Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 549822193 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
agosto 2022

GPS - DECRETO DI PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE PROVINCIALI PER LE SUPPLENZE DELLA PROVINCIA DI CATANIA VALEVOLI PER IL BIENNIO 2022/23 - 2023/24
di a-oliva
291 letture

Avviso apertura funzioni per la presentazione delle istanze di partecipazione alle procedure di attribuzione dei contratti a tempo determinato a.s. 2022-2023
di a-oliva
268 letture

Docenti Sec. di I Grado - Rettifiche utilizzazioni e ass. provv. provinciali - ass. provv. interprovinciali posto comune e sostegno - ass. provv. provinciali posti comuni altro ordine di scuola
di a-oliva
244 letture

AVVISO – NOMINE IN RUOLO PERSONALE DOCENTE SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA DI I E DI II GRADO DALLE G.A.E. A.S. 2022/2023 - ASSEGNAZIONE SEDI
di a-oliva
215 letture

Personale ATA - Graduatorie Definitive: utilizzazioni - assegnazioni provvisorie provinciali e interprovinciali. A.S. 2022/2023
di a-oliva
190 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Opinioni
Opinioni

·Ai confini della realtà. Le assurde proposte di una dirigente scolastica 'appassionata al futuro'
·Richieste illegittime da parte delle segreterie scolastiche
·Concorso dirigenti scolastici 2017: “Giustizia per l’Orale” denuncia i plurimi aspetti di illegittimità
·Quelle strane incongruenze nel curriculum della ministra Lucia Azzolina
·La DaD ha salvato la baracca?


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Sicurezza: Sicurezza a rischio

Rassegna stampa
Scuole nuove ma insicure. In Italia non bastano, a rendere sicura la vita di 8 milioni e 700 mila persone a scuola, 20 mila edifici scolastici privi dei prescritti requisiti di sicurezza, vengono addirittura sequestrate le costruzioni nuove. È accaduto, ieri, in tre centri del Molise (San Giuliano di Puglia, Colletorto e Bonefro) dove tre edifici scolastici sono stati sequestrati "in via preventiva" dalla procura di Larino per mancanza di misure antincendio. E alla richiesta di sicurezza che proviene dalle scuole il governo risponde con proroghe continue. L'ultima, con un decreto dello scorso mese di ottobre, ha riguardato le "Norme di prevenzione incendi per l'edilizia scolastica", un decreto del ministero dell'Interno del 1992.

La norma prevedeva, tra le altre restrizioni, che entro il 1997 tutte le classi avessero un "affollamento massimo" di 26 persone: 25 alunni più il prof. Ma il termine (che scadeva il 31 dicembre 2005) è stato prorogato diverse volte. Due mesi fa, il governo ha concesso alle regioni la possibilità di spostare ancora in avanti il termine ultimo. Occasione che parecchie regioni non si sono fatte scappare prorogando al 30 giugno 2006 la scadenza. Come dire: le scuole senza requisiti di sicurezza restano sicure per decreto. L'eventuale restrizione del numero degli alunni per classe (massimo 25, contro i 28/30 previsti dal ministero dell'Istruzione) metterebbe in crisi le casse dello stato perché, a parità di alunni, costringerebbe viale Trastevere a formare più classi e assegnare più posti in organico.
La tragedia del 31 ottobre 2002, quando una scossa di terremoto fece crollare il solaio della scuola elementare di San Giuliano di Puglia uccidendo 27 bambini con la loro maestra, non sembra non vere insegnato nulla a nessuno. L'edificio, che ospitava anche la scuola elementare, fu l'unica del piccolo paese ad accartocciarsi sotto l'effetto del sisma. L'immobile ristrutturato da poco doveva essere - secondo il decreto legislativo 626/94 - in teoria messo in sicurezza e con tutte le certificazioni a posto già dal dicembre '97, ma nel frattempo era intervenuta una proroga.
Lo stato dell'arte sulla sicurezza. Ma quali sono le condizioni degli edifici scolastici italiani? Secondo i dati raccolti dallo stesso ministero dell'Istruzione, non c'è da stare molto allegri. Già, perché limitandosi agli aspetti più importanti - la stabilità, le condizioni igienico-sanitarie e l'antincendio - sono ancora troppi gli immobili inadeguati. Degli oltre 40 mila plessi censiti da viale Trastevere, solo 23.547 (il 57,6 per cento) sono in possesso di regolare Certificazione di idoneità statica. Come dire che quasi metà di essi, dal punto di vista statico, non viene considerata idonea a ospitare una scuola o, bene che vada, non si sa se siano idonei. Spesso si tratta di edifici solo adibiti ad uso scolastico, ma progettati per altri scopi. Solo 14 scuole su cento sono dotate di certificazione igienico-saniaria: ampiezza delle aule, degli spazi comuni e condizioni di temperatura e umidità all'interno dei locali scolastici, per semplificare, non idonei. E, tanto per rimanere su uno degli aspetti più importanti, quasi due scuole su tre sono sfornite di Certificato prevenzione incendi. Il Governo, ad agosto, ha stanziato per la sicurezza poco più di 4 milioni di euro ma il fabbisogno si attesta sui 4 miliardi. Bisogni, che, come è accaduto più volte nell'arco dello stesso anno scolastico, si sono manifestati con improvvisi crolli di soffitti e altre carenze strutturali.

Le proroghe. Solo dopo la tragedia di San Giuliano di Puglia si pose seriamente l'attenzione la questione della sicurezza degli edifici scolastici in Italia. Questione, che il ministero conosceva perfettamente visto che, qualche mese prima (a febbraio del 2002), aveva pubblicato un censimento che delineava in tutta la sua gravità la situazione degli edifici scolastici italiani. Per la legge 626/94 (quella sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro), dal '94 le proroghe sono state quattro e il termine ultimo per adeguare le scuole è slittato al giugno 2006: quasi nove anni oltre il primo limite del dicembre '97.
Stessa cosa per le norme antincendio: quasi dieci anni di proroghe che sollevano dalla responsabilità diretta gli amministratori degli enti locali: i comuni - per le scuole materne, elementari e medie - e le province, per le scuole superiori.

Le denunce. L'ultima in ordine di tempo, dello scorso mese di novembre, è di Cittadinanzattiva, che ha stilato l'ultimo dossier sulla sicurezza delle scuole italiane. Ma anche Legambiente, l'Flc Cgil e lo stesso ministero dell'Istruzione descrivono un quadro a tinte fosche con mille pericoli per le quasi 9 milioni di persone (alunni, insegnanti e non docenti) che frequentano ogni giorno la scuola. Basti citare, solo a titolo di esempio, che metà delle scuole non è ancora in possesso delle più elementari certificazioni (di Idoneità statica, Agibilità igienica e Prevenzione incendi) alla base di qualsiasi discorso sulla sicurezza.

Di Salva Intravaia









Postato il Lunedì, 02 gennaio 2006 ore 18:54:35 CET di Patrizia Bellia
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 4.33
Voti: 3


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.48 Secondi