Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 490199000 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
novembre 2019

Libriamoci: lo scrittore Cono Cinquemani e ideatore del progetto Ambulanza Letteraria ospite al Liceo G. Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
717 letture

Le idee innovative del Majorana volano a Bruxelles
di m-nicotra
623 letture

Bando selezione esperti FSE/PON - Liceo Lombardo Radice di Catania
di m-nicotra
613 letture

Il Parlamento della Legalità a Montecitorio, l’ambasciata del dono, nel nome di Nicholas Green
di g-aderno
504 letture

Tre intense giornate a Roma - Delegazione dei Ragazzi Sindaci della provincia di Catania
di m-nicotra
461 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Comunicati
Comunicati

·Mons. Gaetano Zito, padre, maestro e amico
·Grazie Nicholas
·Domenica 6 ottobre Lungomare Fest per l’intera giornata all’insegna della solidarietà.
·25 anni fa la tragedia del piccolo Nicholas e il grande dono.
·UCIIM - Istituto Ventorino - Giovedi 26 settembre alle ore 16 avrà luogo il convegno promosso dall’UCIIM sul tema: Educazione Civica e Cittadinanza Digitale


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Pensioni: Da domani a 4 milioni di pensionati rimborsi Inps per gli assegni non adeguati all’inflazione: accreditati sui loro c/c tra i 400 e 1.000 euro, ma dovevano essere molti di più

Sindacati
Per l’Ufficio parlamentare di bilancio, la restituzione media a seguito dell’infausta decisione presa nel 2011 dal Governo Monti, sarà appena del 12%. Le cifre reali, su cui si è espressa la Consulta, erano ben altre: ad agosto gli stessi pensionati avrebbero dovuto percepire tra i 3.000 e i 5.400 euro. E quanto restituito sarà pure tassato al 20%, con effetti negativi sull’assegno di quiescenza: le perdite annue raggiungeranno i 1.000 euro.
Marcello Pacifico (Anief-Confedir-Cisal): il Governo si è reso protagonista di una decisione politica salva conti pubblici, sulla pelle dei cittadini che hanno lavorato una vita. Le sentenze definitive, nel bene e nel male, vanno rispettate: per questo, i rimborsi dovevano essere distribuiti in proporzione a quanto indebitamente trattenuto. Non c’è altra scelta che ricorrere alla Corte di Conti. Per recuperare quel 70-90 per cento di soldi non recuperati. E avere assegni più consistenti. Ricorreremo, certamente, pure contro la tassazione delle somme corrisposte. Siamo pronti ad un’altra battaglia legale, per ottenere una nuova pronuncia di illegittimità. Se necessario, sino ancora dinanzi alla Corte Costituzionale.
Domani, 3 agosto, oltre 4 milioni di pensionati riceveranno sul proprio conto corrente, assieme al consueto assegno, i rimborsi Inps per le pensioni non adeguate all’inflazione dal 2012 sino ai primi sette mesi dell’anno in corso, come previsto dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 70/2015 del 30 aprile scorso: la data è stata stabilita dal decreto legge n. 65 ‘Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR. (15G00081)’, convertito con modificazioni dalla Legge 17 luglio 2015, n. 109, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 166 del 20 luglio scorso, ed è stata spostata a domani per tutti coloro che percepiscono l'accredito pensionistico tramite banca (la maggior parte), poiché i primi due giorni di agosto non sono stati operativi.
A beneficiare dei rimborsi, sono tutti i pensionati (anche gli eredi attraverso apposita domanda) che percepiscono tra 3 e 6 volte il minimo Inps, comprese cioè tra i 1.405 euro e i 2.810 euro lordi mensili: si ritroveranno accreditati, però, solamente tra i 400 e meno di 1.000 euro, che corrispondono tra il 10 e il 32 per cento del ‘maltolto’. Secondo i calcoli dell’Ufficio parlamentare di bilancio, organo super partes, la restituzione media sarà appena del 12%. Le cifre reali, su cui si è espressa la Consulta, erano dunque ben altre: se solo si fosse proceduto ad un saldo totale dei soldi non corrisposti per quattro anni e mezzo, domani gli stessi pensionati avrebbero infatti dovuto percepire una cifra oscillante tra i 3.000 e i 5.400 euro.
Si tratta, quindi, di una parziale 'risarcimento', che tra l’altro verrà anche ipertassato. Visto che a breve i pensionati dovranno restituire al fisco anche il 20 per cento delle somme che riceveranno. E le beffe non terminano qui. Perché se gli arretrati spettanti ai pensionati arrivano a superare i 5mila euro, la perdita annuale, a regime, tocca i 2mila euro, come conseguenza della mancata rivalutazione e del parziale risarcimento. Per capirci, anche coloro che percepiscono una fascia di reddito di 1.700 euro, tra i più “fortunati” di questa operazione di rimborso, si ritroveranno comunque, dopo l’una tantum percepita, a perdere quasi 3mila euro. E oltre 1.000 come differenza annuale a regime.
“La nostra organizzazione sindacale – commenta Marcello Pacifico, presidente Anief, segretario organizzativo Confedir e confederale Cisal– ha sempre contestato tale di procedere del Governo. Perché si tratta di una decisione politica salva conti pubblici, ancora una volta sulla pelle dei cittadini che hanno lavorato una vita. Le sentenze definitive, nel bene e nel male, vanno rispettate: per questo, i rimborsi dovevano essere distribuiti in proporzione a quanto indebitamente trattenuto. Mentre è stata scelta la via dell’assegnazione di un importo una tantum, senza alcuna possibilità di consolidare in misura piena gli arretrati non percepiti”.
“A questo punto – prosegue Pacifico -, non c’è altra scelta: ricorreremo alla Corte di Conti. Per recuperare quel 70-90 per cento di soldi non recuperati. Con effetti penalizzanti, tra l’altro, che si trascineranno pure sull’assegno di quiescenza. Ricorreremo, certamente, pure contro la tassazione delle somme corrisposte. Siamo pronti ad un’altra battaglia legale, per ottenere una nuova pronuncia di illegittimità. Se necessario, impugnando anche il decreto legge 65 imposto dal Governo, poi diventato Legge 109, ancora sino dinanzi alla Corte Costituzionale”.
Tutti gli interessati sul ricorso Anief con Cisal, Confedir e Radamante, possono leggere “Pensioni: Anief, Cisal e Confedir avviano i ricorsi alla Corte dei conti per il recupero della perequazione delle pensioni superiori a tre volte il minimo inps, a partire dal 2012” oppure scrivere a pensioni@anief.net oppure contattare il sindacato, la confederazione di appartenenza entro il prossimo 15 settembre. Per presentare direttamente ricorso, invece, cliccare qui. Gli interessati possono anche scaricare il modello di diffida.
download tabella
Anief.org








Postato il Domenica, 02 agosto 2015 ore 17:06:12 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.24 Secondi