Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 511733094 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
dicembre 2020

SALVIAMO LA STRETTA DI MANO
di a-oliva
700 letture

4 DICEMBRE Web-Pressing “FERMIAMO LA STRAGE DI SCUOLE PUBBLICHE PARITARIE
di a-oliva
408 letture

Convocazioni in modalità telematica per eventuale stipula di contratto a tempo determinato per l'a.s. 2020/2021 su posti COMUNI e SOSTEGNO SENZA TITOLO per gli aspiranti inclusi nelle GAE della Scuola dell'Infanzia
di a-oliva
189 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Andrea Oliva
· Angelo Battiato
· Rosita Ansaldi
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Sergio Garofalo
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Didattica a distanza
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Attività parlamentare
Attività parlamentare

·Le linee guide che spezzano la scuola, non la riaprono
·Il ministro blocchi il progetto scuola/esercito in Sicilia
·Una campagna nella scuola contro le falsificazioni anticomuniste della storia
·Gli amici delle scuole private all’attacco della Costituzione
·Autonomia differenziata, la partita è aperta


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: Una Pasqua che rimarrà nella storia

Redazione
La Pasqua del 2020 è destinata ad entrare nella storia, per la sua eccezionalità. Stiamo vivendo uno di quei periodi che gli storici chiamano di “discontinuità” una Pasqua-passaggio verso un nuovo paradigma. La pandemia da COVID-19 sta mettendo a dura prova la nostra civiltà. La paura di contagio ha interrotto e modificato le relazioni sociali, ha chiuso persino le chiese, ha sospeso le messe e i riti della “settimana santa” che vengono trasmessi solo in streaming. La comunione si fa solo “spiritualmente”, la preghiera invece di essere comunitaria diventa personale e innovativa “liturgia domestica”.
Il Giovedì santo inizia il solenne triduo pasquale con la Messa “In coena Domini” ricordando l’ultima cena di Gesù con i dodici Apostoli ai quali ha lavato i piedi. Nella tradizione cristiana il giovedì santo era il giorno detto “dei sepolcri”, termine improprio per ricordare l’abbellimento dell’altare della “reposizione” dove veniva conservata l’Eucarestia e venerata nel corso della notte, ricordando e rivivendo la preghiera di Gesù nell’orto del Getsemani e quindi accompagnare con il pensiero il processo di Gesù davanti al Sinedrio, la flagellazione e la condanna a morte.

Il Venerdì santo, giorno di digiuno e astinenza si commemora la morte di Gesù in croce.
Ricordo che a Noto da bambino alle ore tre del pomeriggio si andava in Chiesa ed il Sacerdote commentava le sette parole di Gesù sulla croce e poi il corpo di Gesù veniva staccato dalla croce e deposto in un’urna per la processione della “Santa Spina”.

Nelle chiese viene adorata la Croce e vengono spogliati anche gli altari ed in chiesa essendo “legate” le campane si faceva scrosciare il crotalo, una tavola con due anelli mobili di ferro.

La giornata del Venerdì Santo dal 1965 si conclude con il rito della Via Crucis, ma quest’anno avrà come scenario non il Colosseo, nel ricordo dei martiri cristiani, bensì la piazza San Pietro vuota e deserta ed il Papa solo prega per l’intera umanità, dando voce ai carcerati, e ai nuovi “santi della porta accanto”.   Guardando la croce che domina la grande piazza si comprenderà che “non simo soli, ma amati dal Signore che non abbandona, non si dimentica dell’uomo e ripete “non abbiate paura”.

La solenne Veglia Pasquale del Sabato santo con i simboli liturgici del fuoco, del cero pasquale, dell’acqua battesimale, la liturgia della Parola e dell’Eucarestia rende concreto il segno della risurrezione al canto del "Gloria" con il suono festoso delle campane.

La domenica di Pasqua, dopo la messa, il Papa dopo il discorso di augurio pasquale, impartisce la Benedizione “Urbi et Orbi” e quest’anno avverrà in una Piazza San Pietro deserta, immagine del vuoto e della solitudine, che sta suscitando, e non solo nei singoli, il riemergere di un sentimento di solidarietà che sembrava non fare più parte della nostra umanità.

Quest’anno sono vietate le processioni ed è bene ricordare che in diverse Città il giorno di Pasqua a mezzogiorno si svolgeva la “processione della Pace”. Due statue uno con la Madonna addolorata ed una con il Cristo Risorto, uscivano da due chiese diverse e in zone opposte della Città. Percorrevano le vie con la banda festosa che accompagnava il Cristo risorto e  la musica del dolore  segue  a statua della Madonna , ma quando  da lontano  si intravedeva la statua di Gesù risorto, i portatori correvano veloci  e  facendo cadere il mantello nero, la Madonna  restava con il mantello azzurro, quindi avveniva l’abbraccio tra le due statue e la benedizione dei fedeli al suono festoso delle campane, mentre  i genitori  alzavano in aria i bambini ripetendo con gioia augurale l’espressione: “Crisci ranni”- che vuol dire “diventa grande e forte”; messaggio di rinascita e di ripresa dei valori trascurati e dimenticati.

Quest’anno il divieto delle cerimonie di Pasqua per motivi igienici ha reso ancor più pesante la clausura domestica..

La dimensione dell’inatteso e dell’imprevedibile ha occupato il posto di tutte le nostre certezze. Questa pandemia ha reso evidente una volta di più, le fragilità e le piaghe della società: i poveri, i senza dimora, gli anziani, i carcerati, gli squilibri sociali, gli egoismi individuali e nazionali. Dentro questo black-out, che ha prodotto una profonda cesura nella nostra vita ordinaria e nella società del terzo millennio, abbiamo il dovere di tornare a sentire più in profondità il senso dell’esistenza, di trovare il modo per ricominciare a vivere, ripartendo da basi antiche, ma con nuove, consapevolezze perché sappiamo che non sarà più come prima.

Il “dopo Coronavirus” sarà certamente diverso, cambiano gli stili e le relazioni tra le persone, si mantengono le distanze che non sono “sociali”, bensì di distanziamento fisico tra le persone.

Le attuali norme di prevenzione per alcuni possono diventare “barriere” per una comunicazione serena e amicale, mentre in altri alimentano la cultura del sospetto nei confronti del prossimo per la paura di essere contagiati. Ecco il “dilemma dei porcospini”, come ha scritto Walter Veltroni: si fa fatica a stare accanto agli altri e, di volta in volta, si può far prevalere la paura delle spine dell’altro.

Il messaggio e l’annuncio pasquale portano pace, serenità e ci dicono, come ha ripetuto Papa Francesco “che Dio può volgere tutto in bene, che con Lui possiamo davvero confidare che tutto andrà bene”.

E’ un auspicio di speranza che guarda lontano e anche se intravede il bagliore della luce rimane il dubbio del dopo.

Non sappiamo quali saranno le conseguenze politiche, economiche e sociali del Coronavirus, ma ne misuriamo in questi giorni le sue conseguenze sulla Chiesa.

Una cosa, però, sembra scontata: niente sarà come prima.

Per la fase tre dell’operazione emergenza coronavirus ne vedremo probabilmente “di tanti colori”: e speriamo che sarà un sereno arcobaleno.

Giuseppe Adernò








Postato il Sabato, 11 aprile 2020 ore 08:00:00 CEST di Andrea Oliva
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.27 Secondi