Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 485830891 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1222 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
869 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
681 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
673 letture

Sulla povertà
di m-nicotra
597 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·Sulla povertà
·Concorso Dirigenti: Parlando con il Ministro Bussetti
·Le petizioni per la regionalizzazione ed i paventati ricorsi degli aspiranti Ds con riserva
·Concorso Ds 2017.Verso l’impugnazione della graduatoria. Il Tar sospende i giudizi,in attesa del Cds
·Plauso alle ordinanze di sospensione dell’efficacia esecutiva delle sentenze del Tar. Concorso Ds 2017


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Umanistiche: “Sole nero”: un noir fra avventura esotica e ricerca stilistica

Recensioni
Affermato poeta della scena letteraria romana, autore di due sillogi recensite da autorevoli critici, Marco Righetti è alla sua prima opera di narrativa. “Sole nero” – questo il titolo del romanzo – è stato diffuso, in prima istanza, al grande pubblico come allegato al quotidiano “Libero”, per poi approdare al più tradizionale canale della distribuzione libraria. Uscire in allegato ad un noto quotidiano rappresenta certamente un esordio di lusso per un autore ancora estraneo al mondo dei best seller. Ma già dalla lettura delle prime pagine del libro, si può facilmente comprendere che quella di Leone Editore, una giovane casa editrice aperta ai talenti, è stata una scelta attentamente ponderata. È infatti un esordio che non lascia indifferenti, quello di Righetti, improntato com’è ad una originale simbiosi tra letteratura noir, romanzo breve e ricerca stilistica.

Leggiamo dalle note di copertina: «2022, Milano. Federico Gentili, un geochimico, viene svegliato in piena notte dal fratello nel Sahara per lavoro, che gli chiede di raggiungerlo urgentemente; di più non può e non riesce a dire. Nemmeno due giorni dopo è nel sud dell’Algeria, nella più grande centrale solare esistente, appena entrata in funzione a dispetto delle compagnie petrolifere».

Il colpo di scena d’avvio («Al telefono la voce è concitata, la comunicazione rotta da vuoti. Impossibile decifrarla, le parole sbattono contro un muro»), l’affascinante ambientazione esotica («Tamanrasset, il bacino sudorientale dell’Algeria»), la sfuggente prospettiva temporale («Talvolta la storia cancella il futuro»), proiettano il lettore in un’atmosfera di suspense efficacemente tratteggiata. Un’atmosfera che potremmo definire, ad un tempo, reale ed onirica. Dove il calore della sabbia del deserto, che intorpidisce le membra e offusca la mente, fa da contraltare al gioco avido degli interessi energetici. Dove la competizione senza scrupoli delle multinazionali e la minaccia incombente della crisi ambientale, si contrappongono in una sfida che pone un’ipoteca sul nostro futuro.

Gli ingredienti potrebbero essere quelli del romanzo d’azione – alla Ken Follett per intenderci – dove fantasia e vicenda storica hanno una stessa verosimiglianza (perché la storia avrebbe potuto essere diversa, o forse diversa lo è stata per davvero, narrata com’è dai vincitori, al di là delle ragioni dei vinti…). Ma è proprio qui che Righetti si distacca dal modello classico e dispiega la sua originale maestria creativa. Incardinando la narrazione nella struttura del romanzo breve, necessariamente la condensa e la limita, ma da questa limitazione (autoimposta per scelta letteraria e stilistica) nasce il vero motivo di fascino del romanzo.

La scrittura non procede lineare, per scansioni logiche legate alla concatenazione degli eventi, bensì dettata dal fluire delle emozioni, quasi “obbligando” il lettore a farsi partecipe, a riempiere i vuoti con la fantasia, a farsi carico degli anelli di congiunzione mancanti. E l’abilità dell’autore consiste nel mantenere la spirale narrativa sempre su un fragile punto d’equilibrio fra (auto)suggestione e vicenda vissuta. Una strategia perseguita con lucida consapevolezza, come si evince da una recente intervista rilasciata da Righetti: «L’obiettivo finale, non dichiarato (come in ogni vera strategia) è una scommessa col lettore, riuscire a sorprenderne i meccanismi logici… L’appartenenza a un genere, quello noir, è solo convenzionale».

Un procedere per evocazioni e analogie, dunque, che sembra più affine all’esperienza poetica che all’arte dello scrivere in prosa, come conferma lo stesso Righetti nell’intervista suddetta: «Chi nasce poeta tradirà sempre le sue origini anche nella narrativa. Diciamo che è un rapporto di netta separazione: in poesia vi è un’attitudine evocativa, una descrizione che si completa sulla bocca del lettore, uno spessore della parola che precipita di verso in verso fino a “ferire”, sollecitare chi legge. La poesia sotto tale aspetto ha un forte radicamento nella struttura fondamentale del suono, del ritmo, nei meccanismi di associazione delle idee, nella riorganizzazione talvolta violenta del reale».

E la “riorganizzazione violenta del reale” costituisce, in qualche misura, anche il filo conduttore del romanzo, dove i personaggi sono, al tempo stesso, protagonisti e spettatori di vicende che si svolgono al di sopra delle loro teste. Con l’avidità e l’ambizione umana a plasmare l’ambiente, e le leggi della natura che sconfessano ogni possibile disegno egemonico.

«Il computer non funziona, l’edificio è senza alcun tipo di alimentazione elettrica. Spento. Milano senza luce, senza contatti. Come fosse sott’acqua. I palazzi navigano in un’agitazione composta. Le strade sono bocche enormi con le persone che vagano dentro, ingoiate e risputate. Il grido per le emergenze è affidato al fiato di chi vive, i gruppi elettrogeni degli ospedali sono in difficoltà».

Nel finale aperto, nella prefigurazione di un futuro lontano ma che è già qui, ora e subito, Righetti impasta la sua originale miscela di catarsi e di dramma. Rappresentando – anche nella simbologia del titolo, “Sole nero”, contrastante alternanza di luci ed ombre – un’autentica metafora del nostro tempo.

Massimo Nardi
Autorionline.net/nardimassimo








Postato il Martedì, 06 novembre 2012 ore 07:30:00 CET di Redazione
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi