Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 490757133 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2019

Concorso nazionale 'Globalizz@re il rispetto': premiato a Roma l’I.I.S. Enrico De Nicola
di m-nicotra
2851 letture

S. Agata Li Battiati - GIURAMENTO DEL SINDACO DEI RAGAZZI LORENZO CORSARO
di a-oliva
1647 letture

Libriamoci: lo scrittore Cono Cinquemani e ideatore del progetto Ambulanza Letteraria ospite al Liceo G. Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
1054 letture

Lorenzo Corsaro secondo sindaco dei Ragazzi dell’Istituto S. Maria della Mercede di Padre Giuliano. Domani 14 novembre cerimonia di giuramento.
di a-oliva
1031 letture

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
769 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni Scolastiche
Istituzioni Scolastiche

·S. Agata Li Battiati - GIURAMENTO DEL SINDACO DEI RAGAZZI LORENZO CORSARO
·Il Liceo Artistico Emilio Greco partecipa alla manifestazione 'Sugnu Sicilianu'
·Seminario Miur-Rete Nazionale Licei Classici ‘Rinnovamento Curricolo Liceo Classico’ - Liceo Classico Mario Cutelli di Catania
·Progetto internazionale di scambio bilaterale tra il liceo statale Boggio Lera di Catania E Charlemagne College Eijkhagen- Landgraaf (Paesi Bassi)
·Siciliainlibri 2019 - da lunedì 18 a venerdì 22 novembre 2019, cinque intensi giorni di incontri, laboratori e spettacoli teatrali per bambini e ragazzi


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Leggi: Il DS che rivolge ad un docente l’espressione “lei dice solo stronzate” commette il reato di ingiuria ?

Giurisprudenza
La Corte di Cassazione, V sez. penale,  con sentenza n. 37380 del  13.07.2011, depositata il 17.10.2011, ha annullato la sentenza assolutoria della Corte d’Appello di Caltanisetta che aveva assolto dal reato di ingiuria un dirigente scolastico che, nel corso di un consiglio di istituto, si era rivolto ad un docente con l’espressione “lei dice solo stronzate”.
La Suprema Corte ha  ritenuto che la collocazione dell’episodio in una riunione di docenti di un istituto scolastico, lo svolgimento dello stesso in presenza di colleghi quotidianamente impegnati in un’attività professionale comune a quella del soggetto passivo e la provenienza dell’espressione contestata da un immediato superiore gerarchico, sono elementi rilevanti al fine di definire l’incidenza lesiva della condotta sul bene giuridico dell’onore. Ha pertanto annullato la sentenza assolutoria, rinviando alla Corte d’Appello per un nuovo esame che tenga conto dei suddetti elementi. http://www.dirittoscolastico.it
Tale vicenda dà l’occasione per un breve riflessione sull’estrema incertezza del confine proprio del diritto di critica ed in particolare del parametro della “continenza espressiva”.
Come noto, infatti, uno dei principali parametri di bilanciamento tra il diritto alla libera espressione del pensiero ed il diritto all’onore o reputazione, è individuato dalla giurisprudenza nella cosiddetta “continenza”, cioè nel fatto che l’espressione di un’opinione critica, per sua natura soggettiva e spesso  aspra, non trasmodi in un’aggressione alla sfera morale della persona.
Esaminando la copiosa giurisprudenza in tema, si possono segnalare pertanto almeno due criteri guida importanti: da un lato l’asprezza ed aggressività del linguaggio deve essere valutata alla luce dell’attuale livello di sensibilità sociale. In proposito Cass. pen. n. 34432/2007 ha, ad esempio, rilevato come “il linguaggio usato dai cittadini, dagli uomini politici, dai sindacalisti e dai cosiddetti opinion leaders è molto mutato nell’ultima parte del secolo scorso. Ormai siamo abituati, come telespettatori, ad assistere a vere e proprie aggressioni verbali e contumelie che affermati uomini politici non esitano a scambiarsi. Siffatto modo di esprimersi e di rapportarsi all’altro è certamente poco opportuno ed è certamente censurabile sul piano del costume, ma bisogna prendere atto che esso è ormai accettato, o forse meglio dire sopportato, dalla maggioranza dei cittadini che, pur contestando l’uso di un linguaggio troppo aggressivo, stentano a credere che si debba far ricorso in tali casi a sanzioni penali. E’ sintomo questo che la sensibilità e la coscienza sociale sul punto sono molto cambiate”.
Con riferimento a questo primo elemento, relativo alla desensibilizzazione sociale verso certe espressioni linguistiche, si possono citare alcuni casi esemplificativi: Cass. pen. n. 3372/2010 ha ritenuto che non integri reato l’espressione “latitante e incompetente” che un condomino aveva rivolto pubblicamente all’amministratore di condominio; Cass. pen. n. 17672/2010 ha del pari ritenuto non diffamatoria l’espressione “pazzo” riferita al titolare di uno studio professionale e pronunciata nel contesto di una discussione tra colleghi.
Il secondo criterio da tenere in considerazione è quello concernente l’oggetto della espressione critica: un conto è se essa si riferisce ad una condotta tenuta dal destinatario, altra cosa se essa è rivolta a denotare una qualità generale e permanente della personalità del destinatario. In questo secondo caso la critica sfocia nell’inutile aggressione alla sfera morale altrui e pertanto esula dal legittimo esercizio del diritto di critica.
Facendo applicazione di questi criteri generali ormai abbastanza consolidati nella giurisprudenza, la Corte d’Appello di Caltanisetta –nell’esaminare la questione del dirigente scolastico- aveva argomentato l’assoluzione affermando che, non risultando provato che il dirigente avesse premesso l’avverbio “solo” alla parola “stronzate” (e risultando conseguentemente provata l’espressione “lei dice stronzate”, non già quella “lei dice solo stronzate”) la frase appariva indirizzata non al modo d’essere della persona, ma a quanto la stessa aveva affermato nella specifica circostanza della discussione in consiglio di istituto.
La Corte di Cassazione, però, nella sentenza che si commenta, ha osservato che “pur non considerando l’avverbio, non è invero possibile valutare la portata offensiva del termine oggetto dell’imputazione, sotto il profilo della sua incidenza sulla persona del soggetto passivo piuttosto che sulla sola validità dell’opinione dallo stesso manifestata, in una prospettiva avulsa dal contesto nel quale l’espressione è pronunciata”.
E prosegue con la seguente, centrale, considerazione: “il giudizio sulla lesione effettiva dell’onore e del decoro non può prescindere dal considerare se, rispetto all’ambiente nel quale una determinata espressione è profferita, la stessa si limiti alla pur aspra critica di un’opinione non condivisa ovvero trasmodi nello squalificare la persona destinataria”.
Dunque sembra possa trarsi la conclusione che la valenza offensiva di un termine deve valutarsi in relazione ai diversi contesti ambientali in cui si realizza l’azione.
Come dire, e pare difficile non condividerlo, che un contesto di educatori non è quello di un’assemblea condominiale né quello di un rissoso dibattito televisivo tra politici.
Avv. Gianluca Dradi

redazione@aetnanet.org








Postato il Domenica, 18 dicembre 2011 ore 07:38:04 CET di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi