Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 581586311 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
aprile 2024

Mascalucia - Federico Sorrenti, sindaco dei ragazzi dell’istituto Leonardo Da Vinci
di a-oliva
166 letture

Mobilità Personale Docente per l’a.s. 2024/2025 – conclusione operazioni di convalida
di a-oliva
116 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sondaggi
Sondaggi

·Universita’di Catania: dirigenti d’oro con stipendi cresciuti del 50%
·A tenaglia sulla questione della illegittima reiterazione delle nomine a t.d. nelle scuole
·Sezioni Primavera - Esiti monitoraggio
·Questionario sul Valore Legale della Laurea, termine ultimo 24 aprile 2012
·Miur e Istat assieme per la diffusione della cultura statistica nelle scuole


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: Incontro dibattito interassociativo: ''La parola alla scuola''. Convitto Cutelli, 29 maggio 2002, ore 17.00.

Eventi

Incontro dibattito

LA PAROLA ALLA SCUOLA
(prima che sia troppo tardi!)

Aula magna del Convitto Cutelli di Catania,
mercoledì 29 maggio dalle ore 17.00 alle  ore 20.00


AIMC Associazione Italiana Maestri Cattolici, ARCI , Casa di Cultura - Politeia,  CIDI Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti, FNISM Federazione Italiana Insegnanti, IF Innovazione e Formazione, Il Politecnico sezione di Catania, Legambiente Scuola e Formazione, MCE Movimento di Cooperazione Educativa, Risorsa Scuola e Formazione, UCIIM Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi Sezione “Nuccio Sciacchitano” di Catania,Studenti.net  di Catania.


INVITIAMO

tutti coloro che sono  interessati al futuro della scuola, della cultura e della partecipazione democratica nel nostro Paese, ad intervenire all'incontro - dibattito che si svolgerà nella aula magna del convitto Cutelli di Catania, mercoledì 29 maggio dalle ore 17.00 alle  ore 20.00

LA PAROLA ALLA SCUOLA
(prima che sia troppo tardi!)

Moderatore:  Enrico Escher

Apriranno la discussione:
Adriana Cantaro, Francesco Capodanno, Emanuela Coniglione, Silvana Licciardello, Andrea Manganaro, Elio Marotta, Rosaria Paci, Fausto Raciti, Caterina Renda.

Sono stati invitati:
Il Direttore generale dell'Istruzione in Sicilia  dott. Michele Calascibetta, il vice-Direttore dott. Gaetano Ragunì,   il Direttore del CSA di Catania dott. Raffaele Zanoli,  i rappresentanti di associazioni e gruppi  culturali,  docenti e  Dirigenti scolastici della provincia di Catania.


Documento base

Le espressioni “obbligo scolastico” e “obbligo formativo nei documenti governativi sono state sostituite da un generico "diritto all'istruzione e alla formazione". Ritenere l'istruzione solo un diritto significa però accettare e confermare le disuguaglianze. Le famiglie e i ragazzi appartenenti agli strati sociali più deboli ancor oggi non sono spesso consapevoli di questo diritto. Per noi l'istruzione è un diritto-dovere e non una semplice possibilità. Va affermato ancora con forza che i pubblici poteri hanno l'obbligo  di rendere fruibile il servizio scolastico a tutti, garantendo pari opportunità e rimuovendo gli ostacoli “di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione” dei cittadini alla vita democratica del Paese (art. 3 della Costituzione).

Doppio canale “istruzione liceale-formazione professionale. Il progetto Moratti disegna un sistema “duale” dell'istruzione, con una netta separazione tra licei (di durata quinquennale) e formazione professionale (quadriennale). Si ripropone così una separazione tra  coloro che hanno diritto al sapere e coloro che sono destinati solo a fare, che ci riporta indietro agli anni ‘50. Una scelta precoce in una logica di orientamento non formativo, ma soltanto selettivo,  conduce inevitabilmente ad  una scuola che riproduce  le differenze sociali. Alla parola d'ordine della separazione va contrapposta quella dell'integrazione e della formazione dentro  i percorsi scolastici.

Tempo scuola.  Nei documenti Bertagna il tempo ordinario di tutta la  scuola (dai 6 ai 18 anni) è ridotto a 25 ore. Non è solo un problema di perdita di posti di lavoro. In tal modo molte attività diventeranno  facoltative e saranno svolte solo a richiesta di allievi e famiglie..  Verranno così annullate le positive esperienze del tempo prolungato nella scuola media e del tempo pieno nella scuola elementare e saranno allontanati dalle  didattiche innovative e di laboratorio  gli studenti più deboli, quelli cioè che ne avrebbero più bisogno.

Pubblico e privato. Molte scuole private si fondano su logiche non formative ma di mercato (diplomifici). Per migliorare la qualità del sistema formativo bisognerebbe incidere su questa patologia, non  legittimare ed estendere un modello che ha introdotto nel sistema formativo la logica della compravendita dei titoli di studio.

Scuola dell'infanzia. Una anticipazione della frequenza della prima classe elementare, lasciata alla esclusiva discrezionalità delle famiglie, come previsto nei documenti governativi, ha come conseguenza una differenziazione degli alunni non basata  su elementi psicologici o formativi e che si ripercuote a ritroso sulla scuola dell'infanzia,  snaturandone la coerenza formativa.

Curricoli e piani di studio. I curricoli comprendono tutto ciò che la singola scuola  pratica e come intende  farlo per metterlo in rapporto con ciò che intende perseguire. La riforma Moratti sostituisce i curricoli con la pura e semplice offerta di corsi  da parte della scuola, e/o dei privati,  tra i quali i giovani e le famiglie sarebbero "libere" di scegliere. Alla logica del curricolo si vuole sostituire quella del supermercato della formazione.

Autonomia. L'autonomia degli istituti vive  se ha i mezzi per essere attuata e soprattutto  se è sollecitata  la partecipazione dei docenti, dei capi d'istituto, delle famiglie,  degli  studenti, ma anche di altri soggetti del territorio. Il governo però elimina gli organismi di  sostegno e consulenza alle scuole (CIS) e con il disegno di legge sul riordino degli organi collegiali di fatto riduce la partecipazione delle componenti alla vita della scuola.

Docenti e personale amministrativo, tecnico, ausiliario. Non si rinnova la scuola aumentando i carichi di lavoro dei docenti (sostituzione dei colleghi fino a 15 giorni), il numero delle classi nelle quali insegnare (conseguenza della riduzione a 25 ore settimanali), il numero degli allievi per classe. Così si risparmia denaro, non si migliora la qualità dell'istruzione. Nella legge sugli organi collegiali non sono previsti momenti di progettazione comune  dei percorsi. Il docente tende ad essere visto non come un formatore ma solo come trasmettitore di conoscenze, soprattutto nella scuola secondaria. I ruoli di coordinamento,  tutoraggio  e orientamento verrebbero  affidati a figure specifiche, spesso esterne alla comunità scolastica e simili ai quadri di una azienda. La valutazione rischia così di non essere affidata a quella collegialità che è anche garanzia di equità.

Formazione iniziale e in servizio degli insegnanti. Saranno cancellate le SIS (scuole di specializzazione per l'insegnamento nella scuola secondaria) e i compiti di formazione iniziale e in servizio saranno assegnati all'Università. Si rischia in tal modo di perdere il prezioso patrimonio di autoformazione, ricerca e sperimentazione prodotto dalla scuola in questi ultimi decenni.










Postato il Mercoledì, 22 maggio 2002 ore 10:45:00 CEST di Remigio Tosoni
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.61 Secondi