Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 587078478 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2024

PRESIDE CARMELO BERTINO
di a-oliva
393 letture

Convitto Cutelli incubatore di talenti: l’ex alunno Flavio Tomasello sulla skené della 59esima stagione del Teatro Greco di Siracusa
di a-oliva
326 letture

GPS – Avviso apertura funzioni per la presentazione telematica delle istanze di scioglimento della riserva ai fini dell’inclusione a pieno titolo nella I fascia
di a-oliva
203 letture

Il Coro interscolastico Bellini alle Ciminiere
di a-oliva
200 letture

Bandi ATA 24 mesi – Graduatorie a.s. 2024/2025 indicazioni acquisizioni istanze come da L. 95-2024
di a-oliva
194 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Andrea Oliva
· Redazione
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·La negoziazione assistita
·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: Lettera inviata dal coordinamento dei collaboratori scolastici

Associazioni
redazione Scrivere "

IL COORDINAMENTO DEI COLLABORATORI SCOLASTICI
Provenienti dalla vecchia graduatoria provinciale e che non hanno fatto alcun ricorso

Ci presentiamo in forma completa a scanso di ogni equivoco per poter dire ancora una volta la nostra su questa vicenda.

Premettiamo che le vicende di oggi 19 settembre 2002 sono la morte di ogni democrazia, la tomba di ogni legge e sentenze di tribunali (giuste o ingiuste che esse siano), ma soprattutto, per noi il non poter più credere in nessuna forma di giustizia, l'assistere quasi impotenti ai giochi sotterranei che le varie autorità, Prefetto, Questore e Politicanti vari (che amano pescare nel torbido) stanno facendo e continuano a fare alle nostre spalle.
Chissà, forse qualcuno gli ha messo in testa che siamo idioti, solo perché fino ad oggi ci siamo comportati civilmente, solo perché abbiamo atteso con molta pazienza che si trovasse una soluzione a questa vicenda. Pazienza e civiltà che usiamo ogni giorno nel nostro lavoro di Collaboratori Scolastici nei confronti dei genitori e degli alunni e che ormai fanno parte del nostro patrimonio genetico e professionale. Questo tanto per capirci.
Ma veniamo alla vicenda di questo Giovedì Nero.
1. dopo quasi un mese di attesa finalmente il direttore del CSA di Catania e la Direzione Regionale nella persona del Direttore il Dottor Calascibetta, dicono finalmente l'ultima parola su come debbano essere fatte le convocazioni alla luce delle Ordinanze sospensive. Ordinanze ottenute da alcuni che, presenti nella graduatoria da sempre (come noi), hanno lavorato lo scorso anno e poi con l'aggiornamento e i nuovi inserimenti previsti dall'ormai famoso D.M. 75/01, si sono visti scalzare nelle loro posizioni di graduatoria fino a non rientrare nel numero di coloro che potevano aspirare a una supplenza annuale.
Alle convocazioni dell'anno scorso queste persone dopo aver protestato, hanno deciso di agire attraverso le vie legali perché vedevano calpestato un loro eventuale diritto di precedenza (non entriamo nel merito se abbiano ragione o torto, non sta a noi giudicare)
2. Il ricorso e le relative ordinanze sospensive sono state fatte contro l'inserimento in graduatoria di nuove persone ( che avevano prestato servizio per conto degli enti locali nelle scuole)

Primo quesito che ci poniamo: che cosa centriamo noi in questa vicenda: chi da diritto all'una o l'altra parte (ricorsisti ed enti locali) di metterci in mezzo e bloccare il nostro legittimo , da nessuna autorità o tribunale messo in dubbio, diritto di poter avere la nomina per la supplenza annuale e non farci lavorare?
Se tutte le persone provenienti dagli Enti Locali ritengono che questa Ordinanza (che è provvisoria visto che ancora manca un giudizio di merito) sia un'ingiustizia nei loro confronti, perché non agiscono in via giudiziaria per chiedere che venga annullata? Se li preoccupa l'attesa, allora mi spieghino perché i ricorrenti hanno atteso pazientemente la pronuncia (seppur provvisoria) del C.G.A. di Palermo, forse questi avevano meno bisogno di lavorare rispetto a loro?

Ma loro ormai sono diventati gli unici che a Catania sono disoccupati e hanno famiglia gli altri no. Quindi che il Questore e il Prefetto e tutti gli altri politicanti li difendano poveretti
Noi invece che non siamo ne ricorrenti ne enti locali che diritto abbiamo di lavorare mica siamo disoccupati, mica abbiamo famiglie da mantenere eppoi abbiamo troppe buone maniere per essere dei veri disoccupati (ci mascheriamo come tali ma non è così).
QUINDI BUTTIAMOLI A MARE (anzi lo facciamo da soli, ne siamo capaci)

Non si offendano Questore Prefetto, perché noi siamo scemi, si sa e quindi ci possono prendere per i fondelli come vogliono.
Le convocazioni, ma no lasciate stare quei poveracci occupavano la scuola mica si poteva buttarli via, eppoi non si può toccare una donna incinta messa davanti ai cancelli (sceneggiate di poco gusto studiate a tavolino e attuate scientificamente, ne abbiamo sentito abbastanza con le nostre orecchie per poterlo affermare e se qualcuno ci vuole denunciare per calunnia lo faccia pure)
Altra sceneggiata, una decina di poliziotti messi alle 14,30 (orario delle convocazioni) davanti alla Scuola Pizzigoni, quando si sapeva che dalle 12,30 un centinaio di persone erano messi davanti ai cancelli per bloccare queste benedette convocazioni (loro possono tutto). Ma a nessuno (Signor Questore) è venuta l'idea di mettere un po' prima qualche poliziotto in più magari davanti ad un solo cancello e tenerlo sgombro, così si evitava magari il rischio di un parto improvviso?
Questo è chiedere troppo, o forse come noi pensiamo Questore e Prefetto si sono presi l'autorità di decidere sulle convocazioni (ma di questo ne riparleremo in sede giudiziaria) e di non farle svolgere perché c'erano dei poveretti da difendere. Mentre noi pur non potendo essere toccati nella nostra posizione di graduatoria da nessuno, visto che nessun ricorso è stato fatto contro di noi (ne potrebbe essere altrimenti), non siamo disoccupati veri, non abbiamo famiglia da mantenere, non facciamo finta di fare lo sciopero della fame (non si fa sciopero della fame abbuffandosi di pasta al forno) non mettiamo mogli o parenti o altro in stato di gravidanza davanti ai cancelli, noi che non protestiamo minacciando fisicamente le persone, non contiamo nulla nei giochi che qualcun altro crede di poter condurre sulla nostra pelle.
Scordavamo noi non abbiamo Santi in Paradiso perché per essere in queste graduatorie per soli titoli nel 1987 non ne occorrevano e le posizioni di graduatoria le abbiamo scalate con il nostro sudore aggiornando ogni 2 anni la propria posizione facendo le domande di inserimento in 20 scuole e andando ogni volta a controllare prima la graduatoria provinciale provvisoria poi quella definitiva ed infine facendo il giro delle 20 (poi diventate 25 e infine 30) scuole per verificare che fossimo stati inseriti al posto giusto.
Facendo supplenze temporanee anche di 15 giorni nei paesi più sperduti della nostra provincia per aumentare il punteggio, infine con una grande dose di pazienza visto che molti hanno cominciato a lavorare nel 1999/2000 dopo ben 13 anni.
Ma a chi può interessare tutto ciò. Ormai gli unici detentori delle pagine dei giornali, degli interessamenti dei vari politici ecc.. (e non vogliamo appositamente specificare cosa significhi quell'eccetera), gli unici che possono minacciare fisicamente tutti e restare impuniti, fare ciò che vogliono sfottendoci pure sono loro.
Ma non credo che duri molto questa storia si sono scordati che in graduatoria e disposti a difendere con le unghie anni e anni di fatica non sono i 100 convocati oggi ma tutti quelli collocati utilmente compresa prima fascia. Facciano bene i loro conti tutti gli attori e interpreti di questa sceneggiata la prossima volta
PERCHE' NON SIAMO PIU' DISPOSTI A SUBIRE E FARCI BLOCCARE LE CONVOCAZIONI DA NESSUNO MA PROPRIO DA NESSUNO

Per il coordinamento dei Collaboratori Scolastici
Agatino Rapisarda
Agatino.rapisarda1@tin.it
Tel 095/206995
Cell 349/2554025

"








Postato il Venerdì, 20 settembre 2002 ore 17:49:51 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.51 Secondi