Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 585640079 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2024

Gran Galà 2024 del Convitto Cutelli: l’addio delle quinte classi fra danze, sorrisi e lacrime
di a-oliva
443 letture

Aperitivo culturale, III edizione: un anno di Redi
di m-nicotra
369 letture

Tre, due, uno… si parte!!!! Dall’Italia all’America viaggiando con la lettura
di m-nicotra
363 letture

QUANDO PARLA LA MUSICA. Festival internazionale dei Cori in Val Pusteria. La Sicilia presente con il coro di voci bianche “Vincenzo Bellini”
di a-oliva
359 letture

Esami di Stato a.s. 2023/24 - Pubblicazione nomine Commissione
di m-nicotra
351 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Un governo contro la scuola
·Le linee guide che spezzano la scuola, non la riaprono
·Il ministro blocchi il progetto scuola/esercito in Sicilia
·Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
·Gli amici delle scuole private all’attacco della Costituzione


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Didattica: Quei ''primitivi'' dei miei adolescenti

Redazione

Nel secondo quadrimestre della quarta dedico un modulo a vedere, con gli studenti, alcuni "decaloghi" di piccole o grandi religioni mondiali. L'intenzione dichiarata e reale sarebbe quella di mostrare come alcune regole morali sono trasversali a quasi tutte le religioni prese in esame e questo forse vuol dire che queste regole appartengono alla natura umana in quanto tale, prima ancora di qualsiasi traduzione religiosa-culturale possibile.
Ovviamente gli studenti trovano modo di sorridere su alcune regole che a noi sembrano strane, come il divieto per i buddhisti di dormire su letti sontuosi e di bere sostanze inebrianti ("non sanno cosa si perdono" - dice Elisa), o quello dei testimoni di Geova di portare la barba, o ancora l'invito confuciano ad amare la propria scuola (non vi dico gli improperi!!). Ma in genere questo permette loro anche di "annusare" le differenze tra varie impostazioni etiche, e per rovescio di poter valutare diversamente la propria cultura di appartenenza.
Quest'anno ho fatto un aggiunta. Me l'aveva suggerita un frate domenicano mio amico. Sono andato su internet e ho scovato un po' di materiale. Mi sono documentato ho messo giù una scheda e dopo tutto questo "ambaradan" sono andato in classe. "Questa è una religione primitiva, ancora oggi sopravvissuta nell'estremo sud america". "Ma le pare prof. che si possa imparare qualcosa dai primitivi?" L'ipertecnologico Andrea ovviamente non può ammettere che dietro di lui esista una storia che può dirgli qualcosa. Ma io silenziosamente ho iniziato a leggere il testo delle regole della Religione Yàmana, che vengono ancora oggi consegnate agli e alle adolescenti, durante il rito di passaggio all'età adulta.
E più io leggevo e più il silenzio aumentava. La prima regola che li ha colpiti è stata questa "Quando ritorni da caccia dividi le prede con tutto il villaggio. La tua famiglia dovrà essere l'ultima a spartirsi le prede". "Beh non è giusto, se io ho faticato a caccia, perché devo dividere quello che ho preso con chi non ha fatto niente stando a casa" (sempre Andrea!). "Però se il giorno dopo tu non prendi nulla e vale la regola che si deve dividere tu mangi lo stesso anche senza aver cacciato - suggerisce Antonella - e magari in questo modo la volta dopo sei più contento anche tu di dare le tue cose a chi non ha cacciato niente".
E la seconda che li ha colpiti suona così: "Non rubare. Rubare non ti causa vantaggio. Se hai bisogno di qualcosa chiedila e usala, poi restituiscila, ma non rubare. Se rubi sarai espulso dalla comunità". "Ma non è giusto, allora possedere delle cose non serve a nulla, meglio non comprare nulla e usare quelle degli altri!" (Maddalena). "Si ma allora nessuno comprerebbe nulla e qualcuno che vuole vivere bene si darebbe una mossa e comprerebbe quello che gli serve, usandolo solo per sé. Così gli altri sarebbero costretti a fare altrettanto". "Perfetto Cristina - le dico io -, ma non ti pare che stai descrivendo la situazione nostra dove la proprietà privata implica sempre anche l'uso privato dei beni? In questa religione invece la proprietà è privata ma l'uso è condiviso".
Alla fine abbiamo cercato di trovare un senso di fondo a queste regole e ci siamo accorti che in questa religione l'idea della sopravvivenza individuale è strettamente legata a quella degli altri, perché vivono in una condizione geografica difficile come quella della Terra del Fuoco. E allora mi è venuto in mente un gioco mentale: "Ok, proviamo a pensare come sarebbe se queste regole fossero "globalizzate". In fondo anche noi viviamo in un mondo che ha, forse anche per colpa nostra, condizioni di sopravivenza umana sempre più difficili. Come sarebbe se queste regole fossero condivise da tutti?"
"Beh ad esempio mia madre da quando c'è la crisi si è messa d'accordo con la sua amica vicina di casa, che lavora a 100 metri da dove lavora lei, e hanno deciso di usare solo una macchina a turno per andare a lavorare invece che due - continua Gianluca -. Mi sembra davvero stupido consumare benzina quando si può risparmiare e magari fare due chiacchiere con una amica che altrimenti vedresti meno". "Prof. mio cugino che vive a Parigi - dice Antonella - ha ristrutturato casa e insieme ad altri sei condomini ha deciso di comprare una lavatrice condominiale, risparmiando così un sacco di soldi e di energia". 
E questi adolescenti sarebbero quelli primitivi, senza cultura, apatici, sprecati. Se avessimo il coraggio di lasciargli lo spazio che si meritano...

di Gilberto Borghi |VinoNuovo  14 febbraio 2011









Postato il Martedì, 15 febbraio 2011 ore 21:34:11 CET di Marco Pappalardo
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.40 Secondi