Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 579268256 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
febbraio 2024

ACCOGLIENZA ERASMUS+ IL LOMBARDO RADICE APRE LE PORTE ALLA FINLANDIA
di a-oliva
1354 letture

Decreto di individuazione delle discipline oggetto della seconda prova scritta per l’Esame di Stato A.S. 2023/24
di a-oliva
517 letture

Orientamento e legalità al Convitto Mario Cutelli di Catania
di a-oliva
475 letture

Syria Leone, primo sindaco della scuola “DE ROBERTO” di Catania
di a-oliva
456 letture

Scuola, aumenti a personale ATA e DSGA. Valditara: “Valorizziamo il contributo di tutto il personale, per una scuola più inclusiva e centrata sullo studente”
di a-oliva
443 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ufficio Scolastico Provinciale
Ufficio Scolastico Provinciale

·Decreto di individuazione delle discipline oggetto della seconda prova scritta per l’Esame di Stato A.S. 2023/24
·RETTIFICA – Avviso prot.76 del 03.01.2024 e relativo allegato concernente l’individuazione aspiranti alla stipula di contratti a tempo determinato del personale docente Scuola Primaria – classe di concorso ADEE - a. s. 2023/24
·AVVISO - Individuazione aspiranti alla stipula di contratti a tempo determinato personale docente anno scolastico 2023/2024 - Sedi assegnate 03-01-2024
·DISPONIBILITA' PER CONTRATTI A T.D. PER L'A.S. 2023/2024 SU POSTI COMUNI E DI SOSTEGNO PERSONALE DOCENTE SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO PER GLI ASPIRANTI INCLUSI NELLE GAE E GPS di I e II fascia. 03-01-2024
·AVVISO - Individuazione aspiranti alla stipula di contratti a tempo determinato personale docente anno scolastico 2023/2024 - Sedi assegnate 19-12-2023


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Voce alla Scuola: LE CLASSI CON PIU' DI 25 ALUNNI SONO ILLEGALI?

Opinioni
Elementari: non più di 25 alunni per sezione La realtà scolastica quotidiana ci offre un panorama di classi sempre più affollate e si tratta di un fenomeno in progressivo aumento. Se consideriamo che va crescendo anche la percentuale di alunni stranieri, allora è ben intuibile quali siano le difficoltà in cui si trovino a lavorare gli insegnanti che possono contare su un numero sempre più risicato di ore di contemporaneità o compresenza. Molti colleghi ci segnalano che quest’anno i dirigenti scolastici hanno costituito sezioni di scuola elementare con un numero di alunni superiore al tetto massimo di 25. Il SAM-Gilda ha pertanto ritenuto utile ed urgente svolgere una ricerca normativa per capire se tale situazione sia legittima. Dallo studio è emerso quanto segue: l’operato dei Dirigenti scolastici viene giustificato richiamandosi al DM 331/98 che autorizzava a costituire classi, in via del tutto eccezionale, nei vari ordini di scuola, con uno scostamento del 10% rispetto ai limiti massimi e minimi del numero degli alunni (nel caso del numero massimo di alunni il 10% si concretizza in due alunni in più, talvolta arrotondati a tre, quindi classi da 27-28). L’eccezione sta invece diventando la regola! Nel compiere questa operazione, i dirigenti, e forse non solo loro, ignorano come la norma non sia applicabile nella Scuola elementare laddove in base ad una legge, pienamente vigente (infatti non risulta in alcun modo abrogata), il numero massimo di alunni per classe resta fissato in 25. Una legge dello Stato infatti non è derogabile in base ad un semplice Decreto ministeriale. Invitiamo le nostre strutture provinciali e le RSU a vigilare, soprattutto in vista della costituzione delle classi per il prossimo anno scolastico, affinché le norme vengano rispettatate. Riportiamo di seguito l’articolo 12 della legge n. 820 del 1971. “L'amministrazione scolastica è tenuta a provvedere alla istruzione dei fanciulli obbligati nei luoghi ove questi, entro il raggio determinato dal comma seguente, siano in numero non inferiore a dieci. Ogni scuola deve accogliere i fanciulli obbligati che abitino nel raggio di due chilometri di percorso, computati su strada ordinaria. Qualora manchino le strade o comunque sia impossibile trasportare gli obbligati ad una scuola vicina, è consentito derogare al limite previsto dal primo comma del presente articolo purché gli obbligati siano in numero non inferiore a cinque. Il numero massimo di alunni che possono essere affidati ad un solo insegnante non può essere superiore a 25 anche ai fini delle attività integrative e degli insegnamenti speciali di cui all'art. 1. Qualora all'insegnante siano affidate più classi, in orario normale, il numero massimo degli alunni è di 10. Alla continuità del servizio, in caso di assenza del titolare, provvede il direttore didattico, affidando la classe in supplenza temporanea ad insegnanti non di ruolo, secondo norme che saranno dettate con ordinanza del Ministro per la pubblica istruzione.” Il SAM-Gilda, in vista della formazione delle classi per il prossimo anno scolastico (ricordiamo che le iscrizioni si effettuano entro il mese di gennaio) è intervenuto con grande energia presso i Direttori Regionali dell’Istruzione che SONO STATI DIFFIDATI dal Segretario nazionale al fine di ottenere il rispetto della legge. Quanto finora considerato, si riferisce a classi composte interamente da alunni normodati. Nel caso in cui siano presenti anche alunni portatori di handicap in situazione di disagio e difficoltà di apprendimento particolarmente gravi, e si tratta di una realtà molto frequente nella scuola, il numero di alunni per classe subisce un’ulteriore riduzione in base a quanto stabilito dal già citato D.M. 331 del 24 luglio 1998. Il decreto parla, nello specifico, di classi costituite da meno di 25 alunni e, in casi particolari, anche da meno di 20. Riportiamo di seguito parti del testo normativo significativi a tal proposito: Art.: 10 Classi con alunni in situazione di handicap. 1. Per garantire la massima possibile efficacia nel processo d’integrazione scolastica, le classi che accolgono alunni in situazione di handicap (comprese le sezioni di scuola materna), possono essere costituite con meno di 25 iscritti, tenuto conto sia dell’organizzazione complessiva della scuola, con riguardo alle attività formative previste e alle risorse di personale, sia della natura dell’handicap e delle condizioni soggettive del singolo alunno, nonché degli obiettivi e delle metodologia prevista dal piano educativo individualizzato. 2. Le classi che accolgono alunni portatori di handicap in situazione di disagio e difficoltà di apprendimento particolarmente gravi possono essere costituite con meno di 20 iscritti, ove tale esigenza sia adeguatamente motivata nei piani educativi individualizzati, con riguardo anche alle condizioni organizzative delle singole scuole e alle risorse professionali disponibili” (art.10). Sembra opportuno far presente che non dovrebbe applicarsi in questi casi l’art.9 che consente la possibilità di superare del 10% il tetto massimo di 25 alunni, poiché si renderebbe altrimenti vana la riduzione prevista dall’articolo 10. Nell’assegnazione degli insegnanti nell’organico di circolo, il Provveditore deve tenere conto delle nomine di insegnanti di sostegno anche con riguardo alla istituzione di un numero maggiore di classi dovute all’iscrizione di alunni con handicap, che riduce il numero medio di alunni per classe. Rino Di Meglio








Postato il Sabato, 05 novembre 2005 ore 01:15:00 CET di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.43 Secondi