Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 485766133 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2019

Contrasto alla povertà educativa: pubblicato il bando per 50 milioni
di m-nicotra
1206 letture

Sedi vacanti e disponibili dopo le operazioni di Mobilità dei Dirigenti Scolastici a. s. 2019/20 Sicilia
di m-nicotra
843 letture

Pubblicata la graduatoria del concorso per dirigenti scolastici
di m-nicotra
672 letture

Concorso Dirigenti Scolastici, pubblicata l’assegnazione regionale dei vincitori
di m-nicotra
648 letture

Sì alla legge per il ritorno dell'Educazione civica a scuola da settembre 2020
di g-aderno
582 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Programmi Ministeriali: Qui radio “Letterina”: Trasmettiamo alcuni messaggi speciali del ministro Profumo!

Associazioni
Giuseppe Luca Vorremmo sperare che i buoni propositi e gli annunci diventino provvedimenti adeguati a dare risposte alle tante domande inquietanti fatte dalle famiglie, dagli operatori della scuola, dagli alunni. Sentiamo, però, il bisogno di esternare una nostra preoccupazione.
Domenica 19 febbraio alle 23,30, il Ministro Profumo, a quanti in quell’ora stavano per prendere sonno, tratteggiava, dagli schermi televisivi di Radio TG1, un quadro poco rassicurante della nostra scuola ma prometteva che le cose sarebbero cambiate e i sacrifici dovrebbero essere finiti. Per il Ministro “il Paese ha capito che il vero investimento per il suo futuro è proprio nella scuola”, che “in questi ultimi anni i tagli sono stati forse eccessivi e non c’è dubbio che nella scuola bisogna investire di più”.

Affermazioni, senza dubbio, apprezzabili e condivisibili senza “se” e senza “ma”. Per la verità, gli operatori scolastici e gli uomini di buon senso che credono nella scuola, avevano maturato, da qualche tempo, l’idea che investire sull’istruzione e sulla ricerca avrebbe significato consolidare le fondamenta della democrazia e del progresso del Paese. Questa convinzione ha spinto anche noi, a chiedere ripetutamente ai nostri decisori politici, culturalmente e gestionalmente sempre più regrediti, come mai continuino a dimenticare nei fatti, che per lo sviluppo economico e civile del nostro Paese, l’istruzione e la ricerca siano il migliore «investimento». Come mai, in tutti i Paesi civilizzati, si sta affrontando la crisi economica senza nulla togliere alle scuole anzi a volte aumentando le risorse?
Ora che la nostra scuola è più povera di persone e risorse, più mortificata nel prestigio di cui ha bisogno, più attaccata, più sola, riuscirà il Governo dei tecnici a renderla concorrenziale con l’Europa a ridarle quel futuro di crescita negato dalla politica?
Vorremmo sperare che i buoni propositi e gli annunci diventino provvedimenti adeguati a dare risposte alle tante domande inquietanti fatte dalle famiglie, dagli operatori della scuola, dagli alunni. Sentiamo, però, il bisogno di esternare una nostra preoccupazione.

Durante l’intervista il Ministro ha dimostrato di avere a cuore anche il corpo docente: gli insegnanti, ha detto, “non hanno stipendi corretti, non sono confrontabili con quelli di altri Paesi” e ha aggiunto: “Il corpo docente, in questo momento chiede prima di tutto di essere rispettato e rivalutato. Tutta la scuola chiede di essere rivalutata per quello che rappresenta per l’intero Paese”.
In questi giorni, anche l’ufficio di statistica del MIUR ha confermato che gli stipendi dei docenti del nostro Paese non sono allo stesso livello degli altri Paesi europei.
Affermazioni condivisibili con qualche “se” e qualche “ma”.
Il confronto con gli altri Paesi europei deve essere fatto, per un principio di giustizia comparativa, non solo per la retribuzione ma anche per lo status e il ruolo che i vari operatori scolastici giocano in quei Paesi. Alla parità di retribuzione deve corrispondere un’uguaglianza di lavoro con uguali diritti ma anche con uguali doveri.

In ogni caso, a nostro avviso, la retribuzione non solo dei docenti ma di tutto il personale della scuola, deve essere fondata sul merito e non semplicemente sull’avanzare degli anni.
Non è giusto, infatti, che un operatore preparato, disponibile, che raggiunge gli obiettivi prefissati dal piano di programmazione di una scuola, sia retribuito come un collega impreparato e negligente.
In questa logica, si pone urgente la necessità di strumenti valutativi per tutto il personale e non si comprende, per la verità, come mai il Ministro, che dichiara “tutta la scuola chiede di essere rivalutata” abbia dimenticato le promesse fatte all’UE.
Trichet e Draghi, infatti, avevano chiesto espressamente al Governo: “Come farete a valorizzare i migliori docenti?”.
Abbiamo riferito nel n.312, che il 9 Gennaio,che il Ministro, incontrando le associazioni, aveva affermato solennemente che dovevamo entrare nella logica europea della valutazione dei docenti e che il 25 gennaio, il dott. Giovanni Biondi aveva assicurato che sulla valorizzazione dei docenti si sarebbe andato avanti perché egli aveva ricevuto questo compito dal Ministro che a sua volta ne rispondeva all’UE.
Riusciremo a scoprire l’identità del “gatto e la volpe” che ha convinto il Ministro a cambiare idea e decidere di continuare a valutare solamente i dirigenti come se possa avere un senso verificare il raggiungimento degli obiettivi imposti, senza valutare tutto il personale? Giuseppe Luca
Direttore Responsabile della “Letterina”








Postato il Domenica, 04 marzo 2012 ore 08:10:00 CET di Redazione
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi