Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 483809409 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2019

Concorso dirigenti scolastici quello che il Tar lazio non ha detto
di m-nicotra
4374 letture

C’è vita oltre la scuola, ovvero, tra demonio e santità
di a-battiato
1445 letture

Il Consiglio di Istituto dell'IIS Majorana-Meucci di Acireale manifesta disagio per la decisione di non autorizzare la formazione della classe terza del Tecnico Economico
di m-nicotra
851 letture

Il concorso a preside annullato dalla ruspa di una magistratura amministrativa irresponsabile incompetente e politicizzata. Salvato in extremis dal Consiglio di Stato
di s-indelicato
834 letture

A scuola di robot al liceo scientifico ‘G. Galilei’ di Catania
di m-nicotra
762 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Associazioni
Associazioni

·Promosso dall'associazione ''Stella Danzante'' il 15 marzo 2019 dalle ore 15:00 alle ore 20:00 si svolgerà l’VIII Giornata Nazionale di sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania
·Per soddisfare le tante richieste ritorna in scena il 9 marzo alle ore 21.00 al Metropolitan di Catania la replica de ''I Promessi Sposi Amore e Provvidenza''
·Incontri, Teatro, Cinema: al centro le DONNE
·2° Galà degli ex Allievi del Convitto “Mario Cutelli”.
·X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: Se il prof è ben pagato lo studente rende di più

Rassegna stampa
PER FAR decollare le performance scolastiche dei quindicenni italiani occorre investire sugli insegnanti e sull'inclusione: stipendi più alti, prof più preparati e motivati, carriera scolastica ambita e poche bocciature. Quella che sembrava una ovvietà ora ha anche il conforto dei numeri. E' l'Ocse che, attraverso uno dei tanti Focus realizzati sui dati Pisa 2009, fornisce la ricetta per un sistema di istruzione di qualità, come ce ne sono tanti in Europa. Per raggiungere buoni livelli nei test Ocse-Pisa occorre inoltre evitare sistemi selettivi che lasciano indietro gli alunni meno attrezzati. Al contrario, occorre credere che tutti gli alunni, anche quelli meno fortunati e più disagiati, possano raggiungere performance accettabili. Insomma, bocciare non serve a nulla e costa parecchio alla collettività.

Per raggiungere buoni risultati, non conta tanto "quanto" si spende per l'intera istruzione nazionale, ma "come" si spendono le risorse. Una analisi che, in buona sostanza, boccia l'intera politica scolastica portata avanti dal precedente governo, che ha ripristinato il voto di condotta, i giudizi numerici all'elementare e alla media e che ha introdotto un limite massimo di assenze per essere scrutinati. Ma che ha anche ridotto paurosamente il potere d'acquisto degli stipendi degli insegnanti mettendoli sul banco degli imputati ad ogni piè sospinto.

"Denaro fa rima con buone prestazioni in Pisa?", si chiedono gli esperti Ocse. Dipende dal tipo di economia. In paesi dove il

Pil è piuttosto modesto  -  inferiore ai 20 mila dollari Usa per abitante - un maggiore investimento complessivo nella scuola induce migliori risultati dei propri alunni. Ma nelle cosiddette economie ad alto reddito  -  con Pil pro-capite superiore a 20 mila dollari  -  non è così. L'esempio è proprio l'Italia, che può vantare un Pil superiore a 30 mila dollari per abitante, ma che mantiene performance piuttosto modeste in Lettura. "In economie ad alto reddito  -  spiegano dall'Ocse  -  i sistemi di istruzione tendono a privilegiare la qualità degli insegnanti in relazione alla dimensione delle classi". 

Per dimostrarlo, è stata fatta la correlazione tra i risultati in Lettura e la spesa complessiva per la formazione di un alunno dai 6 ai 15 anni. "Al di là dei 35 mila dollari Usa per alunno, l'ammontare della spesa non è più legato alle performance", spiegano da Parigi. "Ad esempio, i paesi che spendono oltre 100 mila dollari, come gli Stati Uniti, Lussemburgo Norvegia e Svizzera, hanno un livello di prestazioni simile a paesi che spendono meno della metà di tale importo, come Estonia, Ungheria e Polonia", continuano. "Cosa contribuisce allora a migliorare le performance nei paesi ad alto reddito?", si domandano.

I paesi ad alto reddito più performanti investono maggiormente sugli insegnanti e sul sistema, per evitare l'insuccesso scolastico. "In Corea e ad Hong Kong, i paesi in cima alle classifiche Pisa, gli insegnanti del primo ciclo di istruzione secondaria guadagnano più del doppio del Pil pro-capite del loro paese". "Complessivamente, i paesi che presentano le migliori performance in Pisa attirano i migliori allievi verso la carriera dell'insegnamento, offendo loro salari più elevati e un migliore status professionale". Di contro, in questi paesi il numero di allievi per classe è più elevato. In poche parole, l'affollamento delle classe  -  entro certi limiti  -  non è legato alla performance del sistema educativo del singolo paese.

Ma non solo. I paesi i cima alle classiche internazionali per risultati dei propri quindicenni "mostrano un livello di attenzione elevato all'insieme dei propri alunni". In questi paesi la scuola e i docenti non lasciano indietro gli alunni che stanno fallendo, bocciandoli, non li trasferiscono in altre scuole e non li raggruppano per livelli di competenze quando non riescono ad apprendere. "Indipendentemente dal livello di ricchezza, i paesi che si impegnano, tanto in termini di risorse che di politiche, a garantire il successo formativo a tutti i propri alunni ottengono migliori risultati dei sistemi educativi che tendono 'escluderè gli alunni meno bravi o coloro che presentano problemi di disciplina o con bisogni speciali".

di Salvo Intravaia (Repubblica.it)






dello stesso autore




Postato il Lunedì, 27 febbraio 2012 ore 23:11:52 CET di Sebastiano D'Achille
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi