli insegnanti assenti; dall’indennità del lavoro notturno e festivo per gli educatori, fino alle ore eccedenti di pratica sportiva nella scuola secondaria. Ora, tagliando drasticamente la retribuzione delle prestazioni aggiuntive dei lavoratori della scuola, viene da chiedersi come faranno le scuole, in queste condizioni, a potenziare le attività di didattica e la qualità dell’insegnamento.
Tra l’altro, quella di andare a “saccheggiare” gli istituti del fondo per l'istituzione scolastica non è una novità: l’amministrazione aveva cominciato nel 2011, prelevando 7 milioni di euro; si è continuato l’anno successivo, con una quota molto più consistente, pari a 138,91 milioni; e anche nel 2013, quando furono presi del Mof 275,41 milioni di euro. E pure nel 2014 la differenza per arrivare ai 570 milioni utili alla copertura degli scatti di anzianità, tra coperture arretrate e attuali, si coprirà con lo stesso metodo. Togliendo a circa 8.400 istituti scolastici italiani praticamente la metà di quanto era stabilito inizialmente: 985 milioni di euro.
“La realtà – conclude Pacifico - è che stiamo assistendo ad un assurdo ‘storno’ di soldi. Da una parte vengono sottratti al personale. Mentre, dall’altra, vengono riconcessi attraverso il recupero di quegli scatti automatici che non andavano sottratti. Insomma siamo veramente al gioco delle tre carte.”

Anief.org








Postato il Lunedì, 20 gennaio 2014 ore 06:00:00 CET di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi