Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 415895773 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
gennaio 2018

Chiudono le scuole paritarie, 104 in Sicilia. Alleanza tra genitori e docenti e all’orizzonte il costo standard
di g-aderno
1338 letture

Notte Nazionale del Liceo Classico al Liceo Spedalieri – IV edizione – Natura Naturans
di m-nicotra
1064 letture

Legge di Bilancio 2018: l’insoddisfazione dei Collaboratori dei DS. Appello alle forze politiche
di m-nicotra
873 letture

In varietate concordia…. IV Edizione 'Notte Nazionale dei Licei Classici 2018' al Convitto Mario Cutelli - Catania
di a-oliva
761 letture

Future Lab, il Marconi polo formativo in Sicilia
di m-nicotra
726 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania
·Docente sanzionato all'Ipssar Cascino di Palermo: TAR condanna dirigente scolastico, nominato commisario ad acta
·Dare dell'ignorante al collega è reato
·Il TAR del Lazio, per la prima volta, ammette all'orale una candidata non ammessa


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Diversamente abili: Alunni disabili senza assistenza, genitori incatenati davanti alla scuola

Rassegna stampa
Alunni disabili senza assistenza, genitori incatenati davanti alla scuola
Succede in un istituto tecnico di Palermo, dove a 15 giorni dalla ripresa dell’anno scolastico dopo le vacanze di Natale non sono ancora garantiti i servizi di autonomia e trasporto. Una mamma: “Vorremmo che almeno una volta la nostra protesta fosse anche sostenuta dai presidi e dagli insegnanti”.
PALERMO. Genitori e studenti con disabilità delle scuole di Palermo si sono incatenati ancora una volta, questa mattina davanti all’istituto tecnico Majorana. Il motivo della protesta è che dal rientro delle vacanze di Natale ad oggi i servizi di assistenza, autonomia, comunicazione e trasporto non sono ancora partiti nella maggior parte delle scuole superiori di Palermo e in molte altre della Sicilia. L’iniziativa è stata promossa dall’Anffas onlus Palermo (Associazione Nazionale di Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) in rappresentanza degli studenti con disabilità di tutta la Sicilia, per protestare proprio in difesa del diritto allo studio.
“Il copione si ripete e questa è la terza manifestazione che facciamo di questo tipo. Accogliamo con fiducia – sottolinea Antonio Costanza, presidente di Anffas onlus Palermo e vicepresidente di Anffas onlus Sicilia – le rassicurazioni del sindaco Orlando sull’anticipo delle somme necessarie alla ripresa dei servizi nelle scuole, ma non possiamo abbassare la guardia e chiediamo a gran voce che le istituzioni regionali facciano la loro parte, affinché, una volta e per tutte, il diritto allo studio non venga più erogato in ritardo e a singhiozzo. Le famiglie chiedono con forza continuità e qualità dei servizi per fare crescere i loro figli al pari di quegli degli altri”.
“Il diritto allo studio – continua Antonio Costanza – troppo spesso, appare come una concessione più che come un diritto. Parlare di inclusione scolastica – aggiunge il presidente di Anffas Onlus Palermo – è particolarmente complesso in Sicilia, perché, per poter essere inclusi, gli alunni con disabilità devono prima di tutto essere messi nelle condizioni di accedere fisicamente a scuola; un aspetto che a molte persone con disabilità viene ancora oggi negato, per la mancanza di quei servizi essenziali in grado di permettere al diritto allo studio di essere garantito. Non è un problema di risorse economiche, ma una questione di carattere civile e culturale”.
“Siamo stanchi di dovere lottare sempre da anni per gli stessi diritti – dice Giusi Adelfio la mamma di una ragazza con disabilità – dei nostri figli che devono essere uguali a quelli dei loro coetanei. I nostri figli non sono di serie B e mi chiedo ancora perché dobbiamo andare avanti in questo modo davanti purtroppo all’indifferenza costante delle istituzioni ma anche di buona parte della società civile. Mi amareggia non vedere al nostro fianco, per esempio, nessun insegnante ma anche nello stesso tempo nessun genitore dei compagni dei nostri figli senza disabilità”.
“E’ davvero umiliante continuare a subire questo stato di cose – aggiunge anche Sara Landino, mamma di Federico -. Come si può parlare di integrazione e di quant’altro se continuano a mancare i servizi essenziali? Da quando mio figlio va alle scuole superiori, essendomi ritirata dal lavoro, vengo a fare la ricreazione con lui. Siamo in ginocchio e purtroppo sempre soli. Vorremmo che almeno una volta la nostra protesta fosse anche sostenuta dai presidi e dagli insegnanti cosa che non è mai avvenuta”.
“Sappiamo che è solo un problema di mera programmazione – incalza infine Antonio Costanza – e pertanto sollecitiamo, ancora una volta il governo regionale ad intervenire di conseguenza. Quale messaggio educativo stiamo lasciando, inoltre, ai compagni di questi ragazzi con disabilità? Chiediamo anche maggiore sensibilità ai rappresentanti della scuole. Oggi avremo anche un incontro con la prefettura da cui ci aspettiamo maggiori risposte”. (set)

Redattore Sociale del 20-01-2017








Postato il Lunedì, 23 gennaio 2017 ore 08:30:00 CET di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 2.63 Secondi