Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483635507 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4253 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1402 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
806 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
733 letture

L’Anima e il Corpo (Parte I)
di m-nicotra
620 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·Autonomia si .... Regionalizzazione no!
·Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
·Il TAR del Lazio annulla il Concorso per DS. Unico perdente è il sistema scolastico italiano!
·Basta fango su Gino
·Domenico Mazzeo, rieletto per il terzo mandato consecutivo a Segretario Regionale Cida per la Sicilia


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Prendetevela pure con Berlusconi, ma lasciate in pace la scuola cattolica

Redazione

Ancora una volta nel giro di pochi giorni il “berlusconismo” e “l’anti-berlusconismo” ci portano lontano dai veri problemi dell’Italia e dalla situazione complessa del nord Africa. Ancora una volta la parte peggiore della politica e dei mass media fanno di tutto per far scoppiare una guerra tra poveri. Oggi il problema è tra scuola statale e scuola paritaria, soprattutto cattolica. Intanto mi sembra giusto ricordare a tutti che entrambe sono scuole pubbliche, l’una statale l’altra privata non statale, visto che qualcuno vuol far capire quando scrive, per ignoranza o perché subdolo, che bisogna difendere la scuola pubblica intendendo per “pubblica” solo quella statale. Se vogliamo difendere e manifestare per tutta la scuola pubblica, statale e paritaria, sono pienamente d’accordo, se solo per quella statale no! Ho studiato tutta la vita in una scuola statale e so bene cosa voglia dire avere docenti onesti o disonesti intellettualmente, educatori veri o gente che attendeva solo lo stipendio, persone di cultura o anonimi scribacchini. Più della metà del corpo docente della mia sezione avrebbe potuto rovinarmi la vita se fossi stato più debole, la restante parte mi ha preso per i capelli più volte, indicato una strada e per questo li ringrazio ancora. Questa è la mia esperienza e non c’entra per nulla la politica partitica o la religione! Da diversi anni insegno con grande piacere ed entusiasmo in una scuola paritaria, il Liceo “Don Bosco” di Catania, e questo mi permette di poter fare un confronto schietto tra il tempo in cui studiavo e il presente. Intanto non capisco perché si scriva tanto contro le scuole paritarie e pochi alzino un dito per difenderle. Sono paritarie? Sì! Lo sono perché c’è una legge dello Stato o perché lo hanno deciso loro? Sì, perché c’è una legge! Sono sottoposte agli standard delle scuole statali e agli stessi controlli? Sì! In occasione degli esami hanno commissioni speciali, diverse dalle altre scuole? No! I docenti sono insegnanti di serie B? No! Forse hanno studiato in università minori, non hanno fatto concorsi o le scuole di specializzazione come chi insegna nelle scuole statali? Dopo aver frequentato – come ho detto -  sempre e solo scuole statali, ora che insegno in una scuola paritaria, posso anche dire che si studia molto di più di quanto mi facessero fare allora, con molta serietà e un’apertura mentale decisamente più ampia. Certo, bisogna distinguere e non generalizzare né in positivo né in negativo. Tra le paritarie ci sono scuole che possiamo definire “diplomifici” e che purtroppo determinano a distanza la reputazione negativa di scuole più che serie e con tradizione centenaria. I “diplomifici” sono un problema per tutti, ma lo dovrebbero essere soprattutto per il Ministero dell’Istruzione, per i Provveditorati e per la Guardia di Finanza, poiché non sempre mettono in regola i docenti, spesso emettono buste paga senza dare il corrispettivo, hanno i registri delle presenze truccati, ecc. Cose che tanti sanno, ma che nessuno dice  - a mio avviso - perché ci sono connivenze e mazzette notevoli. Messe da parte questo tipo di strutture che io non chiamo scuole, restano le vere scuole paritarie quelle in cui – quando arrivano gli Ispettori –  si cerca il pelo nell’uovo, si controlla persino la qualità della carta igienica o dei gessetti; realtà, cioè, che superano spesso di gran lunga lo standard delle scuola statali e non perché hanno meno studenti, ma perché credono che la scuola sia una missione, sia un luogo vero di crescita e formazione completa della persona. Molti dimenticano che se non fosse stato per i privati – nella maggior parte dei casi religiosi – in Italia e al Sud  particolarmente, saremmo ancora analfabeti attendendo le scuole statali. Inoltre la famosa “Unità d’Italia” passa attraverso il grandissimo contributo dato dall’insegnamento in istituti privati; molti dei grandi Autori della Letteratura Italiana hanno compiuto studi con precettori religiosi o presso scuole di religiosi. La nostra Costituzione, quella che tutti tirano come una coperta corta e piegano al proprio volere, quella a cui tutti si appellano per dare valore alle proprie idee recita chiaramente: La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.
La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali.
Mi sembra che non ci voglia un costituzionalista per farci capire che con questa polemica le scuole paritarie non c’entrano niente e vanno tutelate e sostenute degnamente (cosa che non accade in Italia bensì in Paesi dove il Vaticano non c’è!). Se qualcuno non lo dovesse capire ancora adesso e intendesse fare una manifestazione contro le scuole paritarie e cattoliche si faccia spiegare dal “vate” Benigni la Costituzione oltre che l’Inno di Mameli, così forse capirà di più! Finiamola con questa guerra tra poveri e ricordiamo che, mentre noi stiamo a discutere di aria fritta, ci sono i nostri studenti che hanno bisogno quotidianamente di chi dia una risposta di senso alle domande importanti della vita attraverso lo studio e l’insegnamento appassionato, libero, coerente, innovativo, non dogmatico, né relativista. Questi ragazzi chiedono non asettici docenti, ma veri testimoni e modelli, che non facciano la strada al posto loro ma che la indichino significativamente grazie a relazioni educative vere. Marco Pappalardo

 

 









Postato il Mercoledì, 02 marzo 2011 ore 15:30:00 CET di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 1
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi