Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 523379402 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2021

Solidarietà del CCR alla dott.ssa GIOVANNA BODA. Ambasciatrice dell’Educazione Civica
di a-oliva
3969 letture

Giornale scolastico: Informa-Azione all'IIS Francesco REDI di Paternò
di m-nicotra
3799 letture

L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
di a-battiato
3391 letture

Sogno d’una notte d’inverno, tra città e saperi
di a-battiato
3221 letture

Il Ministro Bianchi elogia la preside Brigida Morsellino. “Grazie per aver tenuto gli studenti a rischio legati alla scuola”
di a-oliva
3135 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni Scolastiche
Istituzioni Scolastiche

·Giornale scolastico: Informa-Azione all'IIS Francesco REDI di Paternò
·L’arte speciale di Aliaia, del Liceo Artistico 'Emilio Greco', di Catania
·A Voz no Morro - Redi Jazz Orchestra 'In the space'
·Gli alunni della Teresa di Calcutta incontrano lo Haiku
·Giornata di studio sull’ambiente al liceo scientifico 'A. Russo Giusti di Belpasso'


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Università: L'ACCUSA DEL PROF. UNIVERSITARIO: TROPPI STUDENTI SONO IMPREPARATI

Comunicati
da Repubblica
Mercoledì, 29 Novembre 2006

Il decano di Italianistica si sfoga: "Oggi c´è un livello che non avremmo mai accettato 20 anni fa"

L´accusa del professor Pasquini "Troppi studenti sono impreparati"
ILARIA VENTURI

E´ appena rientrato da una lezione sulla poesia popolare giullaresca nel Medioevo. Scuote la testa, il professor Emilio Pasquini. «Su questo tema li vedo appassionati. Ma il problema, in generale, è che sono fortemente impreparati». Al suo ultimo anno di lezioni, il decano di Italianistica è nella posizione di poter dire cose impopolari. E cioè che il re è nudo, ovvero che l´Università ha gettato la spugna nel formare i suoi studenti.
Nella sua prolusione su Carducci, tenuta in apertura dell´anno accademico, Pasquini ha lanciato l´allarme alla città sul declino del rigore e del livello degli studi: «Ci vuole una scossa etica, al limite dell´utopia».
Perché professore questo appello?
«Perché negli ultimi anni è caduto il livello di preparazione degli studenti. Oggi non posso più permettermi di fare lezione come vent´anni fa: non mi capirebbero più. Mi trovo di fronte a giovani che non hanno minimamente idea di quello di cui parlo, se cito il Cantico dei cantici vedo il loro sguardo nel vuoto, se do un voto mediocre all´esame mi guardano stupefatti, perché non si rendono conto che ho perdonato cose un tempo imperdonabili. Manca a questi ragazzi l´enciclopedia di base, si iscrivono a Lettere senza sapere il latino, il greco si studia tutto il traduzione».
Come ha reagito, professore?
«Mi sono rassegnato, lo ammetto. Mando giù cose che un tempo non avrei mai digerito, accetto di dare un 26 all´esame che sarebbe in realtà un 18. Il problema è che tutta l´Università è diventata più tollerante. E´ vero che ‘magna debetur puero reverentia´, ma il rispetto lo si deve anche alla dignità delle discipline. Facendo credere ai giovani che tutto sia facile li abbiamo ingannati».
E´ con questa idea che i ragazzi si iscrivono a Lettere?
«Fuggono dalle facoltà scientifiche perché lì ancora lo studio costa fatica. Un giorni si è presentata all´esame una studentessa che veniva da Medicina, dove aveva superato venti esami con voti alti. Perché, le ho chiesto, è qui. Perché qua c´è la felicità. E´ questo che cercano i giovani da noi: vogliono fare cose che riempiono lo spirito, pensano che qui la vita sia bella perché si sta in mezzo a cose belle. Un peterpanismo preoccupante».
La didattica è dunque caduta di livello?
«Molti dei nostri maestri nascevano dalla didattica. Ora invece ad alto livello facciamo solo ricerca. Prepariamo persone mediamente colte che andranno a lavorare nei villaggi turistici. Possiamo anche farlo, ma in realtà noi abbiamo il compito di formare persone che abbiano competenze scientifiche e il rigore scientifico è alla base della biologia come della letteratura. Non serve a nulla preparare una persona che sa all´incirca, come stiamo facendo. Ma se lo stesso Carducci, pur essendo un latinista provetto, rifiutò di insegnare latino a Napoli perché non si riteneva adeguatamente preparato!».
Di chi è la colpa?
«Ci sono responsabilità della scuola media che non prepara e dell´Università che si accontenta».
Rimpiange forse l´Università d´élite?
«Figuriamoci, non sarebbe più possibile. Non sono un passatista, mi considero riformista ed esserlo significa cominciare a pretendere rigore negli studi. Non dobbiamo più accontentarci dell´imparaticcio, non fa bene a nessuno. Ma ogni volta che parli così diventi impopolare. Quando ero visiting professor all´Università di Yale ho assistito a una seduta del consiglio di un dottorato di ricerca. A una candidata è stato detto che il suo livello di preparazione e di impegno era inadeguato per Yale. A Bologna questo non potrebbe mai accadere. La scossa etica è cominciare a dire alle persone: Tu non hai studiato».








Postato il Giovedì, 30 novembre 2006 ore 00:05:00 CET di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.32 Secondi