Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 480073161 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
maggio 2019

Maggio dei libri per il liceo G. Lombardo Radice tra le molteplici manifestazioni della città Metrolitana di Catania
di m-nicotra
844 letture

Chi ha sospeso la docente di Palermo deve dimettersi
di m-nicotra
843 letture

Al Comune di Catania l’Istituto Alberghiero “Karol Wojtyla” celebra la 'giornata della Memoria tra ieri e oggi' – Never Again
di m-nicotra
656 letture

Introduzione di sistemi di verifica biometrica dell'identità e di video sorveglianzaper i dirigenti pubblici e per il personale pubblico. Richiesta di abrogazione
di m-nicotra
653 letture

Necessità di tutelare i diritti acquisiti e salvaguardare la titolarità dell’insegnamento per le docenti e per i docenti della classe di concorso A-21
di m-nicotra
611 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Eventi
Eventi

·Tavola rotonda al III IC Rodari di Acireale
·Sabato 17 marzo Gara Regionale ''EXPONI le tue idee 2018'' per il Convitto Nazionale “Mario Cutelli” di Catania.
·Tavola rotonda su dislessia, disgrafia, discalculia, disturbo da deficit di attenzione e iperattività
·"Autismo: transizioni e sinergie"
·Seminario di educazione alla bellezza


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Riforma: Liceo in quattro anni

Redazione
Sfogliando i giornali ritorna il tema del Liceo breve e l'auspicata possibilità di completare la scuola superiore a 18 anni.
Già tale idea-progetto era nei programmi della "riforma Gelmini" come si legge su "La Sicilia" del 19 settembre 2008: "Riforma scuola, la sfida della Gelmini. Novità per tutte le classi, meno ore di lezioni e superiori con 4 anni".
Sono trascorsi otto anni e tanta acqua è passata sotto i ponti. Facendo un'attenta riflessione sul come gli studenti nella maggior parte dei Licei trascorrono l'ultimo anno che dovrebbe essere "curriculare", si constata che, già dal quarto anno, molti ragazzi, i più volenterosi cominciano i corsi di preparazione ai test universitari e non si comprende perche tali competenze le debbano acquisire fuori dalla scuola e non a scuola con i propri docenti.

L'anno scolastico conclusivo del ciclo di formazione inizia con le tradizionali giornate di occupazione, gli scioperi, le assemblee d'istituto e le assemblee sindacali dei professori.
Molti ragazzi dedicano il quinto anno alla preparazione dei test di selezione universitaria e presso le accademie militari che si svolgono nei mesi di febbraio, marzo, aprile e, una volta conseguita l'idoneità e l'ammissione alla Bocconi, alla LUISS, alla Lumsa, all'Università Cattolica, al Politecnico, al Centro Biomedico, si dedicano allo studio delle quattro materie di esame senza eccessiva preoccupazione, se non quella di ottenere d un voto alto per aumentare il punteggio conseguito nelle prove di ammissione.

A queste legittime e primarie preoccupazioni degli alunni si aggiungono le pause nel ritmo scolastico, segnate dalla preparazione del viaggio d'istruzione di fine corso, tanto atteso e meritato a conclusione del ciclo.
L'ultimo periodo dell'anno si svolge mediante la simulazione dei test della terza prova e lo studio delle materie sorteggiate per gli esami. Le interrogazioni sono programmate e la frequenza è alquanto saltuaria.  
Tutto il programma e il "curriculare" del quinto anno, quindi, resta soltanto scritto tra le carte e nei programmi di esame del documento del 15 maggio, se non c'è stata l'adeguata preparazione negli anni precedenti.
 Nell'attuale architettura del sistema scolastico sono previsti, infatti, per il primo ciclo d'istruzione: tre bienni con un anno iniziale (prima elementare) ed un anno ponte conclusivo (terza media), mentre nel secondo ciclo (scuola secondaria di secondo grado) sono previsti due bienni ed un anno ponte.
L'impianto dei cinque bienni (3+2) prevede, infatti, che il percorso formativo possa essere già completato nei quattro anni mentre negli "anni ponte" si privilegia l'azione orientativa di guida alla scelta del proseguimento negli studi, in vista della vita professionale futura.

Concludendo il ciclo di scuola superiore in quattro anni, e conseguendo la maturità a 18 anni si offre agli studenti una maggiore opportunità e serenità nella scelta: i più pronti potranno accedere subito all'Università e agli altri si potrà offrire l'opportunità di svolgere un "anno zero" di studi universitari con l'opportunità di meglio maturare il percorso da seguire, acquisendo anche dei punteggi e crediti spendibili per il proseguimento futuro nei corsi universitari.
Nel progetto sperimentale che alcuni Licei presentano, si prevede la formazione di una classe di 25 alunni "eccellenti", con la media alta agli esami di terza media e nelle prove Invalsi e quindi, grazie all'omogeneità del gruppo classe, si ritiene di rendere più agevole il lavoro di sviluppo delle competenze nella direzione del potenziamento.

Il corso di studio non assomma, né comprime i programmi, ma consente uno svolgimento sereno di conoscenza dei contenuti disciplinari, favorendo una solida preparazione di base, un valido metodo di studio, lo sviluppo delle competenze di ricerca e di approfondimento, utilizzando tutti gli strumenti informatici a disposizione.
Oltre alla Lim in classe e alle esercitazioni sui tablet gli studenti a casa potranno svolgere i compiti e collegati al blog della classe, potranno avere aiuto e sostegno dai docenti anche a casa e lo studio sarà potenziato e ampliato.
Il tempo scuola sarà prezioso per l'approfondimento culturale, evitando i tempi morti delle correzioni, del ripasso, delle verifiche, alle quali sarà dedicato uno spazio definito.

Le verifiche e la valutazione saranno organizzate sul modello delle prove Invalsi e dei test a domande a scelta multiple, abituando e preparando gli studenti alla tecnica dei test selettivi di accesso alle facoltà universitarie e, una volta acquisita la tecnica, sarà più agevole superare i test di ammissione.
L'aumento delle ore da 29 a 33 favorirà una maggiore opportunità d'incontro anche con discipline non curriculari quali il Diritto, l'Economia, la Finanza, la conoscenza del mondo industriale e commerciale, consentendo ai ragazzi di aprire gli occhi sul mondo e cominciare a conoscere la realtà sociale nella quale potersi inserire.  
E' questo un percorso formativo che punta sulla qualità e non sulla quantità degli anni e dei giorni o delle ore (formali) di scuola.

Com'è stato ben detto, il progetto del Liceo in quattro anni prevede inoltre la necessità di risorse aggiuntive: tutor formativo di guida alla metodologia dello studio; guida alla scelta orientativa della facoltà universitaria e della professione; ampliamento dell'offerta formativa: diritto, economia, finanza, altra lingua straniera.
Queste nuove figure professionali costituiscono la risorsa indispensabile per la scuola di domani che punta sulla qualità e sull'efficienza.

Gli esiti positivi delle sperimentazioni già attuale a Milano, e a Bari, come pure quelle già consolidate con positivi successi nell'Ontario in Canada, dove il sistema scolastico rivela e documenta apprezzabili segni di miglioramento e di sviluppo rispetto al precedente ordinamento, che prevedeva cinque anni d'istruzione secondaria, confermano la bontà dell'iniziativa sperimentale e quindi non generalizzabile per tutte le scuole e per tutti gli studenti.

Si auspica che la sperimentazione favorisca tale progettazione, consentendo una maggiore flessibilità nell'organizzazione scolastica, superando anche i vincoli contrattuali del personale docente.

Giuseppe Adernò
g.aderno@alice.it








Postato il Domenica, 20 novembre 2016 ore 13:30:00 CET di Giuseppe Adernò
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi