Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 476559825 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
marzo 2019

Visita al Consglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per la Microelettronica e Microsistemi (CNR-IMM), per gli studenti del Liceo Classico Europeo annesso al Conv. Naz. 'M. Cutelli' in seno al progetto di Alternanza Scuola Lavoro
di a-oliva
876 letture

Incontro con Lelio Bonaccorso, co-autore di 'Salvezza', opera di graphic journalism all'I.S. Majorana-Arcoleo di Caltagirone
di m-nicotra
793 letture

Cerimonia di giuramento del Consiglio dei Ragazzi al Municipio di S Agata Li Battiati
di m-nicotra
747 letture

ATA-ITP ex Enti Locali: sciopero 27 febbraio 2019
di m-nicotra
733 letture

Festa conclusiva del Progetto Erasmus+ 'Ambassadors for Peace' del liceo artistico Emilio Greco di Catania
di a-battiato
705 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sergio Garofalo
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Rassegna stampa
Rassegna stampa

·Webtrotter: Il giro del mondo in 80 minuti
·Lettera a Francesco Merlo
·Premio 2018 Domenico Danzuso
·Maturità, alternanza, test d’ingresso: il ministro Bussetti risponde alle domande degli studenti
·Riecco il concorsone, cancellati formazione iniziale e tirocinio - Per essere assunti si torna all’antico


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Sostegno: Sostegno agli alunni disabili, per i tribunali non può essere attuato imponendo un numero predefinito di ore tendente al risparmio pubblico

Sindacati
Successo dell’iniziativa “Sostegno, non un’ora di meno!” promossa dall’Anief per la tutela dei diritti degli alunni disabili. A conclusione dell’anno scolastico, l’Anief tira le somme del progetto annuale, promosso per la tutela degli alunni con disabilità a cui il Miur aveva negato il giusto apporto delle ore di sostegno in spregio al loro diritto all’istruzione e all’uguaglianza. Diverse le sentenze favorevoli provenienti da più tribunali d’Italia, supportate gratuitamente dai legali del giovane sindacato.
Marcello Pacifico (Anief-Cisal): con la nostra iniziativa abbiamo fatto rispettare i principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale, ma anche quanto previsto dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea tutelando il diritto all’istruzione, all’uguaglianza e il principio di non discriminazione degli alunni in difficoltà. Il fatto che il Ministero voglia ‘risparmiare’ sui nostri figli più deboli è una vergogna e in tribunale abbiamo avuto ragione costringendolo al rispetto della legalità.
In assenza di uno Stato in grado di garantire un adeguato numero di ore di sostegno agli alunni disabili, continua ad avere efficacia l’azione del sindacato: Anief, che ha dato la possibilità alle famiglie e agli operatori scolastici di presentare ricorso sino a marzo 2016, inanella una serie di sentenze che hanno permesso di assegnare una maggiorazione di supporto didattico a tanti giovani studenti che altrimenti sarebbero stati costretti a un’attività educativa senza il giusto apporto del docente specializzato espressamente indicato, invece, dalle commissioni mediche di competenza. I legali del sindacato hanno ottenuto piena ragione in tribunale con la condanna del Miur al ripristino del dovuto monte ore di sostegno necessario al corretto sviluppo dell’alunno, superando i vincoli di ore imposti dagli Uffici scolastici regionali.
È lunga la lista di ordinanze ottenute dai legali, con effetto immediato nei confronti degli alunni disabili: si va dal Tribunale di Palermo, dove hanno operato con successo gli avvocati Fabio Ganci e Walter Miceli, al Tribunale di Cosenza, dove si è imposta la linea degli avvocati Ida Mendicino e Donatella Longo; da quello di Frosinone (avvocato Dolores Broccoli), a quelli di La Spezia (dove a difendere gli alunni c’erano Alberto Agusto e Corrado Resta), di Sassari (avvocato Marcello Frau) e di Tivoli (con gli avvocati Anief Andrea Maresca e Salvatore Russo). In tutti questi casi, i giudici hanno dato piena ragione a quanto ha sempre sostenuto il giovane sindacato, con dei provvedimenti che vedono il Ministero dell’Istruzione sempre soccombente e condannato per discriminazione indiretta e violazione del fondamentale diritto all’istruzione e all’inclusione.
L’iniziativa, che ha visto impegnati in prima persona i legali Anief su tutto il territorio nazionale, coordinati con grande professionalità dagli avvocati Ida Mendicino e Walter Miceli, ha raggiunto gli esiti attesi anche grazie all’enorme dedizione della responsabile per il settore Sostegno dell’Anief, la dottoressa Elena Duccillo. Il ricorso rientra nell’ambito dell’iniziativa Anief “Sostegno: non un’ora di meno!”, avviata in autunno e terminata con la fine delle lezioni. Un progetto che si lega a doppio filo alla necessità di assumere, come previsto dall’art. 40, comma 1, della legge 27 dicembre 1997 n. 449, degli insegnanti di sostegno, in deroga al rapporto docenti/alunni. Anche ad anno scolastico in corso. Perché, a tutt’oggi, lo Stato ha l’obbligo di applicare la sentenza della Consulta n. 80/2010.
“I ringraziamenti per il lavoro profuso a sostegno di questa lodevole attività di tutela dei diritti dei nostri figli più deboli – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – vanno in primis a loro e a tutto lo staff del settore contenzioso nazionale, quindi ai nostri legali che si sono impegnati gratuitamente e con grande dedizione sul territorio e a quei docenti e dirigenti scolastici che – facendo da tramite tra noi e le famiglie – hanno reso possibile che il nostro impegno si realizzasse concretamente”.
Anief ricorda che già la Corte di Cassazione, nel 2014, ha ribadito che l’amministrazione scolastica ha il dovere “di assicurare l'assegnazione, in favore dell'alunno, del personale docente specializzato, anche ricorrendo - se del caso, là dove la specifica situazione di disabilità del bambino richieda interventi di sostegno continuativi e più intensi - all'attivazione di un posto di sostegno in deroga al rapporto insegnanti/alunni, per rendere possibile la fruizione effettiva del diritto, costituzionalmente protetto, dell'alunno disabile all'istruzione, all'integrazione sociale e alla crescita in un ambiente favorevole allo sviluppo della sua personalità e delle sue attitudini”.
Ciò significa che “l’omissione o le insufficienze nell'apprestamento, da parte dell'amministrazione scolastica, di quella attività doverosa si risolvono in una sostanziale contrazione del diritto fondamentale del disabile all'attivazione, in suo favore, di un intervento corrispondente alle specifiche esigenze rilevate, condizione imprescindibile per realizzare il diritto ad avere pari opportunità nella fruizione del servizio scolastico: l'una e le altre sono pertanto suscettibili di concretizzare, ove non accompagnate da una corrispondente contrazione dell'offerta formativa riservata agli altri alunni normodotati, una discriminazione indiretta, vietata dall’art. 2 della L. n. 67 del 2006”.
“Non c’è soddisfazione più grande – dice ancora il presidente Anief – che prestare il nostro impegno e il nostro lavoro per la tutela degli alunni in difficoltà. La nostra iniziativa ci ha resi orgogliosi ad ogni vittoria riportata in tribunale contro il Miur: discriminare e negare il fondamentale diritto all’istruzione in nome del ‘risparmio di spesa’ e delle ‘questioni di bilancio’, significa voler minare non solo i diritti del singolo, ma la dignità dell’intera comunità. Per questi motivi, agire per ripristinare la legalità, è stata un’azione doverosa che il nostro sindacato ha ritenuto di dover promuovere schierandosi, come sempre, in prima linea e a testa alta dalla parte del Diritto”.
“Con la nostra iniziativa abbiamo fatto rispettare i principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale, ma anche quanto previsto dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea tutelando il diritto all’istruzione, all’uguaglianza e il principio di non discriminazione degli alunni in difficoltà. Il fatto che il Ministero voglia ‘risparmiare’ sui nostri figli più deboli è una vergogna e in tribunale abbiamo avuto ragione costringendolo al rispetto della legalità”, conclude Pacifico.

Anief.org








Postato il Lunedì, 27 giugno 2016 ore 08:11:22 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi