Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 464625592 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
ottobre 2018

Progetto Erasmus all’Istituto Comprensivo 'A. Gabelli' di Misterbianco
di m-nicotra
583 letture

Per una scuola di qualità. Seminario formativo per i futuri dirigenti
di m-nicotra
485 letture

IV workshop regionale su ADHD e Comportamenti dirompenti Nodi, snodi e percorsi - Liceo Cutelli
di m-nicotra
448 letture

X Edizione Rassegna Premio Giorgio Gaber - Obiettivo Nuove Generazioni
di m-nicotra
429 letture

Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
di p-bellia
416 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Ornella D'Angelo
· Patrizia Bellia
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Sergio Garofalo
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania
·Docente sanzionato all'Ipssar Cascino di Palermo: TAR condanna dirigente scolastico, nominato commisario ad acta
·Dare dell'ignorante al collega è reato


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Lavoro: Che confusione sotto il cielo della scuola

Rassegna stampa
A gennaio, dopo le feste, gli studenti, messa da parte ogni velleità rivoluzionaria o solo riformatrice con occupazioni e autogestioni, si concentrano su compiti, interrogazioni e recuperi vari in vista della scadenza quadrimestrale. Mentre le scuole si imbellettano e si presentano alle famiglie per le iscrizioni on line, come d’incanto, con nuovi indirizzi di studio, laboratori, gruppi sportivi, ecc. Ma quest’anno la tradizionale pace che regna a scuola nel periodo postnatalizio è stata turbata da fatti nuovi, incombenti e minacciosi, che continuano ad agitare la categoria, e non solo: la mobilità dei docenti e i decreti delegati previsti dalla legge 107.
La massiccia immissione in ruolo dei docenti dell’altr’anno ha determinato, com’era prevedibile, spostamenti diffusi di personale, che ora aspira a tornare verso casa. Si attrezzano moltissimi docenti per un trasferimento definitivo; in subordine cercheranno, come quest’anno, almeno un’assegnazione provvisoria, annuale. Superando i vincoli di permanenza nella sede che erano stati imposti negli anni scorsi. Tutto ciò determinerà lo stesso caos che si sta vivendo in quest’anno scolastico: da una parte più docenti di ruolo al sud e più supplenti annuali al nord; dall’altra la necessità di nominare – dappertutto – tanti supplenti perché molto spesso i docenti di ruolo titolari di ambito, “a disposizione” delle scuole, non corrispondono, per la materia d ’insegnamento, a quelli che le scuole cercano per sostituire gli assenti o coprire posti vuoti.
Tempo fa, il nuovo governo, alla scadenza prevista dalla legge delega, più nota come Buona Scuola, ha resi noti gli schemi di decreti delegati, otto su nove, tutti su materie significative: formazione iniziale e accesso ai ruoli degli insegnanti; inclusione e disabilità; raccordo tra istruzione e formazione professionale; sistema integrato di educazione e istruzione 0/6 anni; diritto allo studio; cultura umanistica; istituzioni scolastiche italiane all’estero; valutazione e competenze degli studenti e degli esami di Stato. Dopo una serie di rapidi pareri, gli schemi diverranno decreti. Molte delle novità contenute nei decreti che circolano in questi giorni contribuiscono a creare ansia, incertezza e malumore.
A cominciare da un nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento. Prevede un concorso dopo la laurea, per chi lo supera un percorso di tre anni, di cui due di tirocinio a scuola, per poi essere assunti stabilmente. Migliaia e migliaia di precari inseriti nelle graduatorie ad esaurimento o d’istituto, idonei nei concorsi, abilitati nei Tfa, supplenti annuali, temporanei, rimandano sine die l’applicazione di un sistema nuovo. Che poi tanto nuovo non è. Ha molte analogie con gli specializzandi impropriamente e largamente “utilizzati” nei Policlinici. Sembra un modo sbagliato e scorretto per eliminare i costi delle supplenze.
E poi c’è quello su inclusione e disabilità, che mette assieme nelle critiche docenti, alunni e famiglie. Classi che vedono la presenza di un alunno con disabilita anche con più di 22 alunni. La diagnosi funzionale redatta da una commissione di soli medici. La richiesta delle ore di sostegno avanzata non più dalla singola scuola ma dal GIT, Gruppo Inclusione Territoriale. Prevede un insegnante iperspecializzato (si passa da 60 a 120 crediti) sempre meno docente, mentre le attività di sostegno passeranno agli insegnanti della classe con una preparazione tutta da costruire. Non si sa come potranno spendersi il titolo di sostegno quanti lo hanno conseguito in questi anni in avide università o come saranno utilizzati i centomila e passa insegnanti di sostegno di ruolo.
Ancora, la valutazione nella secondaria. Cambia l’esame di Stato. Gli studenti sono ammessi all’esame con la media del sei, compresa la condotta: sembrerebbe che serva a far ricadere sulle scuole le responsabilità di far arrivare agli esami studenti poco preparati, responsabilità che sono in capo a chi non sa governare il sistema scolastico. Invece, poi, delle tre prove scritte salta la terza, quella preparata dalle scuole; e soprattutto l’Amministrazione ribadisce la sua vocazione verticistica e censoria con le prove Invalsi. Che, al posto di dare una lettura del livello di apprendimento degli studenti al fine di predisporre gli interventi più utili per il singolo, la scuola, il territorio, diventano giudizi definitivi da riportare nel documento allegato al diploma e di cui si terrà conto per l’accesso all’Università.
Insomma, tra mobilità e decreti delegati, anche questo periodo tradizionalmente tranquillo, pacifico e produttivo, vede nelle scuole preoccupazioni, ansie, agitazioni, proteste. Che s’ingigantiranno, c’è da scommetterci, quando più ci si avvicinerà alla fine dell’anno scolastico.

Franco Buccino
Repubblica








Postato il Domenica, 26 febbraio 2017 ore 08:00:00 CET di Antonia Vetro
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi