Benvenuto su AetnaNet
 Nuovo Utente / Login Utente 481670216 pagine viste dal Gennaio 2002 fino ad oggi 11170 Utenti registrati   
Sezioni
Consorzio
Home
Login
Progetto
Organizzazione
Scuole Aetnanet
Pubblicità
Convenzione Consult Service Management srl
Contattaci
Registrati

News
Aggiornamento
Associazioni
Attenti al lupo
Concorso Docenti
Costume e società
Eventi
Istituzioni
Istituzioni scolastiche
Manifest. non gov.
Opinioni
Progetti PON
Recensioni
Satira
Sondaggi
Sostegno
TFA
U.S.P.
U.S.R.
Vi racconto ...

Didattica
Umanistiche
Scientifiche
Lingue straniere
Giuridico-economiche
Nuove Tecnologie
Programmazioni
Formazione Professionale
Formazione Superiore
Diversamente abili

Utility
Download
Registrati
Statistiche Web
Statistiche Sito
Privacy Policy
Cookie Policy


Top Five Mese
i 5 articoli più letti del mese
giugno 2019

Il saluto alla cara prof.ssa Caterina Ciraulo
di a-battiato
1119 letture

#Maturità2019, online le commissioni d’Esame Motore di ricerca sul sito del MIUR
di m-nicotra
788 letture

Manifestazione finale 'Legalità in arte ... Oltre 100 passi...verso la Legalità' all'Istituto Comprensivo Statale Santa Venerina
di m-nicotra
723 letture

Il Certamen 'Giustino Fortunato', vinto dal Liceo Artistico Emilio Greco, di Catania
di a-battiato
704 letture

Cosa ne penso della politica. 60 ragazzi sindaci della Sicilia a Maletto per il primo raduno regionale
di g-aderno
668 letture


Top Redattori 2016
· Giuseppe Adernò (Dir.)
· Antonia Vetro
· Michelangelo Nicotra
· Redazione
· Rosita Ansaldi
· Angelo Battiato
· Nuccio Palumbo
· Andrea Oliva
· Filippo Laganà
· Salvatore Indelicato
· Carmelo Torrisi
· Camillo Bella
· Renato Bonaccorso
· Christian Citraro
· Patrizia Bellia
· Ornella D'Angelo
· Sergio Garofalo
· Giuseppina Rasà
· Sebastiano D'Achille
· Santa Tricomi
· Alfio Petrone
· Marco Pappalardo
· Francesca Condorelli
· Salvatore Di Masi

tutti i redattori


USP Sicilia


Categorie
· Tutte le Categorie
· Aggiornamento
· Alternanza Scuola Lavoro
· Ambiente
· Assunzioni
· Attenti al lupo
· Bonus premiale
· Bullismo e Cyberbullismo
· Burocrazia
· Calendario scolastico
· Carta del Docente
· Concorsi
· Concorso Docenti
· Consorzio
· Contratto
· Costume e società
· CPIA
· Cultura e spettacolo
· Cultura Ludica
· Decreti
· Didattica
· Dirigenti Scolastici
· Dispersione scolastica
· Disponibilità
· Diversamente abili
· Docenti inidonei
· Erasmus+
· Esame di Stato
· Formazione Professionale
· Formazione Superiore
· Giuridico-economiche
· Graduatorie
· Incontri
· Indagini statistiche
· Integrazione sociale
· INVALSI
· Iscrizioni
· Lavoro
· Le Quotidiane domande
· Learning World
· Leggi
· Lingue straniere
· Manifestazioni non governative
· Mobilità
· Natura e Co-Scienza
· News
· Nuove Tecnologie
· Open Day
· Organico diritto&fatto
· Pensioni
· Percorsi didattici
· Permessi studio
· Personale ATA
· PNSD
· Precariato
· Previdenza
· Progetti
· Progetti PON
· Programmi Ministeriali
· PTOF
· Quesiti
· Reclutamento Docenti
· Retribuzioni
· Riforma
· RSU
· Salute
· Satira
· Scientifiche
· Scuola pubblica e o privata
· Sicurezza
· SOFIA - Formazione
· Sostegno
· Spazio SSIS
· Spesa pubblica
· Sport
· Strumenti didattici
· Supplenze
· TFA e PAS
· TFR
· Umanistiche
· Università
· Utilizzazione e Assegnazione
· Vi racconto ...
· Viaggi d'istruzione
· Voce alla Scuola


Articoli Random

Giurisprudenza
Giurisprudenza

·Il Tribunale di Roma, in una recente sentenza, ha sancito il valore abilitante della laurea unitamente ai 24 cfu in materie psico-antropo-pedagogiche
·Corte D’Appello di Bologna: - Il D.S. non può comminare una sanzione di sospensione dal servizio per i docenti. Grande vittoria del Sindacato 'Politeia Scuola'
·Il caso dei DM, lungo quasi venti anni!
·Il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei docenti di Geografia contro lo scandalo delle cattedre atipiche
·ASA Scuola - Il verbale d’invalidità anche se scaduto è ancora valido: da rifare l’assegnazione provvisoria di scuola dell’infanzia della provincia di Catania


Scuole Polo
· ITI Cannizzaro - Catania
· ITI Ferraris - Acireale
· ITC Arcoleo - Caltagirone
· IC Petrarca - Catania
· LS Boggio Lera - Catania
· CD Don Milani - Randazzo
· SM Macherione - Giarre
· IC Dusmet - Nicolosi
· LS Majorana - Scordia
· IIS Majorana - P.zza Armerina

Tutte le scuole del Consorzio


I blog sulla Rete
Blog di opinione
· Coordinamento docenti A042
· Regolaritè e trasparenza nella scuola
· Coordinamento Lavoratori della Scuola 3 Ottobre
· Coordinamento Precari Scuola
· Insegnanti di Sostegno
· No congelamento - Si trasferimento - No tagli
· Associazione Docenti Invisibili da Abilitare

Blog di didattica
· AltraScuola
· Atuttoscuola
· Bricks
· E-didablog
· La scuola iblea
· MaestroAlberto
· LauraProperzi
· SabrinaPacini
· TecnologiaEducatica
· PensieroFilosofico


Vi racconto ...: La mia cantina, la scuola e il tesoro più grande ...

Redazione
Erano anni che non mettevo un po' d'ordine nella vecchia cantina di casa mia. A furia di conservare tutto s'era riempita sino all'inverosimile e non c'era più spazio neanche per muoversi o per cercare qualcosa. E chi si ricordava più delle tante cose che v'erano conservate! C'andavamo di tanto in tanto, solamente per prendere il vino dalla piccola botte, l'aceto dalla damigiana, o l'olio dalla vecchia giara della nonna. Poi, per altro, quasi nessuno c'andava più, nessuno ci metteva piede da tempo immemorabile. Ed erano tante, troppe le cose accatastate alla rinfusa, con quel "vizio" che abbiamo sempre avuto noi in famiglia di conservare tutto, "savva 'a pezza ppi quannu veni 'u puttusu", soleva sempre dire mia mamma, forse per voler "giustificare" questo nostro strano "vizio".

E lei, per prima, aveva l'abitudine di conservare in quel luogo di tutto e di più, stoffe, panni, scampoli, abiti dismessi di tutti i componenti della famiglia, rimanenze di tessuti, ritagli di federa, pezzi di antichi centrini, prodotti di merceria, sagome di costumi di carnevale di mio fratello, lenzuola della nonna, coperte, cuttunati, rimanenze di vestiti militari di mio zio, bottoni di tutte le misure e di tutti i colori, e poi ancora mille cianfrusaglie varie. Io, invece, per conto mio, avevo conservato tutti i libri della mia "lunghissima" carriera scolastica, gli abbecedari delle elementari, i libri, le antologie, gli atlanti, i quaderni, gli appunti, le fotocopie, i diari scolastici "con dedica", i libretti per le giustificazioni, e poi i giornali degli avvenimenti più importanti della storia d'Italia e del mondo, dalla morte di Papa Paolo VI, al rapimento di Aldo Moro, dall'elezione di Karol Wojtyla alla Cattedra di San Pietro, alla prematura scomparsa del compianto papa Luciani, e poi i ritagli dei quotidiani delle notizie paesane, della travagliata storia di Misterbianco, dei risultati elettorali degli ultimi decenni, e poi ancora volantini, manifesti, dépliant, i giornali che narravano della mia fulminea "carriera politica" e delle tante iniziative culturali realizzate nel corso degli anni.

E poi c'erano nascosti, sotto montagne di polvere, i microfoni, l'impianto fonico e gli altoparlanti usati per le tante campagne elettorali, e le vecchie bandiere con il simbolo della "Quercia". E tant'altro ancora. E mio padre, cosa conservava? Tutti i suoi arnesi da lavori, logori dal tempo e dalla fatica, zappe, zappette, falce, pale, tridente, cacciaviti, bulloni, tubi da cento, pompa e moto pompa, cassette di legno e di plastica per la raccolto delle olive, e poi bottiglie e bottiglioni, bilance e bilancine, panari e sacchi di juta.
Sotto un anfratto scorsi persino il grande ritratto di Stalin, ricevuto in "dono", in fretta e furia, dai dirigenti della sezione del PCI del mio paese, che se ne stava in "buona compagnia" con i ritratti dei miei nonni materni, i "numi tutelari" della nostra famiglia.

Cosa si saranno detti!? Bo!? Chi mai lo saprà! E poi, ancora sedie, sgabelli, sedie a sdraio, trespoli in ferro, scale di legno, mobili vecchi! Insomma, come diciamo dalle nostre parti,... c'era 'u beni 'i diu! Proprio una gran confusione! Ed io ho "sacrificato" l'intera estate, le sospirate vacanze estive, "nascosto" come un topo nella cantina, per sbarattari, per cercare di sistemare, di ordinare, di conservare le cose che ritenevo utili e interessanti, e di buttare in discarica tutto il resto.

Forse, in cuor mio, tra tutto quel "manicomio" chissà quali tesori, quali oggetti di valore, quali beni preziosi volevo trovare! Chissà cosa cercavo,... chissà cosa fantasticavo! Ma ad un tratto, scaminannu sotto una catasta impolverata di vecchi abbecedari di scuola mi ritrovai improvvisamente tra le mani una busta rossiccia, rosicchiata agli angoli dal tempo e dai topi, con in bella mostra il timbro dell'istituto dove avevo passato gli anni spensierati dell'adolescenza, indirizzata a mia mamma. Così con le mani tremolanti dalla curiosità e dall'emozione la aprii con cura per non danneggiarla, e lessi: "La S. V. è convocata per il Consiglio di Classe, in qualità di rappresentante dei genitori della classe...". Mia mamma "rappresentante di classe"!?

E chi se lo ricordava più che lei era stata la rappresentante dei genitori della mia classe!? Quanta emozione ho provato! Era forse questo il tesoro che avevo tanto cercato!? L'amore di un genitore che si traduce in impegno, dedizione, partecipazione, corresponsabilità per seguire da vicino il proprio ragazzo, per aiutarlo a crescere; dare tutto il proprio tempo al figlio per accompagnarlo nella crescita, nella formazione e nell'educazione in "sinergia" con la scuola, la più importante "fonte" d'istruzione e d'educazione della società.

E ad un tratto mi sovvennero le "elezioni per il rinnovo degli organi collegiali" che si svolgono ogni anno nelle mie classi, disertati, quando va bene, dai trequarti dei genitori degli alunni, trascurati come un "rito" noioso, o peggio, come qualcosa di fastidioso, comunque un inutile perditempo per tutti. E all'improvviso mi sovvenne la poesia "Il tesoro", di Giovanni Pascoli, che mia mamma "teneva a mente" dai tempi delle elementari e che mi recitava spesso, e ogni volta si commuoveva, fin quasi alla fine dei suoi giorni:

"C'era una volta un vecchio / contadino / che aveva un suo campetto e la sua / marra / e tre figlioli. / Giunto al lumicino, / volle i suoi tre figlioli accanto al / letto. / «Ragazzi - disse - vado al mio destino / ma vi lascio un tesoro: è nel / campetto». / E non poté dir altro, o non volle. / A mente i figli tennero il suo detto. / Quando fu morto, quelli il piano, il / colle / vangano, vangano, vangano; invano / voltano al sole e tritano le zolle: / niente! Ma, pel raccolto, quando il / grano / vinse i granai, lo videro il tesoro / che aveva detto il vecchio; era in lor / mano, / era la vanga dalla punta d'oro".

Era proprio questo il vero tesoro che tanto avevo cercato quest'estate tra le "cianfrusaglie" della mia cantina!
Questo il bene più grande per un figlio, "era la vanga dalla punta d'oro". E tutto l'amore d'una mamma.

Angelo Battiato
angelo.battiato@istruzione.it





articoli correlati

dello stesso autore




Postato il Domenica, 18 settembre 2016 ore 09:00:00 CEST di Angelo Battiato
Annunci Google



Mi piace
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico



contattaci info@aetnanet.org
scrivi al webmaster webmaster@aetnanet.org


I contenuti di Aetnanet.org possono essere riprodotti, distribuiti, comunicati al pubblico, esposti al pubblico, rappresentati, eseguiti e recitati, alla condizione che si attribuisca sempre la paternità dell'opera e che la si indichi esplicitamente
Creative Commons License

powered by PHPNuke - created by Mikedo.it - designed by Clan Themes


PHP-Nuke Copyright © 2004 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi