Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 548109412 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
luglio 2022

Liceo Spedalieri di Catania, un terzo premio e due menzioni nel Premio Artistico-Letterario “Ilaria e Lucia”
di m-nicotra
736 letture

Nuovi premi per il Convitto Cutelli al Concorso Ilaria e Lucia
di a-oliva
501 letture

Graduatorie ad Esaurimento e Graduatorie Provinciali per Supplenze - Avviso apertura funzioni per la presentazione telematica delle istanze di scioglimento delle riserve nelle GaE e nelle GPS e di conferma dei servizi nelle GPS
di a-oliva
266 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Ministero Istruzione e Università
Ministero Istruzione e Università

·“IoStudio”, ecco le nuove modalità per richiedere la Carta dello Studente
·Proclamati i vincitori delle IV Olimpiadi di Economia e Finanza. In crescita la partecipazione delle scuole. Bianchi: “L’economia ci insegna un metodo per ragionare e ci dà gli strumenti per comprendere l’attualità”
·Lunedì 9 maggio al via la Settimana della Musica a scuola. Il 10 l’evento istituzionale con il Ministro Bianchi in diretta sul canale YouTube del Ministero
·Scuola, proclamati i vincitori delle Olimpiadi nazionali di Fisica. Oltre 50.000 gli studenti partecipanti. Bianchi: “La Fisica alimenta la nostra curiosità verso il mondo”
·Scuola, firmate le Ordinanze con le modalità di svolgimento degli Esami del primo e del secondo ciclo. Bianchi: “Sono frutto del confronto e della condivisione. Studentesse e studenti non devono avere paura di non farcela: torniamo progressivamente a


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Personale ATA: IL PRECARIATO ATA TRA NORMA E CONTRATTO: UN SISTEMA DA CAMBIARE

Comunicati
Il precariato Ata tra norma e contratto: un sistema da cambiare 01 luglio 2005 - CGIL L'attuale sistema di assunzioni del personale Ata trova le sue fonti normative nel T.U. 297/94 (art. 554), nella L.124/99 in particolare nell'art. 4. e nel D.M. 430/2001 (regolamento supplenze). Come si evince dalle date dei provvedimenti si tratta di norme che in alcuni casi risalgono agli anni in cui la scuola non era ancora stata investita dal processo di riforma della Pubblica Amministrazione iniziato con la legge Bassanini (L. 59/97). Da allora le regole per assumere il personale sono rimaste pressoché immutate. La legge 124 è invece la legge che nel 1999 dettò nuove disposizioni per il reclutamento di personale docente e ATA. In base alla L. 124/99 inoltre transitarono nello Stato circa 80.000 unità di personale, già di ruolo, che svolgevano funzioni ata nelle scuole statali come dipendenti degli EE.LL. Sempre in base alla 124/99 fu consentito in via eccezionale l'inserimento nelle graduatorie provinciali di precari ata con almeno 30 giorni di servizio prestato anche alle dipendenze degli EE.LL. Una scelta doverosa nei confronti di lavoratori che diversamente, con il passaggio delle funzioni ata allo Stato, sarebbero rimasti esclusi tout court dalle assunzioni nella scuola. Attualmente il sistema di assunzione del personale ata, ad eccezione del profilo di Dsga (Direttore dei Servizi Generali e amministrativi) per i quali le regole sono stabilite dagli articoli 47 e 55 del CCNL, è articolato come segue. Annualmente il Miur emana, in applicazione della legge 124/99, una Ordinanza Ministeriale per la costituzione e l'aggiornamento delle graduatorie permanenti provinciali rivolte al personale Ata di area A e B con almeno 24 mesi di servizio. Le graduatorie così costituite vengono utilizzate dai Csa sia per le assunzioni in ruolo del personale collocato in posizione utile sia per le assunzioni a tempo determinato con contratti che vanno fino al 31.8 per i posti liberi fino a quella data e fino al 30.6 e i part time purchè liberi prima del 31.12. In applicazione della legge 124/99 è stato emanato il regolamento del supplenze ( DM 430/2001) che ha regolato il sistema di assunzioni a tempo determinato degli ata attraverso gli elenchi/graduatorie provinciali di II fascia e le graduatorie di istituto di III fascia. Gli elenchi/graduatorie provinciali di II fascia a loro volta sono stati istituiti dal D. M: 75/2001. Vi si trovano inseriti tutti coloro che al momento della costituzione degli elenchi – cioè nel 2001 - avevano almeno 30 giorni di servizio come Ata nella scuola statale anche come dipendenti degli EE.LL. Negli elenchi provinciali sono confluiti anche i collaboratori delle vecchie graduatorie provinciali che, in base ad una norma speciale, erano considerate ad esaurimento. In prima battuta non fu possibile l'istituzione degli elenchi provinciali per gli addetti all'azienda agraria considerato che a questo personale prima del Ccnl 2003 era richiesto come titolo di accesso la licenza media. Di conseguenza le assunzioni avvenivano tramite i centri territoriali per l'impiego. Il fatto che il Ccnl 2003 abbia innalzato il titolo di studio richiesto per l'accesso al profilo di addetto all'azienda agraria ha fatto si che anche per questo profilo fosse possibile l'istituzione dell' elenco provinciale di II fascia avvenuto con D. M. 35/2004. Tale modifica contrattuale è stata voluta dalla FLC Cgil per dare stabilità a questi lavoratori che diversamente non sarebbero mai stati assunti definitivamente. Gli elenchi/graduatorie provinciali vengono utilizzati dai Csa, esaurite le graduatorie dei 24 mesi, per assumere il personale a tempo determinato sui posti liberi fino al 31.8 e fino al 30.6, i part time purchè detti posti siano liberi entro il 31.12. In base all'art. 5 comma 6 del D.M. 430/2001 le graduatorie di II fascia sono ad esaurimento. Pertanto fino a quando non ci sarà una scrittura ex novo del regolamento sulle supplenze non ci potranno essere nuovi inserimenti. Le graduatorie provinciali di I e II fascia costituiscono rispettivamente la I e la II fascia delle graduatorie d'istituto che si utilizzano per il conferimento delle supplenze brevi (sostituzione degli assenti), per la copertura dei posti liberi dopo il 31.12 o anche prima di tale data nel caso di esaurimento delle graduatorie/elenchi provinciali gestiti direttamente dai Csa.. In base al DM 75/2001 sono state istituite per la prima volta le graduatorie di istituto di III fascia ma solo per il personale amministrativo e tecnico.Tali graduatorie hanno durata triennale pertanto in base al DM 55/2005 a partire dal 1.9.2005 saranno sostituite ex novo e per la prima volta riguarderanno anche gli addetti alla azienda agraria. Le domande di inserimento nelle nuove graduatorie scadono il 18.7.2005. Per i collaboratori scolastici invece non sono previste graduatorie di III fascia.Questa differenza è dovuta al fatto che tutti i datori di lavoro pubblici e privati che assumono dipendenti per la cui qualifica è richiesta solo la licenza media, come nel caso dei collaboratori scolastici, sono obbligati ad utilizzare le liste dei centri territoriali per l'impiego (legge n. 56/88 art. 16). Nel caso di esaurimento delle graduatorie di collaboratore scolastico di I e II fascia le scuole infatti fanno la richiesta di assunzione ai centri territoriali per l'impiego. In sintesi: - per essere assunti a tempo determinato è sufficiente avere il titolo di studio previsto dalla Tab B del contratto; - per le assunzioni a tempo indeterminato oltre al titolo di studio è necessario aver maturato un servizio non inferiore a 24 mesi. Ma questo sistema semplice poteva andar bene in una situazione pre-autonomia dove le diverse professionalità ata non erano così determinanti. Ora siamo di fronte ad quadro normativo e contrattuale completamente mutato (autonomia, decentramento amministrativo, contrattazione d'istituto) E' arrivato il momento, quindi, di cambiare queste regole. Un sistema di assunzioni che si basa esclusivamente sulla maturazione del servizio è del tutto inadeguato a dare garanzie di professionalità in ordine alla conoscenza di alcune materie come ad esempio l’utilizzo delle procedure informatiche nella gestione della scuola o allo svolgimento di alcuni compiti delicati legati ai servizi alla persona. Per i collaboratori scolastici va superata la chiamata dalle liste di collocamento . Si tratta di una soluzione che si è rivelata inadeguata alle esigenze della scuola e pertanto va abolita. L'abolizione di questa regola è il presupposto necessario per garantire la qualità del servizio, la stabilità del lavoro a coloro che sono impegnati in funzioni ata nella scuola come dipendenti di ditte private. Inoltre per i collaboratori scolastici come per gli assistenti le graduatorie provinciali per le supplenze andrebbero aggiornate ogni tre anni. Anche la gestione delle domande di supplenza andrebbe affidata ai Csa e non alle scuole. La gestione delle domande di supplenza si è rivelata un inutile carico di lavoro divenuto ancora più insostenibile a causa dei tagli di organico. Si tratta però di una scelta radicale che chiede il coinvolgimento del Parlamento e che richiede lo stanziamento delle risorse necessarie per l'assunzione del personale ata su tutti i posti vacanti. Ma è un impegno che questo Governo, continuamente sollecitato dalla FLC Cgil, non vuole assumere come dimostrano i numeri dell'ultimo decreto legge sulle assunzioni a tempo indeterminato per l'a.s. 2005/2006. Le 5000 assunzioni del personale ata non coprono neanche il 7% dei posti liberi. Un piano di assunzioni su tutti i posti vacanti e l'approvazione di un nuovo regolamento, come da tempo rivendica la FLC Cgil sono due aspetti ugualmente necessari per garantire la qualità del servizio e la stabilità del lavoro a circa 80.000 dipendenti Ata.








Postato il Sabato, 02 luglio 2005 ore 06:05:00 CEST di Silvana La Porta
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi