Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480168017 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
884 letture

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
857 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
685 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
667 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
624 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

I video della scuola
I video della scuola

·Il Caffè filosofico al Liceo scientifico dell'IISS Francesco Redi di Belpasso
·Riflessioni della maestra Margherita sull'Innovazione didattica a scuola di Giovanni Biondi - Presidente INDIRE
·26 Novembre, manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne: le CattiveMaestre ci saranno
·Human - Le fonti. Trovare il proprio posto
·Sicilia, record dei beneficiati dalla legge 104 nella scuola, e Agrigento è la prima provincia per numero di applicazioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: Documento sulla Riforma da Lic. Boggio Lera (Catania)

Comunicati

Quella che comunemente viene presentata come 'riforma' della scuola superiore appare, invece, densa più di ombre che di luci e non pochi passaggi lasciano dubbi e perplessità e, in altri casi, suscitano, invece, aperta contrarietà. E' evidente a tutti che la scuola italiana avesse bisogno di cambiamenti profondi; cioè di una vera riforma. Ma il senso dei cambiamenti che questo progetto di legge porta avanti sembra andare nella direzione opposta rispetto quello che si potrebbe auspicare.  Vale a dire:  piuttosto che un maggiore investimento nei confronti della scuola pubblica siamo in presenza di un tipo d'intervento che, con il lessico delle politiche industriale, si può definire di 'ristrutturazione aziendale' e che la storia insegna tradursi sempre in licenziamenti e, quindi, nel caso della scuola in una privatizzazione sempre meno strisciante e sempre più manifesta.  Non sembra, Infatti, che il nuovo corso della scuola prenda in considerazione i temi al centro delle attenzioni quotidiane: l'adeguamento stipendiale al ruolo e alla funzione oggettivamente svolta, il problema della formazione del corpo docente, un ripensamento generale delle strutture scolastiche con l'allungamento del tempo-scuola, né tanto meno il progressivo innalzamento dell'obbligo scolastico (e non solo formativo) o la riduzione del numero degli alunni per classe. Eppure, non è soltanto una logica miope e ragionieristica quella che presiede nelle sue linee di fondo alla politica scolastica che questo progetto vuol mettere in atto: dietro vi è molto di più (che comunque non è già poco) dei tagli sui costi, cioè sui lavoratori della scuola. Dietro c'è un'idea di formazione che è funzionale al tipo di classe dirigente che si vuole selezionare e al tipo d'Italia a cui si vuole giungere. Ecco perché per certi versi si può parlare di controriforma e non di riforma. Schematicamente potrebbero essere questi i punti sui quali aprire una riflessione critica:

1) una questione di metodo: la cosiddetta 'riforma' viene fatta passare 'sulla testa' dei docenti senza nessun dialogo reale, capace, cioè, di ascoltare i bisogni effettivi della scuola pubblica italiana;

2) la progressiva 'precarizzazione' dell'intero corpo docente con, tra l'altro, conseguenze evidenti sotto il profilo della tanto sbandierata continuità didattica;

3) l'inesistenza di qualsiasi dibattito pedagogico e culturale sullo statuto epistemologico delle singole discipline e del loro insegnamento e sugli assi culturali attorno ai quali fare ruotare la formazione dei giovani;

4) la drastica riduzione dell'offerta scolastica ai licei e ai professionali con la soppressione dei tecnici e la mutilazione di quasi tutte le sperimentazioni messe in campo negli anni passati;

5) la riduzione del monte orario complessivo per ogni corso di studi;

6) l'accorpamento di alcune classi di concorso.

Si tratta di punti essenziali che riducono il problema all'osso ma che possono rappresentare, pragmaticamente, l'avvio di un dibattito non solo nella realtà scolastica del nostro Istituto ma svolgere anche la funzione di prima piattaforma d'incontro e di confronto con gli altri istituti della scuola secondaria superiore, per giungere ad un'assemblea cittadina che si assuma la responsabilità di fare presente al Ministero le osservazioni critiche che la scuola stessa sarà in grado di formulare. Per queste ragioni siamo, dunque, contrari alla cosiddetta 'riforma' e chiediamo al governo la sospensione di ogni intervento sulla scuola, al fine di facilitare un ampio, approfondito e, soprattutto, partecipato, confronto sul merito delle questioni avanzate.

 I docenti del Liceo Boggio Lera

 

 






dello stesso autore




Postato il Venerdì, 12 marzo 2010 ore 10:08:58 CET di Alfio Petrone
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi