Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 585639407 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2024

Gran Galà 2024 del Convitto Cutelli: l’addio delle quinte classi fra danze, sorrisi e lacrime
di a-oliva
443 letture

Aperitivo culturale, III edizione: un anno di Redi
di m-nicotra
369 letture

Tre, due, uno… si parte!!!! Dall’Italia all’America viaggiando con la lettura
di m-nicotra
363 letture

QUANDO PARLA LA MUSICA. Festival internazionale dei Cori in Val Pusteria. La Sicilia presente con il coro di voci bianche “Vincenzo Bellini”
di a-oliva
359 letture

Esami di Stato a.s. 2023/24 - Pubblicazione nomine Commissione
di m-nicotra
351 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Modulistica
Modulistica

·Personale scolastico 2013/2014
·Concorso dirigenti, quando la comunicazione è ambigua. Depennate le domande inoltrate dopo il 16. ''Colpevoli'' alcuni Usr.
·2011-2012 modelli di autodichiarazioni da allegare alle Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie
·Modelli di utilizzazione verso i distinti gradi di scuola da parte del personale titolare in altro ruolo e appartenente a classe di concorso o posto i
·Sul Blog di professione insegnante modulistica assegnazioni provvisorie e utilizzazioni a.s. 2011/12


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Ma questo non c'è nel programma!

Redazione

Mi ha scritto una diciottenne, che ha proposto la lettura di un mio articolo, durante l’ora di religione. Nell’articolo invitavo i ragazzi a desiderare cose grandi e gli adulti a mostrarle attraverso la loro vita, dando spazio all’istanza centrale dell’adolescenza: la fame di bellezza, verità, bene. Quindi invitavo ad approfondire la domanda di senso sul mondo e le persone, vero banco di prova perché l’io rispecchiandosi nel mondo, si conosca e ami, e possa quindi emergere e costruirsi secondo la propria vocazione. La vita ci è data e l’adolescenza è la stagione per accettare questo “dato” come “compito”: vocazione (chiamata e risposta). Solo il senso e la ricerca di senso dà all’io dell’adolescente gli strumenti per scoprire ciò che è venuto a raccontare di unico, ciò che è venuto a creare. Un proverbio ebraico dice che Dio ha creato l’uomo per sentirgli raccontare storie. Noi raccontiamo la nostra storia quando l’assumiamo come compito: la nostra e quelle di chi ci è affidato.

La ragazza racconta che i ragazzi erano attenti e interessati, ma che ad un tratto il professore, un sacerdote, l’ha interrotta dicendo che la realtà descritta nell’articolo non esiste e che i ragazzi cercano solo cose materiali e divertimenti effimeri, altro che il senso… La ragazza ha risposto alla forzatura ideologica (generalizzante e pessimista nel confondere i sintomi con le cause) con l’evidenza della carne: lei era la testimonianza di quella ricerca. Il professore l’ha rimproverata del fatto che quella ricerca non emergeva dal sul modo di stare in classe e che le domande fondamentali della vita erano nel programma di secondo anno e non era suo compito tirarle fuori.

Fare l’insegnante è una vocazione stipendiata. Per non parlare del sacerdote, che è una vocazione e basta. Una vocazione il cui stipendio è l’unicità della persona, sempre degna di ogni sforzo. Anche se tutti i ragazzi del mondo fossero superficiali e immorali, come li descriveva il professore, a maggior ragione saremmo “chiamati” (vocazione è ciò che la realtà chiede, non quello che noi vogliamo la realtà sia) a prendercene cura. Dio si è incarnato a dispetto delle statistiche e si è occupato di coloro che ricadevano sotto il suo raggio di azione spazio-temporale di 33 anni in Palestina, e spesso erano proprio i cosiddetti “peggiori”. E lui era venuto per quelli. Si fa uomo proprio perché l’uomo ha bisogno di lui e risveglia nell’uomo la nostalgia di quel cielo che l’uomo è capace di guardare, ma spesso dimentica come fare. Gesù dava del tu a tutti, non generalizzava, cercava e trovava il bene sempre, sapeva contare sempre e solo fino a uno: la persona. Si occupava del bene piccolo, lo curava e lo faceva crescere, come il Padre si prende cura dell’erba del campo.

Lo chiamavano Maestro, perché aveva l’autorità della verità unità all’amore. Ogni maestro, partecipa alla vita del Maestro: essere mediatore di conoscenza vera e dare spazio e fiducia al bene che c’è in ogni uomo, lasciandolo libero di scegliere. Il giovane ricco se ne andò, anche se il Maestro gli disse la verità e “fissatolo lo amò”.

L’insegnamento è arte dell’incarnarsi, entrare nelle contraddizioni del caos del cuore adolescente e dare fiducia a quel caos. Educare è educare alla libertà sino al rischio di fallire, ma lasciare la porta aperta per un ritorno del figlio che temporaneamente (cioè per tutto il tempo della libertà) si è allontanato. Inganno sarebbe seguire il figlio nella sua fuga dalla realtà. Pensate se il prodigo si risvegliasse con il padre a fianco, a pascolare i porci con lui. Inganno è anche rimanere arroccati nel proprio castello e giudicare in modo sprezzante il figlio che torna pentito dal sul caos, per mettere un po’ di ordine. L’amore del Padre è preventivo, è roccia, non è conseguenza dei meriti del figlio. L’ho visto fare a Padre Puglisi nel mio liceo, di lui scrive una studentessa: “Non plasmava, non condizionava, non imponeva, non giudicava, attendeva i tempi di ognuno. Anche se bisognava aspettare anni. Parlando metteva in evidenza le cose belle, il cammino fatto, anche se piccolo. Diceva: guarda sei migliorata, ora fai un altro passo”.

Vorrei avere anche io quella pazienza che sa aspettare e andare incontro quando finalmente uno spiraglio si apre, che mette in evidenza il piccolo passo positivo. A questo è chiamato un maestro, questa è la sua vocazione. Chi sta con adolescenti è chiamato ad accettarne il caos, sapendo che è la strada per l’ordine, solo chi è nel caos tumultuoso dell’adolescenza ha fame di senso. Il Maestro non ha avuto paura del caos dell’uomo, ci è sprofondato dentro, si è fatto caos, per ridarci l’ordine.

Di Alessandro D’Avenia dalla rubrica Per chi suona la campanella, Aprile 2011

 









Postato il Martedì, 26 aprile 2011 ore 18:06:11 CEST di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.39 Secondi