Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483694155 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4265 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1428 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
823 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
742 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
656 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

· Comunicato dell’Assemblea Nazionale per il ritiro di qualunque progetto di Autonomia differenziata
·Caldo canicolare, basta con l'esame di Stato tra fine giugno e luglio. Bisogna anticipare l'esame di maturità
·La scuola odierna, non solo in Italia, ridotta ad essere una scuola finta
·A chi giova escludere i posti Quota 100 dai posti disponibili per la mobilità?
·Sì ai controlli biometrici dei dirigenti scolastici


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Consorzio: Attività aggiuntive: molte sono le scuole che le stanno bloccando

Redazione
Sono moltissime ormai le scuole che deliberano a stragrande maggioranza di bloccare tutte le attività aggiuntive all'insegnamento e in modo particolare i viaggi di istruzione, mettendo però talvolta in agitazione permalosa le famiglie che non si rendono conto della lotta che i docenti  devono affrontare per avere garantito ciò che lentamente loro viene tolto e con un imperio legale mai visto prima. Decisioni, quelle dei collegi dei docenti, prese con rammarico perché c'è l'evidente consapevolezza del valore formativo delle visite di istruzione, ma nulla può nascondere la profonda indignazione che si prova di fronte ai provvedimenti assunti negli ultimi mesi nei confronti della scuola pubblica.
Provvedimenti che avranno, sostengono i professori,  come immediata  conseguenza il peggioramento della qualità dell'offerta formativa, e che, in  prospettiva, acuiranno i divari sociali, riducendo ulteriormente le possibilità, per i giovani, di una vita  dignitosa nel nostro Paese. Il taglio di risorse inoltre rende molto difficile, o di fatto impossibile, intervenire a favore  dell’integrazione  degli studenti diversamente abili o degli stranieri, insieme al  miglioramento dei risultati di apprendimento, del sostegno e della promozione sociale.
Oltre a ciò, sono da aggiungere le misure che colpiscono direttamente gli insegnanti,  causando loro conseguenze molto gravi dal punto di vista economico e professionale: la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, il blocco per 3 anni della contrattazione nazionale col conseguente congelamento dei giusti aumenti legati all'inflazione, il blocco della progressione di carriera, mentre non bisogna dimenticare l'ultima trovata ministeriale che ha tolto la pur risibile  diaria giornaliera per accompagnare i ragazzi in viaggio di istruzione all'estero. Forse ce ne è abbastanza per fare capire la gravità delle misure prese dal Governo e del disagio che si avverte a scuola; e forse pure per coinvolgere le famiglie nella protesta anche perché non c'è ente pubblico né privato che non riconosca, oltre alle spese di viaggio, di vitto e di alloggio, anche una diaria aggiuntiva che però, per la delicatezza del compito, è sempre pochissima per un docente, visto che deve vigilare su 16/20 ragazzini pronti a tutto quando sono fuori dal controllo dei genitori. Ma il blocco delle attività aggiuntive all'insegnamento è andato anche oltre in molte scuole superiori, rifiutando di deliberare le nuove adozione dei libri di testo o di prestare supplenze oltre le 18 ore settimanali  o di accettare attività di recupero  e perfino di accollarsi ore eccedenti che in questo modo non vengono tolte ai precari che hanno comunque consentito, e consentono ancora, il buon funzionamento della istruzione. Dal punto di vista dei professori non solo è una iniziativa opportuna ma anche coraggiosa e forte  per non passare da masochisti, considerati i comportamenti complessivamente  penalizzanti solo la scuola e i suoi operatori contro i quali c'è stata una sorta di escalation delegittimante, partita prima come fannullonismo, ignoranza, neghittosità e conclusasi con l'umiliazione di vedersi non riconosciuti nemmeno i diritti essenziali, fra cui il più odioso è la negazione degli scatti sessennali di anzianità che rimangono però per tutti gli altri del pubblico impiego: forse che i “maestri” sono categoria a parte e possono ben vivere solo di sapere e di cultura, come di recente ha sostenuto il ministro Tremonti? Il fatto poi che alcuni genitori non abbiano solidarizzato con questa protesta rientra perfettamente nella logica con cui la scuola finora è andata avanti, considerato che la gran parte dei docenti si spende senza pretendere riscontri né morali (la stima)  né materiali (i compensi dovuti). Ma non solo. Le famiglie da qualche decennio a questa parte hanno demandato alla scuola perfino il compito di educare la loro prole e spesso si mettono addirittura in conflitto con essa quando i figli vengono bocciati o puniti. Molti genitori stanno scambiando le aule per una sorta di grande fratello, una mega tv davanti alla quale posteggiare i figli lasciando ai professori l'incombenza sia della loro istruzione, sia della loro educazione e perfino quella di portarli in gita al posto loro. Quando dunque una categoria così terribilmente umiliata, la più bistrattata d'Europa e contro cui si è stata montata una campagna di discredito capziosa, cerca di fare valere un minimo di garanzie legali e contrattuali, ecco strisciare nuove accuse, dimenticando che se i ragazzini hanno il diritto alle attività aggiuntive, i professori hanno quello del riconoscimento del loro lavoro e se questo è strumentalmente disatteso e umiliato non si capisce perché non debbano reagire, coinvolgendo i fruitori della loro opera e   della loro arte, che sono appunto gli scolari e le loro famiglie. Scelte fatte a malincuore certamente, ma quale altro strumento hanno loro in mano? Ricordiamo in ultimo che pure il blocco degli scrutini è stato cassato dal comitato di garanzia come forma di protesta e sempre per consentire alle famiglie di farsi le ferie in pace, togliendo così un'altra arma assai pesante in mano ai docenti. E allora, quale altro proiettile resta loro nel fucile per mettere nel mirino il loro disagio?

Pasquale Almirante
p.almirante@aetnanet.org








Postato il Sabato, 30 ottobre 2010 ore 10:32:12 CEST di Pasquale Almirante
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi