Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547863153 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1940 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1904 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1850 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1769 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1746 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Sindacati
Sindacati

·Il Piano Scuola 2020-2021 e la 'verità nascosta'
· ATA internalizzati: 1 luglio manifestazione in piazza Montecitorio per ottenere il full-time
·Tavolo di conciliazione: risposte insoddisfacenti da parte del Ministero. I Sindacati indicono lo sciopero della scuola l’8 giugno. Per ripartire servono investimenti straordinari, non piccoli aggiustamenti
·Fallita la conciliazione fra sindacati e Ministero, proclamato lo sciopero della scuola per l'8 giugno
·Gissi: per riaprire le scuole in sicurezza molti i problemi da affrontare, e il personale non basta.


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Costume e società: Lezioni di vera politica dal carcere. Parla l’ex presidente della Regione Sicilia, Totò Cuffaro

Redazione
Sono ancora vive le immagini e risuonano chiare e forti le parole dell’ex presidente della Regione Sicilia, Totò Cuffaro, matricola n. 87833, detenuto nel carcere di Rebibbia. In un’intervista condotta da Michela Giuffrida, direttore di "Antenna Sicilia", è stata rievocata la vicenda che ha portato alla condanna a cinque anni di carcere del senatore e presidente della Regione per favoreggiamento alla mafia. Vittima sacrificale che ha pagato per tutti e con ammirevole forza, coraggio e pazienza sta sopportando la dura prova.
Ho sbattuto sulla mafia, dice Totò Cuffaro, riconoscendo i suoi errori, ma il suo credo politico, la sua attenzione alla gente, la ricerca del bene comune lo rendono "maestro" della vera politica che non cerca solo il consenso elettorale, ma sta vicino alla gente e ne condivide le tensioni, i bisogni, le attese e le speranze.

Ha già compiuto 1379 giorni di carcere e ne mancano altri 746 per riacquistare la libertà e poter rivedere per intero il cielo della sua Sicilia. Ogni giorno li conta, li cancella e li vive nella pesantezza del carcere, attendendo il 5 dicembre 2015, ultimo giorno di pena e per lui si apriranno le porte del carcere.
Con ammirevole onestà, profonda cultura dello Stato e grande rispetto delle Istituzioni, compresa la Magistratura, Totò Cuffaro ha impartito una vera lezione di politica che guarda il bene comune e cerca il consenso dei cittadini, attraverso le azioni di servizio alla gente, creando un contatto, guardando le persone negli occhi, stringendo le loro mani in segno di amicizia. Quello che è stato definito "cuffarismo" nel senso buono si traduce in attenzione alle persone, mentre oggi i politici sono lontani dai cittadini e, una volta eletti, se ne dimenticano.

In Sicilia, ha detto, non si può governare con il bastone della tirannia, della prepotenza e della sopraffazione sugli altri, bensì attraverso un "buon governo" che adotta le regole del "buon padre di famiglia" che rimprovera e richiama, ma collabora e valorizza le persone.
Oggi il politico risulta quasi un ibrido giacché appare "giornalisticamente modificato" (PGM) constatando che i giornalisti costruiscono l’immagine di un politico e ne determinano il successo. Anche una foto (quella dei cannoli) può distruggere l’immagine di un politico e segnarne la fine.
In carcere il senatore Cuffaro fa "politica"; si è messo a servizio degli altri detenuti, molti dei quali extra comunitari, li aiuta scrivendo per loro ricorsi, domande, appelli. Per alcuni scrive anche lettere ai familiari e alle fidanzate, fa il consigliere e il confidente di quanti sono in difficoltà. Riceve molte lettere di amici e risponde con ammirevole forza, studia per conseguire la laurea in Giurisprudenza per poi aiutare i detenuti che non possono permettersi un avvocato, scrive libri rivivendo in forma romanzata la sua triste esperienza.

Nei suoi libri: "Il candore delle cornacchie", già edito e candidato al "premio Strega" e nel libro di prossima pubblicazione "Le carezze della nenia", racconta la vita del carcere che opprime, ma vista da un aquilone giallo verde e azzurro anche il carcere dall’alto sembra piccolo e la speranza della libertà si alimenta e cresce, sempre più dando forza e fiducia nel momento della prova.
Il messaggio che dall’intervista arriva alla gente comune, ma che dovrebbe arrivare anche ai politici nazionali è che nelle carceri, luoghi ai quali la Costituzione assegna il compito della rieducazione, si vivono non solo storie dei corpi e quindi i problemi del sovraffollamento delle carceri e delle strutture, ma ancor più si vivono "storie di anime" e si sente forte il senso della giustizia. In carcere, per non essere disperati, occorre vincere l’astio e il rancore con la speranza e la fiducia, non tenere i pugni chiusi, bensì le mani aperte all’accoglienza e alla solidarietà e quindi seminare non rabbia e veleni, bensì speranza e fiducia.

Nella conclusione dell’intervista, il presidente Cuffaro che spiega i braccialetti colorati ricevuti in dono da un amico di ritorno dai pellegrinaggi a Lourdes afferma con serenità e convinzione:
"A differenza di chi sconta l’ergastolo, io sono fortunato e, anche se la mia pena è lunga e difficile, finirà. Sono fortunato perché sono affidato all’abbraccio di Dio e della Madonna e tale affidamento non mi può essere negato".
Queste espressioni risuonano come monito e lezione di vita, meritano attenzione e rispetto da parte di tutti, auspicando che la data del 5 dicembre 2015 possa essere anticipata.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it








Postato il Domenica, 09 febbraio 2014 ore 07:30:00 CET di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi