Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 547605771 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2022

VIII edizione del concorso PICCOLI REGISTI CERCASI…per la LEGALITA’
di a-oliva
1914 letture

Il Progetto DLC ancora una volta per lo 'Spedalieri' una palestra di vita
di m-nicotra
1871 letture

“DIO NON SI È ANCORA STANCATO DEGLI UOMINI”. Lettera aperta dell’Arcivescovo di Catania alla madre del piccolo Germano
di a-oliva
1786 letture

La preside Brigida Morsellino "Cavaliere della Repubblica"
di a-oliva
1729 letture

Ultimi appuntamenti dell’anno scolastico al Convitto Cutelli: Countdown e Gran Galà
di a-oliva
1709 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Bocelli e Mitoraj a Noto per promuovere i siti Unesco Siciliani
·Job orientation and Work experience in Europe
·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


News: Don Bosco e la scuola del duemila

Rassegna stampa

Il «Percorso formativo per meccanici» definito esperienza di eccellenza dal progetto internazionale Gulliver. Ogni anno un esercito di 600 ragazzi frequenta i corsi del Cnos-Fap per imparare un mestiere. Vengono dai quartieri più popolari dalla città o da Bronte, da Scordia, da Giardini. Arrivano con un passa-parola e credono di andare solo a imparare un mestiere. E invece nei tre anni di permanenza vanno a scuola, imparano una professione e soprattutto vengono formati per affrontare la vita. La «formula» del Cnos- Fap, l’Ente di formazione dei Salesiani, in fondo è tutta qui. E lo sanno bene i Salesiani di Barriera che dagli Anni ’30 si preoccupano di formare attraverso la «Scuola degli artigiani» prima e la «Scuola di avviamento professionale» poi, generazioni di figure professionali di cui realmente la società, il mercato hanno bisogno. Così, se prima i Salesiani formavano tipografi, sarti, calzolai e falegnami, la «sfida» di questi decenni è Grafica, Elettromeccanica, Elettronica, Informatica e Meccanica. In totale 26-28 corsi annuali tutti «coniugati» con l’industria, più altre attività di secondo livello fatte con corsi brevi di specializzazione. Più l’esperimento di un quarto anno con diploma professionale, più dei programmi "modificati" e buoni accordi con l’Archimede e il Cannizzaro per consentire con altri due anni di scuola, la possibilità di un diploma. Una sfida, una battaglia vinta almeno a giudicare dai risultati del «Percorso formativo per Meccanici» indicato come «esperienza di eccellenza » nell’ambito di un meeting nazionale dei formatori salesiani - «Progetto Gulliver» - che si è svolto in questi giorni proprio a Catania. Il «segreto» del salesiano ing. Mauro Mocciaro, direttore del corso di Meccanica è quello del contesto. Quello di avere cioè sempre pensato, tanto nella stesura del programma formativo quanto nella produzione dei manufatti come nella rete di rapporti extrascolastici, al contesto produttivo in cui la scuola, e i suoi allievi si muovono. Cioè alle industrie siciliane e catanesi in particolare. Ed ecco perché solo pochi allievi, finiti i tre anni, rimangono disoccupati. «I nostri ragazzi - dice - trovano spazio nelle aziende del territorio, che ce li richiedono. Alla Sat - enumera - su 200 i nostri sono 180, alla Brumital sono 15-20 su 40 e così via. E questo perché le aziende sanno come lavoriamo e come facciamo lavorare i ragazzi: capita spesso anzi che ci vengano a chiedere un pezzo particolare o che ci chiedano dei prototipi per una realizzazione specifica, o come il caso dell’Università, che ci chiedano come fare per risolvere un problema tecnico. E noi accettiamo queste richieste perché i ragazzi trovano assai più desiderabile e stimolante lavorare su un oggetto vero e funzionante piuttosto che solo a una esercitazione e anche perché il lavoro stimola i docenti ad adeguare il proprio insegnamento alle esigenze del lavoro industriale e ad organizzare l’officina didattica come una piccola fabbrica. E perché questo ci pone agli occhi esterni come una fucina di operai qualificati. Che tutti vorrebbero avere». Una immagine, un progetto che giustifica i dati statistici che, pedantemente, don Mocciaro ha voluto ricercare spulciando negli annali, chiedendo e verificando. Il diagramma riassuntivo dal 1987 al 2006 vede un tasso di occupazione complessiva degli allievi pari al 74%: il 52% di questi opera nel settore specifico, il 13% lavora in altri settori produttivi e il 9% - ed è un dato significativo e in costante crescita - lavora in proprio, in qualche caso con significative operazioni di autoimprenditorialità «esprimendo - commenta il salesiano - qualità insospettate durante il periodo formativo». Ma non è ancora tutto. Quello che si insegna in quei pesanti tre anni non è solo abilità tecnica, precisione e gioco di squadra. Dopo il buongiorno e la preghiera mattutina, nella fabbrica con l’immagine di Don Bosco si insegna anche altro e cioè che il lavoro fa parte della vita. E come la vita, il lavoro va "rispettato".

COME NASCE LA CASA DEL SACRO CUORE ALLA BARRIERA

La casa salesiana «Sacro Cuore alla Barriera» è sorta all’inizio del secolo scorso per volontà dell’allora cardinale arcivescovo di Catania Francica Nava in quella che era la sua residenza di campagna. Ai Salesiani fu affidata nel 1923 con l’intento di ospitare i ragazzi poveri e bisognosi. Ben presto però più che come «ospizio sacro Cuore», come era sorto, si qualificò come «Scuola per artigiani» e più precisamente per tipografi, sarti, calzolai e falegnami. Una scelta che nasceva da esigenze anche pratiche se è vero che Don Bosco «inventò» la formazione professionale nelle Case salesiane partendo dai bisogni concreti di riparare e scarpe e gli indumenti ai suoi ragazzi o di produrre opuscoli e riviste per la diffusione della buona stampa. Sui banchi imparano che il lavoro va «rispettato», come la vita di cui è parte

ROSSELLA JANNELLO (da www.lasicilia.it)









Postato il Lunedì, 12 febbraio 2007 ore 14:48:00 CET di Renato Bonaccorso
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 4.25
Voti: 4


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.29 Secondi