Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483809457 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4374 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1445 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
851 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
834 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
762 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Indagini statistiche: La scuola vince se condivide

Rassegna stampa
I recentissimi dati Pisa 2013 sulle competenze degli studenti in matematica, lettura e scienze collocano l'Italia al di sotto della media Ocse, ma in recupero. Le performance al vertice in matematica sono saldamente in mani asiatiche: Cina (Shanghai), Singapore, Hong Kong, Taiwan, Corea, Giappone figurano tra i primi dieci paesi. L'Italia è in 32ima posizione, con un indice di 485, di poco inferiore alla media Ocse di 494, anche se meglio di paesi come Stati Uniti, Svezia e Israele. L'Italia è tra quelli che hanno mostrato il miglioramento più rapido (più di 2,5 punti per anno tra 2003 e 2012). Inoltre ha aumentato la quota dei top performers in matematica e ridotto la quota dei quindicenni con competenze più basse, con un miglioramento annuo che non ha riscontri in altri paesi europei.
Tra le regioni Trento è in testa con un punteggio di 524, seguito da Friuli Venezia Giulia e Veneto, figurando tra le prime in Europa. Trento è l'11ima regione a livello mondiale, la quarta in Europa. La Lombardia fa meglio della Germania e del Massachusetts. Ma la graduatoria ripercorre la spaccatura tra Nord e Sud Italia: quasi cento punti più in basso di Trento, a 430, c'è l'ultima, la Calabria.
Nella lettura l'Italia è 26ima con un indice pari a 490, ancora di poco sotto la media Ocse (496) e con un miglioramento modesto, 0,5 punti l'anno. In scienze il punteggio è di 494, contro una media Ocse a 501. Nelle scienze il miglioramento annuo è di tre punti, collocando l'Italia tra i dieci paesi con la crescita più sostenuta.
La posizione italiana è quindi insoddisfacente rispetto ai partner Ocse, ma il Paese mostra rapidi segnali di miglioramento. I dati sembrano smentire il catastrofismo. La scuola italiana non è al collasso, i quindicenni non sono "sdraiati", almeno sotto il profilo delle competenze.
Cosa si può fare per recuperare ulteriormente? Primo, occorre prendere molto sul serio la spaccatura del paese e il circolo vizioso che ne deriva: nel Sud il più basso livello di sviluppo economico genera da anni maggiore dispersione scolastica e minori investimenti. Di conseguenza il livello inadeguato di capitale umano impedisce di agganciare la crescita derivante dalla economia della conoscenza. Qui bene hanno fatto i ministri Barca e Profumo, e bene stanno facendo Trigilia e Carrozza, a dedicare una parte dei fondi strutturali Ue alla scuola, con un intervento che faccia recuperare il ritardo. Il contributo analitico di Invalsi su questo è fondamentale.
Secondo, vanno incoraggiate le attività che avvicinano i ragazzi alla scienza. Vi sono esperienze molto interessanti, che dovrebbero estendersi su tutto il territorio nazionale. Penso alla Fondazione Golinelli di Bologna, che supporta la creazione di materiale didattico per la scienza e mette in rete gli insegnanti per lo scambio di contenuti didattici e di esperienze. O all'Accademia dei Lincei, che ha creato in ogni regione italiana nuclei di scienziati disponibili a collaborare con le scuole per la divulgazione e la sperimentazione. Occorre sfruttare fino in fondo le potenzialità della tecnologia, generando valore dalla replicazione intelligente delle esperienze, attraverso la condivisione su piattaforme dedicate dei materiali didattici.
Terzo, altre esperienze incoraggianti riguardano le procedure deliberative sulla scienza. Si tratta di un movimento profondo, per certi versi ancora controverso, che sostiene la necessità di coinvolgere i cittadini nelle decisioni relative a questioni scientifiche e tecnologiche che impattano sulla vita delle persone. Decidere aiuta a conoscere. Nel nostro paese sono in corso sperimentazioni sul campo promosse da soggetti filantropici come la già citata Fondazione Golinelli, o da consorzi di università come Agorà in Piemonte. Il fatto straordinario è che i ragazzi non solo sono più disponibili degli adulti, ma anche più maturi: prendono sul serio il compito deliberativo, esaminano criticamente le evidenze scientifiche, sono disponibili a cambiare opinione lungo il processo.

Andrea Bonaccorsi
Ilsole24ore.com








Postato il Martedì, 10 dicembre 2013 ore 06:00:00 CET di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.61 Secondi