Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511662894 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
dicembre 2020

SALVIAMO LA STRETTA DI MANO
di a-oliva
383 letture

Convocazioni in modalità telematica per eventuale stipula di contratto a tempo determinato per l'a.s. 2020/2021 su posti COMUNI e SOSTEGNO SENZA TITOLO per gli aspiranti inclusi nelle GAE della Scuola dell'Infanzia
di a-oliva
153 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere i siti Unesco Siciliani
·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: Profumo, docenti provenienti anche dal mondo del lavoro

Rassegna stampa
Importante superare lo scollamento tra scuola e occupazione - ROMA -Sono tre le direttrici su cui lavorare per rilanciare il nostro sistema scolastico. Lo ha sottolineato il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, in occasione del convegno, organizzato da Fondazione Rocca e Associazione Treellle, “I numeri da cambiare. Scuola, università e ricerca. L’Italia nel confronto internazionale”.  «Ci sono - ha spiegato il ministro - tre elementi su cui lavorare: anticipare l’Orientamento in modo che gli studenti possano fare scelte più consapevoli, connesse anche alle prospettive di lavoro; anticipare il ponte scuola-lavoro attraverso tirocini e tesi di laurea sviluppate assieme tra Accademia e sistema delle aziende; favorire una partecipazione maggiore di “docenti” provenienti dal mondo del lavoro che attraverso le loro testimonianze diano un contributo alla formazione».   
«Noi siamo un paese manifatturiero - ha evidenziato Profumo - e in questo momento abbiamo bisogno di un maggior numero di studenti che seguano un percorso tecnico-professionale. Accade che ci siano 25.000 laureati in sovrannumero in alcuni settori e 25.000 posti a disposizione in altri settori e ciò non può e non deve accadere. Ci deve essere maggior connessione e maggior informazione sulle sulle opportunità di lavoro, di mestieri». D’accordo sulla necessità di un maggior raccordo scuola-lavoro il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, secondo il quale «una delle cose da cambiare è la ”mortificazione” degli indirizzi tecnici e professionali, che si associa a una “mortificazione” della manualità: da noi, tanto per fare un esempio, la percentuale di giovani che lavora in agricoltura è decisamente più bassa che in Francia o in Germania». Bene dunque gli Its e i Poli: «c’è un problema di domanda e offerta. Un circolo vizioso che va spezzato altrimenti non ne usciamo» ha osservato Salvatore Rossi, vice direttore generale di Bankitalia. Sulla stessa lunghezza d’onda il vicepresidente di confindustri Ivan Lo Bello, secondo il quale «l’istruzione italiana può contribuire in modo decisivo a velocizzare il passaggio dalla crisi alla ripresa, a patto che si vada avanti senza incrostazioni culturali, come ad esempio la separazione tra cultura umanistica e cultura tecnica che ha caratterizzato il nostro paese in molte fasi storiche. Le imprese - ha aggiunto - hanno fatto e continuano a fare molto per riportare la cultura tecnica al centro dello sviluppo del paese e del sistema educativo. Nonostante gli sforzi, ancora troppe aziende non trovano i tecnici che cercano».  Gianfelice Rocca, presidente del gruppo Techint ha quindi evidenzia quindi alcuni dati di confronto con l’Europa. «L’Italia è migliorata, certo, se guardiamo al decennio che abbiamo appena attraversato: nel 2000 gli italiani che si laureavano erano il 19%, nel 2010 il dato è salito al 32%. Ma l’Europa - fa notare -èpassata dal 27% al 40% nello stesso periodo. E ancora i risultati dei test Pisa sulle competenze dei quindicenni sono sotto la media dei paesi Ocse. Altre differenze riguardano: la spesa totale per l’università (1% del Pil contro l’1.4% dell’Ue), gli investimenti in ricerca pubblica e privata (1.26% contro 2.06%) e il trasferimento tecnologico (la capacità di trasformazione della ricerca in brevetti che è quattro volte più bassa che in Germania). E dunque il sistema educativo italiano migliora ma i suoi indici non sono ancora europei». Secondo Rocca «il sistema educativo italiano, diversamente da quello tedesco, continua ad allontanare la prospettiva di ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. In Germania il 7% della popolazione tra i 25 e i 34 anni ha un titolo di istruzione post-secondaria professionalizzante, giovani specializzati sulle professioni richieste dalle imprese. Questo tipo di laureati in Italia è ancora sostanzialmente assente (0.5%)».   
«Abbiamo problemi seri - conclude Rocca - ma anche punti di forza su cui dobbiamo costruire: dobbiamo liberare le energie riconoscendo autonomia alle eccellenze italiane nella scuola, nell’università e nella ricerca e fare in modo di aiutare a ridurre le divergenze rispetto a chi è rimasto indietro». Per Attilio Oliva, Presidente di Treellle, infine, «dobbiamo aver presente che un sistema educativo di qualità è una grande piattaforma per far ripartire l’Italia e riagganciare il treno di uno sviluppo sostenibile. La ricetta per raggiungere indici medi europei non sta solo e tutta nei soldi».  «Per migliorare i sistemi educativi - ha concluso - le ricette internazionali più condivise (OCSE, ecc..) suggeriscono di rompere la gestione statale iper centralizzata a favore di maggiori autonomie, di curare la formazione e il reclutamento selettivo del personale docente e dei dirigenti, di incentivare il personale con carriere e retribuzioni differenziate e infine di valutare costantemente dal centro i risultati relativi all’efficienza e all’efficacia del servizio».
www.lastampa.it








Postato il Giovedì, 04 ottobre 2012 ore 09:00:00 CEST di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 1
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.27 Secondi