Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 378405481 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2017

On-line le commissioni relative all'esame di stato 2016-17
di m-nicotra
1910 letture

Scuola, pubblicati i risultati delle procedure di mobilità della primaria
di a-vetro
1619 letture

Personale Scuola Primaria - Movimenti a.s. 2017/2018
di a-vetro
1592 letture

Istituzioni scolastiche funzionanti nell’a.s. 2016/2017 il cui Dirigente Scolastico sarà collocato a riposo dal 01/09/2017
di a-vetro
1385 letture

Scuola, mobilità e titolarità. Presto un disegno di legge per abrogare la 107 e ripristinare le vecchie regole
di m-nicotra
1363 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Filippo Laganà
· Andrea Oliva
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Giuseppina Rasà
· Patrizia Bellia
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Sergio Garofalo
· Marco Pappalardo
· Alfio Petrone
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Istituzioni Scolastiche
Istituzioni Scolastiche

·Conclusa la settimana della cultura e del libro All’I.P.A.A Santo Asero di Paternò, sede coordinata dell’I.I.S. Francesco Redi
·Per i proff. olandesi Ad Schuurbiers e Hilde Kemperman, Job Shadowing al liceo Galilei di Catania
·'Valorizziamo le eccellenze' al Circolo Teresa di Calcutta, di Tremestieri
·Alternanza Scuola-Lavoro all’Istituto Tecnico Tecnologico di Biancavilla - Progetto di alternanza scuola lavoro Erasmus Plus 'Go To Work in Europe'
·Intervista all’astronauta Luca Parmitano dagli alunni del Circolo 'Teresa di Calcutta' di Tremestieri


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Progetti: Un Magister tra di noi: Ivano Dionigi - Liceo classico N. Spedalieri di Catania

Istituzioni Scolastiche
L’accento emiliano, la voce grave e avvolgente. Le pause tra un pensiero e l’altro. Una platea di ragazzi, il silenzio in sala.
Le suggestioni di una bellezza perduta.

In occasione dell’incontro con Ivano Dionigi, professore ordinario di Lingua e letteratura latina a Bologna e rettore emerito della stessa Università, ospite presso la nostra Biblioteca il 23 marzo, la domanda che sorge spontanea è proprio questa: può davvero ormai dirsi perduta la bellezza, la suggestione del mondo antico? “Il presente non basta”, afferma Dionigi nel suo libro, del quale alla fine del suo intervento si accinge a firmare le copie di studenti e professori entusiasti. La lezione dell’antico, del latino in particolare, è eterna, e si articola entro tre fondamentali concetti -la parola, la politica, il tempo- che fanno da opaco e distorto specchio a valori ormai perduti nel chiasso della modernità. Eppure, ciò che è stato possibile trarre non è affatto una nostalgica considerazione di una fertilità dei classici ormai scaduta al giorno d’oggi; la consapevolezza è quella, invece, di un mondo in continua evoluzione, in continua trasformazione, che ha solo bisogno di recuperare le sue più intime origini.

La riflessione sul primato della parola implica la concezione di quest’ultima come materia prima, il cui dirompente valore comunicativo è affidato alla responsabilità degli eloquentes homines (saremmo forse proprio noi classicisti?), capaci di conciliare l’ars dicendi alla sapientia; e si parla di responsabilità proprio alla luce della dilagante odierna corruzione del linguaggio, ormai “finto e sintetico”, e dell’erronea attribuzione di significato che scaturisce dalla perdita di un’attenzione etimologica e dalla conseguente ricaduta nei cosiddetti verba obvia. Il professore parla addirittura della “necessità di una nuova Pentecoste laica” che riaffermi l’importanza di un linguaggio coerente e di un dialogo tra ciascuna individualità umana, che “in quanto penisola necessita di un’interazione autentica e non insulare”. Quindi, in siffatto contesto, perché i classici? Perché proprio i classici ci avviano alla comunicazione efficace ed autentica, base di qualunque forma di relazione interpersonale e sociale, dichiarando così la vittoria ultima dell’eloquens sul semplice loquens.

Sull’aspetto più spiccatamente sociale verte poi il secondo punto, quello della nobiltà della politica. Anche qui, mai come oggi sarebbe salvifica l’idea, assunta a modello, che avevano gli antichi della politica. Ciò che sostanzialmente appare irrimediabilmente perduto è il valore della dimensione comune, il senso della “cosa pubblica”. Per Aristotele l’uomo è un animale politico, un essere, cioè, che non può prescindere dall’esperienza della pòlis o, se vogliamo, della civitas in senso latino; chi vive isolato, insuperbito nella sua ambizione di autosufficienza dalla società, “o è bestia, o è dio”.

Il terzo e ultimo punto, la centralità del tempo, costituisce infine una sorta di chiave di lettura dell’intera conferenza. Abbiamo già accennato a “Il presente non basta” che, già dal titolo, conferisce ai classici un valore sempiterno. Dobbiamo recuperare la suggestione verso il passato, “il pàthos della distanza” e “l’eros della differenza” contro l‘inferno e l’indifferenza dell’uguale. Stabilire quell’accordo costruttivo tra l’antico ed il moderno (che implica l’interessante e fallace dialettica tra “notum” e “novum”) tra l’umanista, cui è affidato l’onere della domanda, e lo scienziato, cui spetta invece quello della risposta, sul modello dell’ingegnere rinascimentale (Leonardo).

Si tratta quindi, per noi classicisti, di acquisire una consapevolezza tale da non asserragliarci in una dimensione intellettuale del tutto autoreferenziale e solipsistica, in definitiva inutile e stantia, ma, alla luce della nostra esperienza atemporale, di fornire alla realtà “un contraltare a questa modernità frettolosa e sudaticcia” che rischia di distruggersi da sé, di collassare su se stessa nel fragoroso boato dell’individualismo.

Ilenia Amato e Giulio Dipietro











Postato il Giovedì, 06 aprile 2017 ore 08:30:00 CEST di Michelangelo Nicotra
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.66 Secondi