Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 585552849 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2024

Gran Galà 2024 del Convitto Cutelli: l’addio delle quinte classi fra danze, sorrisi e lacrime
di a-oliva
434 letture

Aperitivo culturale, III edizione: un anno di Redi
di m-nicotra
357 letture

Tre, due, uno… si parte!!!! Dall’Italia all’America viaggiando con la lettura
di m-nicotra
351 letture

QUANDO PARLA LA MUSICA. Festival internazionale dei Cori in Val Pusteria. La Sicilia presente con il coro di voci bianche “Vincenzo Bellini”
di a-oliva
342 letture

Esami di Stato a.s. 2023/24 - Pubblicazione nomine Commissione
di m-nicotra
342 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Il Presidente dell'Associazione degli ex allievi del Convitto Nazionale ''M. CUTELLI'' Prof. Filippo Galatà, ha donato al Dirigente Scolastico Prof. Stefano Raciti lo stemma in legno del Casato Cutelli.
·GRAN CONCERTO DI BENEFICENZA per “La Civita” di Catania
·Dal Pozzo di Gammazita una rete di associazioni per conoscere la città
·Venerdì 16 Luglio alle ore 19, presso la Corte Vaccarini del Convitto Nazionale “Mario Cutelli” presentazione del libro degli Ing. Gaetano e Fabrizio D’Emilio: #ACCADDEACATANIA
·UCIIM Sezione di Tremestieri Etneo. Incontro con l’autore: Roberto Russo


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Concorsi: CONCORSO A CATTEDRE PER QUANTI?POCHI O TUTTI?

Comunicati
Concorso a cattedre per quanti? Pochi o tutti? di Calogero Virzì L’approvazione del decreto sulla formazione iniziale degli insegnanti del 14 ottobre scorso prevede inaspettatamente, che per diventare insegnanti titolari a scuola, bisogna superare un concorso nazionale. Si ritorna alle tanto contestate forme di reclutamento di molti anni fa. Ma non basta. Per diventare insegnanti serve superare una corsa ad ostacoli continui di cui il concorso è l’ultima prova selettiva. Anche oggi è difficile diventare insegnanti, vi sono diverse prove selettive, ma il percorso è almeno semplice. Laurea, due anni di SSIS e iscrizione in graduatoria permanente. Il decreto contiene numerosi ostacoli e qualche aberrazione. Il primo ostacolo si presenta dopo la laurea breve. Per acquisire l’abilitazione all’esercizio della professione bisogna superare lo sbarramento di accesso al percorso della laurea magistrale. Il secondo ostacolo è l’esame di Stato finale con cui si ottiene l’abilitazione. Finora finito un simile percorso che completava la formazione scientifica e professionale si andava ad insegnare. Con il nuovo decreto il calvario è ancora in gran parte da percorrere. Acquisita l’abilitazione ci si iscrive in una graduatoria regionale e si aspetta la segnalazione presso una scuola. Se si è bravi e fortunati, bravi per l’alto punteggio di laurea e fortunati per aver azzeccato la regione giusta, il proprio nome viene segnalato ad una scuola per fare un anno di praticantato. Il terzo ostacolo è il giudizio finale dato dalla scuola. Un ostacolo non difficile, ma delicato. Infatti non solo serve un giudizio positivo, ma è previsto anche un punteggio che serve per partecipare al concorso e probabilmente contribuirà nel determinarne l’esito finale. Il quarto ostacolo è il concorso. Dopo sei anni di formazione disciplinare e tecnico-professionale, due giudizi positivi dell’Università ed un giudizio altrettanto positivo della scuola si può essere bocciati in sede di concorso. L’aberrazione si ritrova nel c. 5 e c. 6 dell’articolo 3 che regolano la fase transitoria in maniera poco comprensibile. Infatti quanti sono in possesso di un “titolo accademico acquisito con il previgente ordinamento” devono acquisire, secondo il comma 5, una nuova laurea, la laurea magistrale, se vogliono intraprendere la trafila che porta all’insegnamento, ma per gli stessi soggetti il comma 6 prevede “ulteriori titoli abilitanti” con corsi organizzati dalle competenti strutture didattiche universitarie. Chi supera il concorso ha garantito il posto, dice il Ministero. E’ ovvio, avviene per tutti i concorsi che selezionano quanti servono. I problemi sono altri. Il primo riguarda i soggetti che concorrono. Si arriva alla meta dopo una continua scrematura e la selezione viene affidata ad una commissione che conosce il candidato solo in sede di esame. Quanti lo hanno conosciuto durante i percorsi accademici formativi o durante l’esperienza lavorativa non contano nella scelta. Il secondo problema riguarda la ripartizione dei posti. 500 mila precari cederanno metà dei posti da loro occupati da anni ai vincitori dei concorsi. Un percorso privilegiato per sistemare dei “privilegiati” in tempi di vacche magre? Simulazione Ma quanti parteciperanno al primo concorso e per quanti posti? La simulazione che segue viene effettuata a partire dai dati del Miur sui pensionamenti. Anni considerati: 2006/2007/2008. Turn-over stimato per ogni anno: 23mila docenti. Aumento del 30% = 6,900 posti. Totale fabbisogno nel triennio 2006/2008: 89.700 insegnanti. Distribuzione dei posti al 50%: 44.850 alle graduatorie permanenti e altrettanti ai concorsi a cattedra. Graduatorie permanenti (precari storici + abilitati Ssis fino al VI ciclo per un totale di circa 500mila docenti): 44.700 posti, cioè una cattedra ogni 11 aspiranti. Nuovo ordinamento: aspiranti nel triennio 89.700; posti nel triennio 89.700 = 1 cattedra per ogni aspirante. 27/10/2005





dello stesso autore




Postato il Venerdì, 28 ottobre 2005 ore 01:00:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.48 Secondi